A A
hero image

Cellulite, è il momento giusto per combatterla davvero

Un tempo considerata un semplice problema estetico, oggi viene trattata come un vero fenomeno patologico. Scarica il pdf dello Speciale Cellulite, con tutti i consigli e i prodotti scelti da Starbene



0

 

Cellulite, scopri le strategie vincenti! Oggi la medicina offre tanti strumenti mirati per affrontare il problema (tutto femminile)

SCARICA IL PDF DELLO SPECIALE CELLULITE E SCOPRI I PRODOTTI SCELTI DA STARBENE

______________________

CELLULITE, I CONSIGLI DEL MEDICO

Un tempo considerata un semplice problema estetico, oggi la cellulite viene trattata come un vero fenomeno patologico poiché consiste nella progressiva alterazione chimico-fisica dei pannicoli adiposi sottocutanei.

«Il punto di partenza, comune a tutte le forme, consiste in un’alterazione del microcircolo del tessuto sottocutaneo», spiega Maria Gabriella Di Russo, medico estetico. «Errori comportamentali, di igiene di vita e alimentari, fattori vascolari, squilibri ormonali e alterazioni metaboliche possono essere cause predisponenti o scatenanti, di tipo genetico o acquisito. In ogni caso, la panniculopatia-edematofibro- sclerotica, detta comunemente “cellulite”, per ogni donna è un cruccio, un vero problema».

La diagnosi è fondamentale
«L’intervento del medico è necessario per formulare una diagnosi puntuale. Avvalendosi di un’ ottima anamnesi e di una accurata visita con plicometria o impedenziometria, si è in grado di valutare il grasso sottocutaneo, la quantità di massa magra oltre che la quantità di acqua intesa come indice di ritenzione. In casi particolari si può richiedere una valutazione doppler o ecografica. Periodicamente, poi, è utile monitorare gli ormoni tiroidei ed estroprogestinici, oltre che eseguire un esame completo del sangue per escludere disturbi come diabete, epatopatie, sovrappeso, dislipidemie».

Ma si può “sconfiggere”?
«Può essere “contrastata” e ridotta nelle sue manifestazioni più antiestetiche se si ricorre a soluzioni diverse, mirate e personalizzate, che vanno dalla correzione degli errori alimentari e comportamentali, all’applicazione di più terapie, aiutandosi anche con prodotti fitoterapici, omeopatici e integratori», continua la dottoressa Di Russo. «Il trattamento deve avvenire a più livelli, non è sufficiente una singola terapia, ma è necessario un mix di tecniche. Medico e paziente devono allearsi e collaborare: solo così si possono ottenere buoni risultati».

Si affronta a 360 gradi
«I trattamenti anticellulite sono molteplici, dai più semplici ai più sofisticati. Per prima cosa, è importante seguire una dieta equilibrata. L’alimentazione corretta va affiancata ai trattamenti medici adatti al singolo caso, da effettuare all’inizio ogni settimana, poi ogni quindici giorni e infine mensilmente come mantenimento. Così si ottengono risultati visibili, senza stressare la paziente ma, soprattutto, il suo organismo. Migliora la microcircolazione cutanea nelle aree interessate, le zone colpite dalla cellulite perdono centimentri e la qualità dei tessuti migliora. Non vanno dimenticate le terapie di mantenimento a base di fitoterapici, creme, integratori e antiossidanti, da effettuare nei periodi di pausa tra un ciclo di trattamenti e l’altro».

Pubblica un commento