A A

Colpo di calore: sintomi e prevenzione

Spesso confuso con l’insolazione, il colpo di calore è più grave perché, se non trattato tempestivamente, può portare a gravi conseguenze



0

Più grave dell'insolazione, il colpo di calore è un'emergenza medica che richiede l'immediato intervento del Pronto Soccorso.

Gli anziani e i bambini sono più a rischio perché il loro sistema di termoregolazione risulta ridotto. La causa dipende infatti da una mancata compensanzione dell'aumento della temperatura corpo, attraverso i meccanismi di dispersione del calore, ovvero la sudorazione e l'evaporazione.

Fai la tua domanda ai nostri esperti

COME RICONOSCERE IL COLPO DI CALORE

Il primo segnale preoccupante è la riduzione o la scomparsa della sudorazione. La cute diventa calda e asciutta, di colore rosso scuro e violaceo.

Subito dopo compaiono cefalea, nausea, vomito, vertigini e agitazione psicomotoria. La temperatura del corpo diventa molto calda e successivamente può comparire uno stato confusionale.

COSA FARE IN CASO DI COLPO DI CALORE

Solo un riconoscimento precoce della sindrome e un tempestivo soccorso può migliorare il quadro clinico. Anche se la cosa più corretta da fare è portare la vittima immediatamente al Pronto Soccorso.

Tuttavia, in attesa dell'intervento medico, qualcosa si può fare per evitare di peggiorare le condizioni cliniche.

È molto importante cercare di raffreddare il paziente, in modo da abbassare la temperatura corporea. 

Le strategie corrette sono:

- Trasportarlo in luogo fresco e ventilato
- Togliergli i vestiti che possono indurre ulteriore calore
- Bagnarlo con irrigazione di acqua fresca per qualche minuto.

COME PREVENIRE IL COLPO DI CALORE

Le regole di prevenzioni sono semplici provvedimenti dettati dal buon senso, come non esporsi al sole nelle ore più calde del giorno, evitare pasti eccessivamente abbondanti, bere molto integrando i sali minerali e rinunciare all'alcol e allo sport in caso di caldo eccessivo.

È consigliabile inoltre soggiornare in aree ventilate e all'ombra: il colpo di calore infatti può colpire anche quando la temperatura è inferiore a 30° ma è resa soffocante dal tasso di umidità superiore a 90°.


A RISCHIO NON SOLO ANZIANI E BAMBINI 

Il colpo di calore può colpire anche persone in buone condizioni di salute ma che si sottopongono ad allenamenti estenuanti quando fa molto caldo.

Se ami fare sport in estate, ricorda di:

- indossare abiti leggeri, di colore chiaro e traspiranti: vanno benissimo quelli tecnici che regolano la temperatura corporea;
- mantenerti ben idratato prima, durante e dopo l'attività sportiva;
- evitare di praticare sport intensi se la temperatura supera i 28°C;
- non sopravvalutare la tua resistenza fisica.


Pressione, le strategie per affrontare il caldo

Fitness e caldo: come allenarsi

Disidratazione: sintomi e prevenzione

Pubblica un commento