A A
hero image

La barba? Protegge dalle malattie

Uno studio ha scoperto che la peluria sul viso degli uomini può avere una funzione antibiotica

iStock



0


di Oscar Puntel


Modaioli hipster o svogliati mattutini della lametta: sappiate che tenere la barba lunga allontana dalle malattie. La moda che impazza soprattutto fra i giovanissimi – quella di avere il volto incorniciato da una barba curata e scolpita di una geometria quasi perfetta – in realtà potrebbe comportare dei benefici per la salute dei ragazzi. È una delle conclusioni cui è giunta una ricerca condotta da un programma di medicina della televisione britannica Bbc, che ha analizzato campioni piliferi di alcuni volontari. Si è scoperto che fra i batteri che si annidano nelle barbe ve n'è uno, lo Staphylococcus epidermidis, che annienta addirittura l'Escherichia coli, altro comune batterio, tanto temuto nelle strutture sanitarie perché responsabile di molte infezioni. Già uno studio scientifico recentemente aveva evidenziato che, negli ospedali, i degenti senza barba sono più esposti a malattie trasmesse da germi e virus.


UNA BARRIERA NATURALE

Insomma: le barbe avrebbero una funzione antibiotica? Stefano Calvieri, docente di Malattie cutanee e veneree all'Università La Sapienza di Roma, ci spiega: «Il nostro corpo è circondato da un sistema-barriera, che ha la funzione di proteggerci da ogni agente esterno potenzialmente dannoso. L'insieme dei batteri che vivono sulla nostra epidermide e sui nostri peli esterni si chiama microbioma. Alcuni di questi organismi hanno le medesime capacità delle cellule di produrre molecole di difesa. In sostanza, ci ritroviamo addosso degli antibatterici naturali».


NON È UN CROGIOLO DI BATTERI

L'immaginario comune è che nella barba si annidi di tutto. «Ma questa è un’idea sbagliata», dice il professore. «Come si diceva, la barba fa parte di un complesso schermo protettivo, composto anche dalla stessa cute e da tutti i peli che avvolgono il nostro corpo. Tanto più la “barriera” è funzionale a racchiudere i batteri responsabili di infezioni e virus, tanto più efficace sarà la difesa». Il nostro microbioma non è uniforme su tutto il corpo: la distribuzione di certi batteri cambia di zona in zona. «La barba è sicuramente una zona ad alta concentrazione, cioè dove il microbioma è più ricco di organismi, anche potenzialmente benefici», chiarisce Stefano Calvieri. Altro che hipster. Del vezzo di non radersi beneficia prima di tutto il nostro sistema immunitario. Poi anche il look, ma quella è un'altra faccenda.


21 gennaio 2016

Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Perché gli uomini non corteggiano più

I cibi amici della pelle

Capelli brillanti con il bicarbonato

Pubblica un commento