A A
hero image

Una malattia con la C, la campagna contro l’epatite C

Online un sito in cui oltre 60 medici, tra infettivologi e gastroenterologi, offrono un consulto specialistico gratuito



0

Ben due italiani su tre ammettono una scarsa e inadeguata conoscenza dell'epatite C, un'infezione di cui non percepiscono la diffusione. Addirittura il 91% non sa che si manifesta senza sintomi evidenti. Eppure l'Italia è uno dei primi Paesi in Europa per numero di persone HCV positive, il Paese in cui l'epatite C è la causa prevalente di epatiti croniche, cirrosi, tumori primitivi  del fegato, trapianto di fegato e decessi per progressione dell'epatopatia. Informarsi è dunque la vera strategia di prevenzione.

Di fronte ai dati emersi dalla ricerca realizzata da Doxa Pharma per l'azienda biofarmaceutica AbbVie, diventa emblematica e importante la nuova campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione "Una malattia con la C", promossa da AbbVie, con il patrocinio dell'Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF), della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) e di EpaC Associazione Onlus. 

"L'indagine evidenzia una scarsa conoscenza dell'epatite C anche tra coloro che hanno un contatto diretto con persone affette dalla patologia (il 43% di chi ha un parente conepatite C e il 60% di coloro che hanno un conoscente che ha contratto la malattia) e che, quindi, possono essere potenzialmente esposti al virus", ha detto il Prof. Massimo Andreoni, presidente SIMIT. "Gli intervistati dimostrano inoltre una conoscenza insufficiente dei comportamenti corretti da seguire per proteggersi dal rischio di contagio".

Per far sì che cali questo velo di non conoscenza dal 15 aprile fino a ottobre è online il sito Unamalattiaconlac.it dedicato all'approfondimento e al dialogo con i medici specialisti delle Società scientifiche AISF e SIMIT. È possibile richiedere informazioni, porre quesiti e chiarire dubbi. Oltre 60 dottori, tra infettivologi e gastroenterologi, specializzati nella cura delle malattie epatiche, sono a disposizione della popolazione per offrire un consulto specialistico gratuito.

Nel mese di giugno, inoltre, sarà disponibile un numero verde gratuito per una consulenza con gli specialisti delle società scientifiche e, attraverso la stessa linea, si potranno avere informazioni anche dai rappresentanti dell’Associazione Pazienti EpaC Onlus.

Si stima che in Italia siano affette dall'epatite C circa 1.200.000 persone e 300.000 siano quelle diagnosticate.

Pubblica un commento