Nuoto, elisir per il cuore

Una bella nuotata, magari approfittando delle vacanze al mare, può essere molto salutare. La ricerca dell’University of Texas pubblicata sull’American Journal of Cardiology


2

Scegliere di dedicarsi regolarmente al nuoto per 3-4 volte a settimana dai 15 ai 45 minuti, può avere molti effetti benefici sull’organismo: aiuta a bruciare le calorie in eccesso, abbassa lo stress e oggi riduce anche i rischi cardiovascolari per il cuore, migliorarendo la funzionalità del muscolo. Lo rivela lo studio dell’University of Texas di Austin, pubblicato sull’ American Journal of Cardiology.

I ricercatori hanno esaminato 43 adulti con vita sedentaria e con pressione arteriosa elevata. Facendo seguire loro un programma di 3 mesi di nuoto moderato, sono riusciti a diminuire la loro pressione sanguigna sistolica di una media di 9 punti.

«Per la prima volta è stato dimostrato che allenamenti in vasca per 3-4 volte a settimana, della durata di 15-45 minuti hanno portato ad un significativo miglioramento nella funzione vascolare dei pazienti. L’ arteria carotidea - sottolineano gli scienziati – in chi ha deciso di allenarsi in vasca è diventata più elastica e reattiva ai cambiamenti nel flusso sanguigno. Un segnale – concludono – molto utile perché quando queste arterie sono rigide il cuore ha più difficoltà a pompare il sangue».

Pubblica un commento

  1. Io ho 52 anni e pratico nuoto a buon livello 5 giori alla settimana per un un’ora al giorno con un allenamento d 100 vasche da 25 mt con stle rana e dorso e devo dire che al termine della sessione di allenamento non ho neanche il fiatone e il mio cuore ha un battito regolare ma soprattutto mi sento benissmo!!!!!!!!!!!!!!!