A A

A Genova Slow Fish, dove il mare è di tutti

Dal 9 al 12 maggio al Porto Antico di Genova un mercato all’aperto, eventi e incontri con pescatori, chef ed esperti per conoscere l’ambiente marino e le risorse ittiche



0

Il tema “Il mare di tutti” è al centro della manifestazione dedicata al mondo ittico e agli ecosistemi acquatici – organizzata da Slow Food e Regione Liguria, in collaborazione con Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

I percorsi didattici - L’evento a ingresso libero, allestito sulle banchine che si affacciano sul mare, intende far conoscere al grande pubblico l’ambiente marino e le risorse ittiche. Per farci capire meglio l’importanza delle nostre scelte nel determinare lo stato di salute dei mari, in questa sesta edizione Slow Fish punta a coinvolgere direttamente i visitatori. Partecipando ai percorsi didattici, studenti, bambini e adulti imparano a riconoscere le specie meno note e i trucchi per scegliere i pesci giusti in pescheria, mentre imbarcandosi su un peschereccio condividono i pescatori i segreti per conservare al meglio il frutto della loro pesca. Inoltre, grazie alla preziosa esperienza dei cuochi e docenti Master of Food, ognuno può far pratica di sfilettatura e brodetti di pesce, imparare a fare una frittura perfetta e insaporire ogni preparazione in una vera e propria Scuola di cucina.

Fish & Chef - Novità dell’edizione 2013 sono gli appuntamenti Fish & Chef, in cui 16 tra i più grandi nomi della ristorazione italiana e internazionale interpretano il pescato di giornata per il pubblico presente, proponendo in abbinamento selezionate etichette di vino o birra.

Prodotti attenti all’ambiente - Tra le bancarelle del Mercato si trovano pesce fresco e conservato, olio, spezie, sale, alghe e derivati. Gli espositori italiani e stranieri hanno sottoscritto un impegno a non utilizzare conservanti e aromi artificiali e a non vendere tonno rosso, pesce spada, squalo e salmone, specie a rischio d’estinzione. Sempre nel mercato si trovano i Presìdi del mare, esempi concreti di come i pescatori possano trovare il giusto equilibrio tra la necessità di svolgere le loro attività tradizionali e la tutela del delicato ambiente in cui lavorano. In rappresentanza del progetto di tutela più importante di Slow Food, non mancano inoltre gli altri Presìdi, come pani e prodotti da forno, ortaggi, formaggi e salumi.

I Laboratori dell’acqua – Tornano poi i Laboratori dell’acqua, momenti d’informazione e approfondimento con esperti; e le Cucine di strada, per scoprire le specialità gastronomiche dei diversi territori. Uno spazio speciale in cui accomodarsi per gustare piatti a base di pesci locali e di stagione è il Bistrot dell’Alleanza, dove protagonisti sono i cuochi che in tutto il mondo si impegnano a proteggere la biodiversità promuovendo i prodotti dei Presìdi nei loro menù. L’Enoteca proporrà poi i vini migliori da abbinare ad ogni degustazione.

Slow Fish è anche una campagna internazionale che informa i consumatori, valorizza il pesce buono, pulito e giusto, e agevola il confronto tra chi pratica la pesca sostenibile

Info: Slow Fish

Pubblica un commento