A A
hero image

Una dieta sana è una dieta completa



L’Italia è il Paese della dieta mediterranea, ma spesso non siamo pienamente consapevoli dell’importanza dell’alimentazione per la nostra salute. Secondo una recente indagine curata da GfK Eurisko c’è una scarsa conoscenza riguardo agli apporti ottimali di nutrienti raccomandati, e dunque un rischio di potenziali carenze nutrizionali. Come rispondere? Con una dieta adeguata, ed eventualmente  con il supporto di un integratore alimentare.


Un Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità: è questa la definizione che l'UNESCO ha dato della dieta mediterranea, un tesoro di conoscenze basato su una saggezza popolare costruita in secoli di vita agricola. Oggi gli studi hanno confermato i benefici per la salute di un modello alimentare basato sul consumo di cereali, verdure, frutta fresca e secca, olio extravergine d'oliva e, in moderate quantità, pesce, carne e latticini. Al momento di passare dalla teoria alla pratica, però, complici i mille impegni di ogni giorno, finiamo spesso per alimentarci in modo frettoloso e ripetitivo, puntando più sulla praticità che sulla qualità. Da una recente indagine GfK Eurisko emerge, inoltre, una scarsa consapevolezza da parte della popolazione italiana di quali siano le abitudini alimentari adeguate rispetto al fabbisogno nutrizionale dell’organismo, in particolare nella fascia over 50. Frutta e verdura, ad esempio, non mancano mai sulle tavole degli italiani, ma solo il 15% circa della popolazione introduce nella propria dieta giornaliera il corretto apporto consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, pari ad almeno 5 porzioni al giorno. Si rischia, quindi, di incorrere in carenze di vitamine e minerali, nutrienti preziosi per il nostro corpo. Le conseguenze? Malesseri ricorrenti e spossatezza, per citare i più lievi e frequenti.


Una scelta di semplicità

Ma come fare per alimentarsi in modo completo? La risposta è più semplice di quanto pensiamo e inizia con un maggiore consumo di frutta e verdura fresche di stagione che contengono in quantità le vitamine e i minerali di cui abbiamo bisogno. La razione raccomandata di cinque porzioni al giorno può essere raggiunta facilmente aggiungendo ai pasti principali – che dovrebbero sempre comprendere una o più porzioni di verdure – anche due spuntini a base di frutta. Inoltre, se aggiungiamo alla nostra colazione o arricchiamo le nostre insalate di un cucchiaio di frutta a guscio tritata, assumiamo una buona dose di grassi Omega3 DHA e EPA, che contribuiscono al mantenimento di livelli normali di trigliceridi nel sangue.


Integrale è meglio

Non solo pasta e riso: abbiamo a disposizione moltissimi cereali gustosi e sani da alternare ai due capisaldi della dieta. Orzo, farro, miglio, quinoa, sono fonti di proteine e di moltissimi minerali fondamentali per il buon funzionamento dell'organismo. Scegliendoli integrali, poi, apportano molte fibre: quelle di frumento, per esempio, contribuiscono all’accelerazione del transito intestinale.


E le proteine?

Le proteine sono fondamentali per il nostro benessere, soprattutto per chi ha una vita attiva e fa sport, ma anche dopo i 50 anni, quando i muscoli tendono a indebolirsi. La carne e il pesce ne sono ricchissimi, ma occorre fare dei distinguo: se consumare il pesce due o tre volte la settimana è un'ottima abitudine – è anche ricco di acidi grassi Omega3, specialmente il pesce azzurro – è meglio limitare il consumo di carne rossa a una volta la settimana, mentre quella bianca è concessa da due a tre volte. Una buona idea è consumare più legumi, ricchi di proteine: abbinandoli ai cereali si ottengono piatti gustosi e completi.


Un aiuto per il benessere

Anche a chi presta molta attenzione alla propria alimentazione può capitare di incorrere in carenze. Può accadere a causa di un periodo di lavoro intenso, oppure in particolari momenti della vita come in gravidanza o dopo i 50 anni. In questi casi, è importate ripensare la propria dieta in modo da renderla completa e bilanciata. Per sapere se sei sulla strada giusta, fai il Test della Piramide che trovi sul sito www.curarelasalute.com, e scoprirai quanto ne sai sull’alimentazione e se le tue abitudini sono corrette. E quando non è possibile seguire un’alimentazione completa e bilanciata? In questi casi, integratori alimentari specifici di vitamine, minerali e Omega3 possono essere un valido aiuto perché apportano in forma concentrata i nutrienti che il fisico richiede e contribuiscono al mantenimento di un buono stato di salute.


Per saperne di più sull'importanza di un'alimentazione sana, visita il sito http://www.curarelasalute.com/