A A

In forma saltando con il Kangoo Power

Secondo diversi studi scientifici, l’esercizio del rimbalzo permetterebbe di migliorare efficacemente il benessere fisico



0

Hai mai pensato di rimetterti (o mantenerti) in forma saltando come un canguro a ritmo di musica? Grazie alla particolare e divertentissima disciplina del Kangoo Power è ora possibile!

Per praticare questa peculiare attività sportiva, basata sull’efficace esercizio del rebounding (cioè del rimbalzo), sono infatti necessari dei calzari specifici chiamati Kangoo Jumps, ovvero degli stivaletti molto simili ai rollerblade i quali, invece di essere muniti di rotelle, dispongono di due archi a molla contrapposti che permettono di saltare fino ad una altezza di 70 centimetri!

«Oltre ad essere facili e divertenti da utilizzare, i Kango Jumps permettono di allenarsi sfruttando, senza alcun rischio per le ginocchia e la colonna vertebrale, l’esercizio del ‘rimbalzo’ , un’attività che offre innumerevoli vantaggi ai fini del benessere psicofisico – spiega Corina Gabriela, istruttrice di Kangoo Power (fai la tua domanda ai nostri esperti) – Per avere prova della sicurezza di questi calzari, è sufficiente pensare che sono stati progettati da un dottore canadese, Lektham Gregorio, per essere impiegati nella riabilitazione degli atleti colpiti da infortunio o da sovraffaticamento».  

Peraltro, dopo essere state perfezionate e presentate da Denis Naville alla Fiera Campionaria di Parigi del 1994, le Kangoo Jumps sono quindi entrate a pieno titolo nel mondo del fitness, conoscendo un incredibile successo.

«Le Kangoo Jumps riducono l’impatto a terra dell’80%, motivo per cui permettono di migliorare la resistenza e la funzionalità del sistema cardiovascolare proteggendo nel contempo le ginocchia e le articolazioni – aggiunge Corina – Per questo il Kangoo Power è un’attività sportiva adatta a tutti, dai bambini di sei anni fino ai novantenni!».

Ma c'è di più: tra i vantaggi di utilizzare questi calzari, rientra anche la possibilità di correggere la postura e di migliorare il benessere fisico generale.

Diversi studi scientifici hanno infatti dimostrato come il rebounding produca sulle cellule un movimento alternato di allungamento e schiacciamento (analogo a quello di un palloncino spinto sott’acqua e poi tirato verso la superficie) che permetterebbe di facilitare il trasporto dei nutrienti e l'eliminazione delle tossine, con benefici tali per l’organismo che il dottor James White, fisiologo presso l’Università della California, ha definito il rebounding come «la cosa più vicina alla Fonte della Giovinezza che la scienza abbia mai scoperto».

Oltre a stimolare l’attività di ogni singola cellula dell’organismo, il rebounding permette infine di lavorare efficacemente sull’apparato muscolo-scheletrico (grazie allo sfruttamento della forza di gravità), migliorare la capacità cardiorespiratoria, bruciare molte calorie (e quindi intaccare i depositi accumulati nei tessuti adiposi), tonificare i muscoli e rafforzare tendini e legamenti, il tutto a suon di musica e di divertimento.

Ma in cosa consiste una lezione di Kangoo Power?

«Una sessione di allenamento "tradizionale" è strutturata ad intervalli, ognuno dei quali focalizzati più sulla parte cardio o sulla tonificazione – prosegue Corina – L’allenamento inizia con dieci o quindici minuti di riscaldamento, a cui seguono trenta minuti di esercizi derivati dall’aerobica (come leg curl, pendulum, knee up, jumping jack, skip) che vengono messi insieme per creare una coreografia. Tutto il lavoro è sempre accompagnato da musica, saltelli e rimbalzi, alternati a esercizi  di tonificazione che talvolta prevedono anche l’utilizzo di pesetti o attrezzi simili. La lezione si conclude quindi con quindici minuti di defaticamento e stretching».

Leggi anche

I consigli fitness per perdere peso

Come accelerare il metabolismo?

3 esercizi per le “ali di pipistrello”

Come tornare in forma?

6 mosse per perdere peso senza sforzo

Preparati alla "prova costume"

Prova bikini, ecco il programma last minute

Pubblica un commento