hero image

Dormire bene con la griffonia

Questa pianta regolarizza il delicato meccanismo sonno-veglia e e migliora l’umore. Scopri come assumerla

Foto: iStock




Che cos’è

Originaria delle regioni tropicali e umide dell’Africa centro-occidentale, la griffonia è una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose, per questo motivo è chiamata anche "fagiolo africano".

Le popolazioni indigene conoscono bene le proprietà curative della griffonia e da sempre la usano per cicatrizzare le ferite, curare i disturbi renali, attenuare gli spasmi del vomito, ma anche come ricostituente.

Non dormi a causa dell’ansia, ma non vuoi ricorrere ai tranquillanti? Puoi sfruttare i benefici di un rimedio naturale come la griffonia che riduce lo stress e migliora l’umore, regolarizzando il delicato meccanismo sonno-veglia.


Alza i livelli di serotonina e melatonina

«Le tensioni non scaricate mandano in tilt l’equilibrio ormonale, fondamentale per dormire bene», sottolinea il dottor Luigi Torchio, esperto di medicina naturale a Torino. «Diverse ricerche hanno dimostrato che esiste una diretta correlazione tra insonnia e bassi livelli di serotonina, conosciuta anche come ormone del buonumore».

Questo neurotrasmettitore svolge un ruolo importantissimo per la qualità del riposo a livello del sistema nervoso centrale, incrementando in particolare la fase Rem, quella di sonno profondo in cui si sogna.

Quando è in calo, influisce negativamente anche sulla melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia». Squilibrio che puoi risolvere grazie a questa pianta, in particolare al principio attivo contenuto nei suoi semi, il 5-idrossitriptofano (5-HTP). Agendo come precursore della serotonina, contribuisce a stimolare anche l’azione della melatonina.


Abbinala alle erbe della buonanotte

Per riuscire a rilassarti, prendi 3 dosi giornaliere di estratto secco titolato di griffonia (in erboristeria, in compresse, 1 dopo i 3 pasti principali). Se non bastasse, puoi associare una tisana preparata con un mix di valeriana, passi?ora, escolzia e biancospino che ti aiutano a combattere l’agitazione serale e l’insonnia da stress.

Versa un cucchiaio di miscela in 250 ml di acqua bollente, lascia in infusione per 10 minuti prima di filtrare e bevine 1 tazza prima di andare a letto. Continua per almeno un paio di mesi o fino al miglioramento dei sintomi.

Se, però, assumi già ansiolitici o antidepressivi consulta il medico: la griffonia interagisce con questi farmaci e potrebbe causare una sindrome da eccesso di serotonina.


Favorisci il relax con la meditazione

La sera, prima di andare a letto, siediti in una posizione comoda di fronte a una candela accesa. Concentrati sulla fonte luminosa e, respirando lentamente, cerca di immaginare che questa luce entri e si espanda dentro di te, a partire dal tuo centro (situato all’altezza del cuore), proteggendoti come un guscio bianco che ti avvolge.

Senza mai sbattere le ciglia, continua a fissare la fiammella per 10 minuti circa, finché le palpebre non tenderanno a chiudersi spontaneamente.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 27 di Starbene in edicola dal 20/6/2017

Leggi anche

Insonnia: le cure dolci

Insonnia: 4 tecniche di rilassamento

Dormire meglio con le piante medicinali

Fare sport migliora la qualità del sonno