A A

Il colorito del viso parla di te

Rossori, gonfiori e occhiaie segnalano disagi nascosti, che puoi risolvere con la medicina naturale



0

Diventi rossa se ti arrabbi o ti vergogni; quando sei triste la tua pelle è spenta e opaca, timori e paure ti fanno impallidire. «La cute e il sistema nervoso hanno la stessa origine quando sono ancora degli embrioni: nascono dall’ectoderma, “foglietto” di cellule presenti nelle prime fasi di sviluppo, da cui prendono vita anche organi di senso e nervi periferici», spiega il dottor Luigi Torchio, esperto di medicina naturale. Ecco perché la pelle del viso è lo specchio dei tuoi stati d’animo e del tuo stile di vita: stress e cattiva alimentazione, infatti, sono le cause principali quando ti vedi segnata e spenta.

TOSSINE E CATTIVI PENSIERI

I disturbi della pelle hanno la caratteristica di essere visibili agli occhi di tutti: forse stai lanciando un segnale d’allarme, a te stessa e a chi ti sta vicino. In questo periodo, avvampi senza motivo e il rossore persiste? «Questa reazione può dipendere dalla pressione alta, dalle variazioni ormonali della premenopausa, dal sovraccarico di tossine legate a una dieta povera di vitamine e minerali antiossidanti, ma è anche il segno di forte emotività: il continuo affluire del sangue al viso può portare alla dilatazione cronica dei capillari e quindi alla couperose», sottolinea l’esperto. «Colpisce le persone che tendono all’insicurezza, hanno scarsa autostima e provano forti emozioni che trattengono e che, così, dilatano i capillari nello sforzo di manifestarsi».

ATTENTA AI RENI

Se, invece, ultimamente la tua pelle è grigia, il viso è gonfio e hai le borse sotto gli occhi, attenta ai reni: «Può dipendere dalla ritenzione idrica, per eccesso di sale nella dieta», interviene il dottor Torchio. Liquidi trattenuti, ma anche lacrime: forse stai somatizzando il disagio in un pianto silenzioso e interiore, indice di una personalità ipersensibile che sente troppo le pressioni, lavorative o familiari. Qualcosa ti sta logorando e hai difficoltà a reagire. Vale anche per le occhiaie marcate, persino se dormi abbastanza; quella sotto gli occhi è l’area che corrisponde ai reni: forse bevi poco o mangi troppe proteine. Probabilmente è anche un periodo in cui sei sopraffatta dai problemi: ti sembrano sempre di più rispetto alla tua capacità, in tempo e determinazione, di risolverli. Attenta se ti vedi giallastra: fegato affaticato e rabbia stanno compromettendo la tua salute. Sei costretta a mandare giù bocconi amari, senza poterti sfogare? Per restituire alla tua pelle luminosità e bellezza, cerca di dare più spazio ai sentimenti e prova subito i rimedi soft del nostro esperto.

TRE MOSSE DOLCI SALVA PELLE

Per i rossori

Per calmare l’irritazione prova un impacco a base di foglie di borragine. Quelle fresche, stropicciate o pestate, sono ottime per applicazioni disinfiammanti che, in più, ridonano elasticità alla tua pelle. Se, invece, il rossore è accompagnato da prurito, preparati un infuso con 5 g di sommità fiorite per 100 ml di acqua (o una bustina): dopo averlo lasciato raffreddare e filtrato, applicalo con una garza imbevuta sulle parti che ti prudono.

Per le occhiaie

Vuoi far sparire le borse sotto gli occhi? Il nocciolo depura, ha un effetto vasocostrittore e cicatrizzante, quindi è tra i rimedi migliori per cancellare anche le occhiaie. Preparati un infuso con un mix di corteccia e foglie, 2 g di ciascuno, ogni 100 ml di acqua. Lascia raffreddare, filtra, imbevi una garza e fallo agire come lozione rinfrescante e astringente.

Per una pelle luminosa

Prenditi cura della pelle del viso con questo massaggio che distende e ridona luminosità. Fallo la sera, con qualche goccia di olio di mandorle. Parti dal centro della fronte, verso l’esterno, con le dita parallele e le mani a coppa. Poi passa alle guance, muovendoti sempre dall’interno verso l’esterno e concludi sul mento, verso gli angoli della bocca. Quindi, tamburella delicatamente la zona del contorno occhi con i polpastrelli. Ripeti, con calma, per almeno 5 minuti.

Pubblica un commento