A A

È morto il più vecchio del mondo: il segreto della longevità

Yasutaro Koide aveva 112 anni. La sua filosofia? Non esagerare, non lavorare troppo e vivere con allegria



0
hero image

credits: iStock


Ha visto gli albori del XX secolo, ha attraversato le due Guerre mondiali, ha conosciuto il Giappone della bomba atomica e anche quello del maremoto del Tōhoku del 2011. Nato il 13 marzo del 1903 a Nagoya, Yasutaro Koide dallo scorso agosto è stato l'uomo più vecchio del mondo. Oggi è morto, due mesi prima del 113° compleanno.


IL SEGRETO PER UNA LUNVA VITA
Koide ha vissuto gran parte della sua vita a Nagoya, quarta città del Giappone, posata sulla costa sull'oceano Pacifico. In gioventù aveva lavorato come sarto in un negozio di abbigliamento per uomini a Tsuruga, cittadina ubicata tra due centrali nucleari.
Fino a ieri, quando è stato ricoverato in ospedale, Koide riusciva a camminare da solo quando era in casa e a leggere il giornale senza occhiali. Non aveva protesi ai denti.
Il segreto della sua longevità? L'ultracentenario sosteneva: non esagerare, non bere, né fumare. La sua semplice e bella lezione: "La cosa migliore è evitare di lavorare troppo e vivere la vita in allegria".


GIAPPONE DEI RECORD
Prima ancora di Yasutaro Koide, l'uomo più vecchio del mondo era un altro giapponese, Sakari Momoi, anche lui deceduto a 112 anni. Ora il primato resta nel Sol Levante e passa a un altro nipponico, Masamitsu Yoshida, 111 anni, nato il 30 maggio 1904 a Tokyo.
Dopo il Principato di Monaco, il Giappone è il Paese con la più alta aspettativa di vita, di oltre 80 anni in entrambi i sessi (secondo gli ultimi dati disponibili 80,5 anni per gli uomini, 86,83 anni per le donne).
Recentemente si è parlato in verità dell'esistenza di un brasiliano di ben 131 anni, Joao Coelho de Souza, ma la veridicità della sua età è ancora da verificare. La sua alimentazione? Riso, pesce e fagioli.

hero image

credits: iStock


È DONNA LA PERSONA PIÙ LONGEVA
Il record per la persona più anziana vivente al mondo, secondo il Guinness dei primati, spetta invece a una donna. Non crediate di rintracciarla in qualche sperduto e ridente villaggio immerso nel verde. Vive a New York, Brooklyn, e si chiama Susannah Mushatt Jones. Età: 116 anni.
Ha ereditato il primato ad aprile 2015 dal signor Misao Okawa, ovviamente giapponese, morto a 117 anni.


ITALIANI I PIÙ LONGEVI DELL'UNIONE EUROPEA
Dal nostro canto noi italiani non ce la passiamo comunque male. Nell'Unione Europea, secondo dati Istat, l'Italia si colloca al primo posto sul fronte maschile per aspettativa della vita con 80,3 anni; per le donne siamo invece al terzo posto con 85,2 anni.
Secondo la Coldiretti il merito di questi bei numeri è da rintracciare nella dieta mediterranea: pane, pasta, frutta, verdura, olio extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati in pasti regolari sarebbero l'elisir del benessere. 
La persona più anziana d'Italia è una donna, si chiama Emma Marano ed è la seconda decana al mondo. Nata il 29 novembre 1899, ha ben 116 anni, abita a Verbania e ha una dieta tutta sua: mangia 3 uova tutti i giorni (recentemente 2 anziché 3).

Leggi anche

Con 3 uova al giorno campi cent'anni

Le novità della medicina antiaging

Come ci si sente da anziani? Invisibili

Pubblica un commento