A A
hero image

Ipertensione: quali sono le cause?

Il nostro modo di vivere influenza anche cuore e vasi sanguigni. Scopri come tenere a bada ansia e rabbia

credits: iStock



0

di Rossana Cavaglieri

Un brutto giorno scopri di avere la pressione alta. Succede a una donna su tre, soprattutto nel periodo attorno alla menopausa. Eppure stai attenta a tavola, fai regolarmente movimento e non hai familiarità per l’ipertensione.

Quali possono essere le cause allora? «L’ipertensione colpisce le persone che vivono a una velocità superiore a quella che sarebbe nella loro natura. Cuore e vasi sanguigni ne risentono. Simbolicamente il sangue rappresenta l’istinto, la forza vitale, mentre i vasi la ragione che stabilisce regole e confini», spiega Barbara Mantellini, medico e psicoterapeuta. «Al centro il cuore, sede pulsante dei sentimenti, che deve mantenere in equilibrio il sistema. Ma quando i conflitti superano il livello di guardia ecco che la pressione sale». La psicosomatica distingue le situazioni in cui è alta la minima (pressione diastolica) da quelle in cui invece il rialzo riguarda la massima (sistolica).


«Il continuo stato ansioso è tipico di chi ha la minima alta: molte donne vivono “sulla corda” senza lasciarsi mai andare, per il timore di non riuscire a gestire la loro vita e quella dei propri cari come vorrebbero», prosegue l’esperta. «Il loro inconscio mantiene in tensione le pareti dei vasi sanguigni, spesso giorno e notte, con il risultato di ipertensioni difficili da trattare anche con i farmaci. La massima alta, invece, può essere sintomo di personalità colleriche, che si sovraccaricano di impegni e responsabilità per senso del dovere: allora il sangue va alla testa e il viso si congestiona ».


Yoga e tecniche di rilassamento aiutano a prendere le distanze da ciò che ti provoca ansia e frustrazione. Ma più di tutto, secondo la nostra esperta, conta ascoltarsi. Ogni volta che sei nervosa o arrabbiata, cerca di isolarti, chiudi gli occhi e crea un tuo mondo immaginario visualizzando ciò che ti dà pace: un bel giardino, il mare, un ricordo d’infanzia. Rifugiati in questo piccolo paradiso, anche solo per pochi minuti. Ti sentirai meglio. 


Abbassala con le cure naturali

Questi rimedi omeopatici ti aiutano a contrastare un’ipertensione leggera. Aurum metallicum 5 CH è indicato quando la crisi ipertensiva è accompagna a da tachicardia, mal di testa, vampate di calore al volto. Caratterialmente tendi alla depressione, sei il tipo che si preoccupa per tutto. Se, invece, quando la pressione sale ti viene mal di testa nella zona della nuca preferisci Carbo vegetabilis 5 CH.

Soprattutto se da pallida diventi rossa, in particolare al momento dei pasti e al più piccolo sforzo muscolare ti manca il respiro. Meglio Sulphur 5 CH se senti scottare la testa e la pianta dei piedi soprattutto quando sei a letto, con sfoghi di calore al viso.

Sei un tipo impaziente e ti dedichi a mille interessi ma non approfondisci nulla. Scegli la soluzione che meglio corrisponde ai tuoi sintomi e assumila per almeno quattro-cinque mesi: 5 granuli 3 volte al giorno, lontano dai pasti. Se sei già in cura con antipertensivi non interrompere la terapia farmacologica.


Fai la tua domanda ai nostri esperti


Articolo pubblicato sul n.52 di Starbene in edicola dal 15/12/2015

Leggi anche

Ipertensione, la dieta giusta

Anche il sole previene l'ipertensione

Circolazione: gli alimenti per proteggerla

La dieta Mediterranea protegge il cuore

Sport e salute

Contro l’ipertensione, fai sport

Contrasta il diabete con lo sport

I benefici dello yoga

Depressione: come guarire con lo sport

Pubblica un commento