A A
hero image

Amico del cuore: dopo l’infarto tieni il colesterolo sotto 70

Il 16 aprile in tutta Italia si svolge la campagna informativa Anmco sulla qualità della vita dopo un evento coronarico acuto

credits: iStock



0

"Dopo l'infarto il colesterolo conta". È questo il monito che lancia "Amico del cuore", la campagna informativa dell'Anmco (Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri). Rivolta ai pazienti dimessi dall'ospedale dopo un infarto, si tiene il 16 aprile 2016 in tutta Italia. 

Ogni anno nel nostro Paese si contano 135 mila eventi coronarici acuti, dei quali un terzo è fatale. Le persone che hanno avuto un infarto hanno un elevato rischio di svilupparne un secondo. Per questo bisogna tener ben in mente un trio di numeri chiave: 70, 130 e 60.

I NUMERI DELLA SALUTE DEL CUORE
Le principali società scientifiche concordano nell’indicare che le persone con rischio cardiovascolare molto elevato, come quelle già colpite da un infarto, devono portare il livello di colesterolo LDL stabilmente al di sotto di 70 mg/dL per diminuire la probabilità di un secondo evento. 
Dopo un infarto la pressione arteriosa deve essere tenuta sotto i 130 mmHg di massima e 80 mmHg di minima. Per le persone con diabete o con problemi renali i valori indicati devono mantenersi al di sotto dei 120mmHg.
La frequenza cardiaca auspicapile è di 60 battiti al minuto (o al di sotto di questa soglia). 

LA CAMPAGNA INFORMATIVA
La campagna "Amico del cuore" vuole offrire ai pazienti tutto il supporto e le informazioni di cui hanno bisogno per tornare pienamente a una vita normale.
Il 16 aprile, in contemporanea in 14 sedi italiane Anmco collegate tra di loro via satellite, si svolge un talk show informativo: 60 specialisti cardiologi daranno preziose indicazioni sulla qualità di vita dopo l'infarto. 90 minuti per conoscere le regole fondamentali da seguire dopo l'infarto
Partecipando all'Open Day riceverai in omaggio un utile kit contenente l’opuscolo informativo “Conosci i limiti del colesterolo?” e il regolo per il calcolo del colesterolo LDL.

Qui puoi scaricare il programma dell'evento nella tuà città.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Depressione e infarto: qual è il legame?

L’infarto è più letale nelle donne

Dopo un infarto, non abbassare la guardia

Cuore in salute: piante medicinali alleate nella prevenzione

Ottimista? Cuore più in salute

Pubblica un commento