A A
hero image

Tutti al cinema, ma in ospedale

Una sala vera e propria verrà inaugurata al Gemelli di Roma. Ma ci sono altri progetti simili in tutta Italia. Con risultati molto positivi sui pazienti

credits: iStock



0


di Cinzia Testa


Concerti di musica, film, gag comiche nelle corsie di ospedali. Succede in Italia e non si tratta di casi sporadici. Qualche esempio? Clown e comici della Onlus Teniamoci per mano rallegrano le giornate di grandi e piccoli ricoverati in 22 strutture sanitarie di nove regioni. E non mancano le novità.


Verrà inaugurata a marzo 2016 al Policlinico Gemelli di Roma, a cura di MediCinema, una sala cinematografica vera e propria, la terza dopo i progetti avviati dalla stessa Onlus presso due ospedali milanesi. E ancora, il progetto Special stage della Onlus Officinebuone, che organizza concerti di cantanti famosi e non, tra i quali anche Ornella Vanoni e Malika Ayane, all’interno dell’Istituto tumori di Milano.


Sono tutte iniziative importanti, che fanno parte di una diversa concezione del malato. «Ci sono ormai numerosi studi scientifici che dimostrano i benefici di questi stimoli sulla psiche e sul fisico, soprattutto per quanto riguarda i lungo-degenti», spiega Nadia Muscialini, psicologa e psicoterapeuta, ospedale San Carlo di Milano. «Sono i più delicati, perché trascorrono ore senza fare nulla, con i propri pensieri sulla malattia quale unica compagnia. In questo modo, invece, si distraggono e ciò comporta un miglioramento del tono dell’umore e dello stato di benessere». Non solo. Si è visto che i pazienti avvertono meno gli effetti collaterali delle terapie in corso e aumenta la fiducia in se stessi e nella propria capacità di guarigione. Una fiducia che migliora l’atmosfera del reparto e si trasmette anche ai familiari.


«Questi progetti hanno un buon effetto anche sui volontari», aggiunge l’esperta. «Vedere il paziente che ride e partecipa allo spettacolo, assistere in tempo reale ai cambiamenti in positivo, rappresentano una palestra di vita insostituibile. Sono reazioni che portano a riflettere su se stessi, sui propri valori, e scatta un sentimento simile alla gratitudine per ciò che si ha e per ciò che si può trasmettere agli altri».


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Curati con la musica: 5 melodie per stare meglio

La musica giusta per allenarti

Pubblica un commento