hero image

Insonnia da vacanza: come contrastarla

Presi dall’ansia delle cose da fare e da vedere, si riposa poco e male. Ecco come rimediare

credits: istock




Sei in vacanza e le tue notti sono agitate? Sappi che non sei la sola: secondo uno studio di Trivago, il motore di ricerca per la prenotazione di alberghi, il 56% dei turisti riposa poco e male.

«Succede anche perché dormire, quando siamo in ferie, in un contesto pieno di opportunità, nuove ed eccitanti, a molti sembra quasi una perdita di tempo», conferma Terry  Bruno, psicoterapeuta e life coach.

Ecco allora che ti giri e rigiri nel letto pensandoa tutte le cose da fare e da vedere e il sonno stenta ad arrivare.

Poi magari, se al mattino ti crogioli tra le lenzuola una mezz’ora in più, scatta anche il senso di colpa. «Ma è un approccio sbagliato», spiega Maria Beatrice Toro psicoterapeuta, esperta di mindfulness

«È proprio in vacanza che il tuo corpo ti chiede di rigenerarsi: ascoltalo e sii accondiscendente. Considera, inoltre, che non c’è una vacanza giusta e una sbagliata, ognuno deve cucirsela secondo  propri bisogni.

L’importante è liberarsi da un inutile senso del dovere (al mare o in montagna non serve!) e  dalla “schiavitù” mentale di corrispondere alle aspettative altrui piuttosto che fare quello che si vuole».


Scopri il piacere dell'imprevisto

Il primo trucco per allentare l’ansia prima della nottata, è quello di non programmare la giornata. «Vivi il piacere dell’imprevisto, lasciati sorprendere da occasioni e incontri fortuiti», consiglia la dottoressa Toro.

«E quello che non è pianificato deve essere fonte di gratificazione: quando ti metti a letto, quindi, pensa a tre cose che ti sono successe per caso durante il giorno e sii contenta piuttosto che insoddisfatta per quello che non hai fatto. Ricordati infatti che la vita è un’esperienza, non una continua prestazione».


Stai lontana dai social 

Disconnettersi da Facebook &co. è un altro valido rimedio antinsonnia: «Dopo una certa ora chiudi i social e non postare foto, così non entrerai in competizione con gli altri (“lui/lei hanno fatto più cose di me”), rispettando in questo modo il tuo bisogno di riposare prima che quello di dimostrare», suggerisce Terry Bruno.


Fai una lista di priorità 

Se i tuoi giorni di vacanza sono contati, qualche programmino lo puoi fare. «Segna su un foglio tutte le cose che vuoi fare e vedere», dice la dottoressa Bruno.

«Spunta la lista ogni sera prima di andare a dormire. È un modo per liberare la mente dalla paura di essere una perditempo. Con questo elenco tra le mani andrai a dormire serena perché sai che puoi fidarti di te stessa e delle tue capacità organizzative».


 Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 31 di Starbene in edicola dall'18/7/2017

Leggi anche

Insonnia: i campanelli d'allarme sono 4

Insonnia: gli oli naturali per dormire

Insonnia: 4 tecniche di rilassamento

I cibi per dormire bene