hero image

Magnesio, a cosa serve e quando usarlo

Assumere le giuste dosi di magnesio attraverso il cibo è importante per regolare molte funzioni vitali. Ma ci sono periodi in cui l’alimentazione non è sufficiente ed è necessario integrarlo o aumentare il fabbisogno. Ecco quali sono

iStock




Il magnesio è un nutriente indispensabile per l’organismo. Regola molte funzioni vitali e partecipa all’attività di numerosi cicli metabolici. Ma il nostro corpo non riesce a produrlo, quindi l’unico modo per garantirci la giusta dose quotidiana di magnesio (almeno 300 mg) è assumerlo attraverso il cibo (si trova nei legumi, nella frutta secca, cacao, cereali integrali).

Purtroppo, solo il 30-40% di quello che viene ingerito è assorbito dall’organismo. Ecco perché può essere utile ricorrere agli integratori. Districarsi tra le mille formulazioni in commercio, però, non è un’impresa facile. Come orientarsi?

Per prima cosa, leggi bene l’etichetta. Tra i sali migliori, più assimilabili, ci sono il magnesio citrato, quello bisglicinato e quello pidolato. Queste formule garantiscono un assorbimento più alto del minerale e si assimilano rapidamente.

Ma spesso, assumere semplicemente magnesio non basta. Ecco perché lo trovi sempre più spesso abbinato a mix di vitamine e sali minerali specifici per ogni tipo di esigenza e stile di vita. Puoi assumerle ogni giorno insieme a un frullato di superfood che ne potenziano l’effetto.


Sfoglia la nostra gallery per scoprire in quali situazioni devi aumentarne il fabbisogno.

Se fai molto sport

Il sudore prodotto quando si fa sport è più ricco in minerali. In un litro di sudore c’è una concentrazione maggiore di minerali che è essenziale recuperare appena terminato l’allenamento.

Questo permette di restituire all’organismo gli elettroliti persi: sodio, cloro, potassio e magnesio sono i principali. Se ti alleni molto, specialmente in estate, scegli integratori di potassio e magnesio. Sono perfetti anche i mix con la vitamina C, la creatina e l’arginina da assumere prima dell’allenamento.

Se, invece, sei fuori casa e hai bisogno di reidratarti e reintegrare velocemente i sali persi, versa in un litro di acqua una punta di cucchiaino di sale da cucina, il succo di mezzo limone e di mezzo pompelmo, portalo con te e bevilo subito dopo lo sport. È un ottimo integratore salino pronto all’uso.

Se dormi male

Il magnesio è un ottimo miorilassante, regola il sistema nervoso e aiuta quando si fa fatica ad addormentarsi, si soffre di insonnia o ci sono frequenti risvegli notturni. Si trova spesso abbinato ad altri principi attivi dall’effetto calmante come la griffonia e le vitamine B6 e B9 che regolano gli sbalzi di umore e lo stress.

Insieme all’integratore di magnesio, bevi tutte le sere un centrifugato di lattuga e cetriolo (oltre al magnesio contengono triptofano che stimola la produzione di serotonina), albicocche, mela e menta, oppure di latte di mandorle e banana.

Se hai problemi di stipsi

Usare in maniera continuativa i lassativi non serve, anzi è dannoso. Tuttavia, quando l'intestino non riesce proprio a smaltire da solo le scorie, è utile dargli una mano con un aiuto "morbido", come quello offerto dal magnesio: questo minerale, infatti, ripulisce con delicatezza il tratto intestinale da tutte le impurità e consente alle mucose di tornare a funzionare a regime.

In questo caso, è perfetto l’abbinamento con i fermenti lattici. Ma anche un frullato di banana, kiwi, fiocchi e latte d’avena, da bere tutti i giorni, aiuta a ritrovare regolarità.

Se soffri di sindrome premestruale

Il magnesio è il sale minerale più amato dalle donne. È uno spasmolitico naturale, aiuta in fase premestruale, ma anche quando, con l’inizio del ciclo, le prostaglandine infiammatorie favoriscono la cefalea muscolo tensiva. In questo caso, il magnesio citrato è la formulazione migliore per calmare i crampi, ridurre l’irritabilità e contrastare stanchezza e intestino in disordine.

Si scioglie un cucchiaino in acqua calda e si beve una o due volte al giorno. Invece, lo smoothie anti crampi, in questo caso, è a base di latte di avena, polvere di maca (una radice peruviana utile per bilanciare gli ormoni), cannella e un pezzetto di avocado (ricchissimo di potassio).

Se sei a dieta

Dieta, umore nero e spossatezza vanno spesso a braccetto. Ma la causa non è solo psicologica, come si potrebbe pensare: ci sono altri colpevoli, da non sottovalutare. 

Potassio e magnesio giù, infatti, aumentano stanchezza e irritabilità A parte chi si lascia sedurre dalla dieta miracolosa del momento, che in genere è sbilanciata e poco salutare, anche chi segue un regime più equilibrato e vario è possibile che si senta spossato e di pessimo umore.

In questo caso, oltre a integrare il magnesio, puoi bere una o due volte al giorno il succo green suggerito per la Sirt, la dieta che agisce sulle sirtuine, i geni della magrezza. Gli ingredienti? Cavolo riccio, rucola, prezzemolo, sedano con foglie, mela verde, tè matcha.


Fai la tua domanda ai nostri esperti



Leggi anche

Addio stanchezza con il magnesio

Magnesio: prezioso amico dell’estate

Più potassio e magnesio per stare bene

Magnesio, la scelta giusta

Probiotici e benessere intestinale

Dolori mestruali: i rimedi naturali

Minerali: come evitarne la carenza?

Minerali, ecco quali non devono mancare

8 trucchi contro l'insonnia