A A
hero image

5 buoni motivi per provare la bici elettrica

Oggi in Italia circolano più di 56 mila bici elettriche. Scopri perché la pedalata assistita ti fa dimagrire e mantiene in salute ossa e articolazioni

iStock



0

Hai sempre amato la bicicletta. Per ragioni diverse hai accantonato questa passione e temi che riprendere ti costerà troppa fatica? A venirti incontro è l’ultima tendenza del mondo delle due ruote a impatto zero: l’e-bike. Conosciuta anche come bicicletta a pedalata assistita è una bici che, grazie a un motorino elettrico che si attiva quando inizia a pedalare, pronto ad aiutarti a rendere più agevole la performance e a non farti impiantare sulla strada quando non hai più forza nelle gambe.

Secondo i numeri presentati recentemente dall’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori, le vendite di questi mezzi nell’ultimo anno sono addirittura aumentate del 9,8%. E oggi, in Italia, circolano più di 56 mila e-bike. Vuoi provare anche tu?

Ecco 5 buone ragioni per farlo, suggerite da Piero Nigrelli, direttore del settore ciclo di Ancma


USI LA BICI PIÙ SPESSO
Un recente studio sviluppato dall’Institute of Institute of Transport Economics norvegese condotto su 226 ciclisti volontari, ha dimostrato che chi possiede una e-bike fa, in media 1,4 viaggi al giorno, contro gli 0,9 di chi, invece, preferisce la bicicletta classica. Un successo che, secondo i dati, coinvolge soprattutto il mondo femminile. «Secondo gli studi, inoltre, chi ha una bici tradizionale copre circa 5 km al giorno, mentre chi possiede un’e-bike arriva a superare i 10 chilometri. Un risultato praticamente raddoppiato», spiega il nostro esperto. Questo significa limitare ulteriormente l'utilizzo dell'auto, evitare di inquinare e, grazie al movimento della pedalata, assicurare un po' di fitness alle gambe e mantenere in salute ossa e articolazioni.


ACQUISTI SEMPRE UN MEZZO AFFIDABILE
«I costi di una e-bike, in media, sono più alti rispetto a quelli di una bicicletta tradizionale», mette in guardia Nigrelli. «Una bici a pedalata assistita infatti, ha un prezzo di circa 2000 euro, contro gli 800 euro richiesti per una bici classica di buona qualità. A fare la differenza, infatti, è il motorino elettrico, che costa circa 1000 euro», chiarisce Nigrelli, che però precisa: «Le e-bike non utilizzano come base modelli a buon mercato, e proprio per questo chi acquista una bici a pedalata assistita sa di comprare sempre un mezzo di qualità molto alta, che non riserva spiacevoli soprese».


AFFRONTI I PUNTI CRITICI CON MAGGIORE SICUREZZA
«Spesso molti ciclisti incontrano grandi difficoltà quando si ritrovano nel bel mezzo di una salita che non riescono ad affrontare. Oppure in città, per non perdere lo slancio della pedalata, corrono il rischio di superare un incrocio anche se il semaforo è giallo o addirittura rosso», dice Nigrelli. «È in momenti critici come questi che il motorino elettrico diventa fondamentale, perché fornisce l’aiuto per superare il dislivello e rende più agevole la pedalata per ripartire quando si è fermi, in attesa che scatti il verde. Evitando così di rischiare manovre pericolose».


PROLUNGHI LE PERFORMANCE
«Uno dei segreti del successo delle e-bike in nord Europa è l’aver permesso ai ciclisti di una certa età di mantenere intatto il numero di chilometri che percorrevano quando erano più giovani e utilizzavano la bicicletta tradizionale», spiega l’esperto. Un fattore che invoglia a non mollare l’attività sportiva anche se l’età inizia a farsi sentire, con grandi benefici sia per i muscoli, sia per l'aspetto psicologico.


VAI AL LAVORO SENZA SUDARE
«In tanti vorrebbero andare in ufficio in bicicletta ma, in questi casi, occorre fare i conti con problemi di natura pratica, come la sudorazione che si fa abbondante soprattutto in vista dell’estate e, di conseguenza, il dover passare la giornata con addosso vestiti madidi e maleodoranti», dice Nigrelli. «Un problema che con l’e-bike non esiste, perché la pedalata assistita ti permette di muoverti senza sudare le proverbiali sette camicie, anche se fuori fa caldo», assicura l’esperto.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Bicicletta elettrica: quali benefici?

6 ragioni per imitare i ciclisti del Giro d'Italia

Bici: 10 motivi per pedalare

Pubblica un commento