A A

Affondi: gli errori da evitare

Ecco quali accorgimenti adottare per eseguire gli affondi in maniera corretta e limitare così il rischio di traumi



0

L'affondo è un esercizio comunemente eseguito per rafforzare la muscolatura a sostegno di fianchi, ginocchia e caviglie.

Rispetto allo squat, un piegamento sulle ginocchia effettuato mantenendo i piedi paralleli, l’affondo richiede di mantenere, in fase di discesa, una gamba davanti all'altra, fattore che impica un maggior impiego di forza, equilibrio e stabilità di base.

Ecco alcuni suggerimenti per eseguire un affondo in maniera corretta ed evitare così di compromettere l'efficacia dell'esercizio o addirittura di subire qualche trauma o lesione.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Mantenere una buona postura

Durante l’esecuzione del movimento, è necessario mantenere la schiena dritta, le spalle aperte e il petto sollevato. La testa invece deve essere rivolta in avanti, con lo sguardo fisso davanti a sé.

I piedi devono essere allineati con i fianchi

Nella posizione di partenza e conclusiva dell’affondo, le gambe dovrebbero essere allineate con i fianchi.

Molte persone invece tendono ad eseguire gli affondi “camminando”, ovvero effettuando un piegamento dietro l’altro in maniera continuativa ed alternata, fattore che rende l’esercizio molto più difficoltoso e meno funzionale.

Le ginocchia non devono superare la linea dei piedi

A conclusione della discesa, sia la gamba anteriore che posteriore dovrebbero formare un angolo di 90 gradi (se ciò risulta difficile, è consigliabile fermarsi prima, in una posizione confortevole).

Il ginocchio davanti invece non dovrebbe superare la linea disegnata dalle dita dei piedi così da non sovraccaricare il quadricipite e da distribuire il peso uniformemente anche sui muscoli di glutei e fianchi.

Le ginocchia devono essere allineate con il secondo dito del piede

Se si dispone di una certa debolezza a livello della muscolatura dei fianchi, si potrebbe trovare qualche difficoltà a mantenere il ginocchio allineato con il secondo dito del piede, il quale potrebbe tendere a piegarsi verso l’interno.

In questi casi è consigliabile ripetere gli affondi solamente fintanto che si riesce a mantenere il ginocchio in posizione corretta.

Leggi anche

Remise en forme: i consigli dell'esperto

Squat: gli errori da evitare

I consigli per un corretto riscaldamento

Errori da evitare

Palestra: 10 errori da non fare

Bambini e cibo: gli errori da evitare

Vegetariani sì, ma senza errori

Pubblica un commento