A A
hero image

One Billion Rising, balliamo contro la violenza sulle donne

Il 14 febbraio in più di cento città italiane si danza per un’ottima causa



Il 14 febbraio in 207 nazioni nel mondo e in più di 100 città italiane si balla per dire basta alla violenza contro le donne e le bambine. Nata nel 2013, torna per il terzo anno consecutivo One Billion Rising, la campagna ideata da Eve Ensler, scrittrice statunitense fondatrice del movimento V-Day e autrice de I monologhi della vagina. L'iniziativa finora ha spinto più di un miliardo di persone a danzare in nome di un'ottima causa.

Da Roma a Milano, da Genova a Bologna, da Lecce a Trieste, tante le realtà che aderiscono in Italia, da nord a sud, grazie a una rete di associazioni e militanti che operano durante tutto l'anno sul territorio ma anche per merito di scuole, università, istituzioni culturali.

La data per muoversi a ritmo di musica è ancora una volta il giorno di San Valentino, per sottolineare che non sono importati fiori o cioccolatini, ma un vero atto d'amore, gioioso, celebrato dalle donne e dagli uomini che le rispettano, con la volontà di manifestare insieme per chiedere un mondo in cui  le donne possano vivere al riparo dalla violenza e dall'abuso.

Le note saranno quelle dell'inno Break the Chain, per spezzare le catene della violenza e dimostrare che si può farlo con allegria, in maniera politica ma con il sorriso. La danza è contagiosa e libera, fuori dal controllo di Stati e corporazioni, e può anche essere una sfida, rabbiosa, pacifica, briosa.