A A

Stop al sudore con le erbe

Tisane, impacchi e pediluvi antitraspiranti. Per sentirti sempre fresca e a tuo agio



0

di Claudio Buono

Ascelle e mani bagnate, volto appiccicaticcio, ma non solo: anche altre parti del corpo soffrono molto il caldo e per reazione cominciano a traspirare più del solito. «È una reazione normale dell’organismo per compensare la temperatura interna con quella esterna, ma quando diventa troppo visibile, può creare imbarazzo», afferma Silvana Gambaro, erborista e naturopata. Supera il disagio con i rimedi verdi suggeriti dalla nostra esperta.

Fai la tua domanda al nostri esperti

MANI 

Perché proprio lì
 
«Sui palmi le ghiandole sudoripare sono più numerose e i pori della pelle più grandi», spiega la naturopata.

Come rimediare
Equiseto, salvia officinalis e corteccia di quercia: ecco una miscela di erbe che ha un effetto astringente e deodorante sulla pelle. Utilizzale in parti uguali per una tisana: versa 1 cucchiaio del preparato in 250 ml di acqua bollente, lascia in infusione per 10 minuti, poi filtra. Bevine a piccoli sorsi almeno due tazze al giorno, mattino e sera, fino a miglioramento. Anche gli oli essenziali di timo, menta e salvia sclarea prevengono l’eccessiva sudorazione: versane un paio di gocce in una bacinella di acqua tiepida, immergi le mani e lasciale a bagno per dieci minuti. Inoltre, potrebbe esserti utile tenere in borsa una pietra di allume di rocca (la trovi in erboristeria), da sfregare sui palmi per un effetto antitraspirante.

 

ASCELLE

 Perché proprio lì
Quando sotto le ascelle si forma un alone scuro e magari anche maleodorante, non è solo colpa del caldo soffocante, «Dipende anche dal fatto che le ghiandole sudoripare stanno espellendo tossine dal corpo, il che è comunque un bene per la tua salute», afferma l’esperta. La sensazione però è alquanto spiacevole e ti mette a disagio.

Come rimediare
L’infuso di rosmarino è la soluzione ideale perché agisce sulla traspirazione (evitando la formazione degli aloni sui vestiti) senza però ostacolare l’eliminazione delle scorie da parte dell’organismo. Porta a ebollizione una tazza di acqua, aggiungi un cucchiaino dell’erba essiccata e lascia in infusione per 10 minuti prima di filtrare. Fai intiepidire, poi, con una garza o un batuffolo di ovatta, tampona la zona ascellare, precedentemente lavata. Lascia agire fino a completo assorbimento. Ripeti mattino e sera, per ridurre la quantità di sudore emessa ed evitare la formazione di odori sgradevoli. Ascelle e mani bagnate, volto appiccicaticcio, ma non solo: anche altre parti del corpo soffrono molto il caldo e per reazione cominciano a traspirare più del solito. «È una reazione normale dell’organismo per compensare la temperatura interna con quella esterna, ma quando diventa troppo visibile, può creare imbarazzo», afferma Silvana Gambaro, erborista e naturopata. Supera il disagio con i rimedi verdi suggeriti dalla nostra esperta.

VISO E COLLO

Perché proprio lì
Testa e décolléte sono i primi ad essere colpiti dai raggi solari: nulla di più normale, quindi, se le goccioline cominciano a scorrere dalla fronte lungo il volto.

Come rimediare
 
«Se il sudore abbondante su viso e décolleté ti crea imbarazzo, prova il succo di aloe vera, un idratante naturale dall’effetto rinfrescante sulla pelle che contribuisce ad abbassare la temperatura cutanea», suggerisce la naturopata. Il succo di aloe può essere bevuto tale e quale oppure diluendo un tappo dosatore in un litro d’acqua (1 cucchiaio da cucina al giorno per un paio di mesi). In più, con un cucchiaio di aloe sciolto in una tazza d’acqua fredda puoi rinfrescare viso e collo, reidratando la pelle e riducendo la sudorazione.

PIEDI

Perché proprio lì
 
«Come le mani, sono una zona ricca di ghiandole sudoripare (circa 250.000, più che in qualsiasi altra parte del corpo), ma hanno un inconveniente in più: l’eccesso di traspirazione spesso è accompagnato da cattivo odore dovuto alla proliferazione di batteri che popolano abitualmente la cute», fa notare la naturopata. 

Come rimediare
Fai un pediluvio quotidiano, la sera prima di coricarti, a base di tè nero abbastanza concentrato. Contiene acido tannico, che mantiene i piedi asciutti e deodorati. Versane una tazza in una bacinella con un paio di litri d’acqua calda o tiepida, e lascia i piedi a mollo per 10-15 minuti. Attenzione: il tè può lasciare sulla pelle una leggera colorazione, che si elimina con acqua e sapone. In alternativa, per asciugare l’eccesso di sudore e uccidere i batteri, dilusci una tazza di aceto di mele nell’acqua per il pediluvio

ZONA INGUINALE

Perché proprio lì
La sudorazione è favorita dagli indumenti (come slip e pantaloni in fibre sintetiche), che a stretto contatto con la pelle impediscono una corretta traspirazione.

Come rimediare
Fai degli impacchi a base di amamelide. L’estratto di questa pianta agisce come delicato astringente e quindi è ottimo contro la sudorazione eccessiva. Lo trovi sotto forma di tintura madre (50 gocce) o di estratto secco (15 g), da aggiungere a 100 ml di acqua. Immergi una garza nella soluzione che passerai con cura su tutta la zona inguinale. Ripeti il trattamento ogni giorno, mattina e sera, fino a quando ritieni di averne bisogno. Per evitare arrossamenti, puoi utilizzare la polvere delle spore del lycopodium clavatum. Sotto forma di talco, neutro e naturale, impedirà l’eccessiva traspirazione senza irritare le parti delicate.

Articolo pubblicato sul n.30 di Starbene in edicola dal 14/07/2015

Leggi anche

Pressione, le strategie per affrontare il caldo

Gonfiori, ecco le tisane giuste

Cistite, curala con le erbe cinesi

Le 6 tisane sgonfianti più efficaci

Pubblica un commento