A A

Celiachia: una malattia (sociale) in aumento

A soffrire di questo disturbo, un numero sempre maggiore di persone



0

La celiachia è una patologia autoimmune che coinvolge l’intestino: il sistema immunitario infatti riconosce come sostanze nocive e dannose gli alimenti contenenti glutine, ovvero una proteina presente nei cereali, scatenando una risposta a livello intestinale.

Riconoscere la celiachia però purtroppo non è sempre facilissimo, tanto che si stima una tempistica media per la conferma di diagnosi di circa sei anni: la sintomatologia infatti, per quanto fastidiosa, risulta essere piuttosto aspecifica, dal momento che comprende diarrea, improvviso dimagrimento, astenia, stanchezza, pallore, infertilità e addirittura aborti ricorrenti.

Attualmente i dati rivelano che soffrono di celiachia circa 164.000 italiani, e che nonostante nell’ultimo anno siano state fatte circa 15.000 diagnosi in più, sarebbero ben 40.000 le persone celiache che non sanno ancora di esserlo.

Inoltre, seppur non siano del tutto noti i motivi per cui negli ultimi decenni si è verificata un’impennata del numero di casi di celiachia, probabilmente fra le cause va annoverato il crescente consumo di prodotti raffinati e industriali.

Ma come convivere con la celiachia? Attualmente, l’unico modo è adottare una dieta “gluten free” ovvero priva di glutine: questo non significa evitare solo i cereali, poiché il glutine (oltre a trovarsi in pane, pasta, biscotti, farina) si trova nascosto in una moltitudine di prodotti alimentari, ma prestare molta attenzione a qualunque cosa si mangi.

Proprio per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica su questa condizione, l’Associazione Italiana Celiachia ha organizzato, in occasione della settimana della celiachia, tutta una serie di eventi legati alla degustazione di prodotti gluten free. Anche l’EXPO di Milano sarà un’occasione importante per parlare di celiachia: basti pensare che nel 2050 il nostro pianeta sarà abitato da 9 miliardi di persone e l’1% di loro, ovvero 90 milioni di persone, dovranno nutrirsi escludendo completamente il glutine dalla loro dieta, in quanto celiaci.

Leggi anche

Celiachia, la ricerca fa passi in avanti

Il pane, scegli quello giusto per la tua dieta

Le pillole di Marco Bianchi: niente pasta, solo zucchine

Focus on: allergie

Allergie: l’insidia nel piatto

Allergia e intolleranza: qual è la differenza?

Allergie, 8 domande a cui ti diamo risposta

Pubblica un commento