A A
hero image

I rimedi green contro gli insetti

Se usi le nostre soluzioni ecologiche proteggi la tua salute e l’ambiente

Foto Volker Möhrke/Corbis



0

di Francesca Soccorsi

Parli di inquinamento e pensi ai tubi di scappamento e ai fumi delle fabbriche. Ma non basta, perché fra i nemici dell’ambiente ci sono anche gli insetticidi. Una buona ragione per cambiare rotta, cominciando dalle nostre case dove, per combattere insetti e altri ospiti sgraditi, possiamo ricorrere a ricette green, che non fanno male al pianeta, alla salute e al portafoglio. Con l’aiuto di Antonio Galdo, fondatore e direttore del sito nonsprecare.it, ti diciamo cosa ti serve.

FORMICHE

I prodotti tradizionali che trovi in commercio contro le formiche sono a base di metomil o di fipronil, due insetticidi tossici che penetrano nelle falde acquifere e poi si riversano in mare, dove vengono assorbiti dai pesci che poi portiamo in tavola.
Le ricette eco. Miscela 1 litro d’acqua, mezzo litro di aceto bianco e 4 gocce di olio essenziale di limone. Usa il mix per pulire a fondo la cucina, pavimenti compresi. Poi prepara una polvere repellente da posizionare vicino ai punti d’ingresso della casa: mescola in una ciotola 1 peperoncino fresco tritato, 10 chiodi di garofano, 1 stecca di cannella grattugiata e un cucchiaio di paprica.
QUANTO TI COSTA: spendi in tutto 1,95 € contro i 10 € di un normale spray anti-formiche.

VESPE

Gli insetticidi contro le vespe contengono tetrametrina e permetrina, due sostanze tossiche per l’uomo e per gli animali, che penetrano nelle falde e poi in mare, danneggiando alghe e fauna. Inoltre eliminare le vespe danneggia l’ambiente perché altera l’equilibrio dell’ecosistema.
La ricetta eco. Prendi un piccolo contenitore di alluminio (quello delle candele è perfetto) e riempilo con polvere o chicchi di caffè. Quindi, dai fuoco con un accendino. In pochi secondi la fiamma si esaurirà e il caffè sprigionerà un fumo aromatico sgradito alle vespe che voleranno via.
QUANTO TI COSTA: il caffè circa 10 centesimi per ogni dose contro i 10 € di un prodotto tradizionale.

MOSCHE

Gli spray moschicidi tradizionali contengono acetamiprid, una sostanza tossica per l’uomo e nociva per l’ambiente: uccide api e uccelli.
• Le ricette eco. Prepara uno spray insetticida. Metti in uno spruzzino 1 litro di aceto bianco in cui farai macerare per una settimana le foglie di un mazzetto di menta fresca, poi spruzza vicino alle finestre. Per evitare che le mosche entrino in casa, metti sui davanzali dei contenitori con grani e polvere di pepe nero. Puoi anche realizzare una carta moschicida eco: spennella su una striscia di cartoncino un composto realizzato con acqua, zucchero, pepe nero e aceto di mele e appendilo in cucina.
QUANTO TI COSTA: in totale spendi 4,35 € contro 7 € per un insetticida tradizionale e 2,50 € per un rotolino di carta moschicida.

ZANZARE

I diffusori elettrici tradizionali anti-zanzare sono a base di alletrina, che può provocare asma e irritazioni oculari, oltre a problemi di smaltimento perché vanno nella raccolta indifferenziata. Inoltre le piastrine usate contengono molti residui, inquinando terreni e falde acquifere. 
Le ricette eco. Se puoi mettere una Bat Box (una casa per pipistrelli) in terrazzo o in giardino hai risolto il problema. Un pipistrello mangia, in media, 2000 zanzare per notte. Se non hai spazio, metti una monetina di rame (1 centesimo per esempio) in tutti i sottovasi che hai in balcone: serve a rendere inospitale l’acqua dove le zanzare depongono le uova. In casa invece posiziona in ogni stanza una ciotolina con aceto e qualche fetta di limone: il mix emana un odore sgradito a questi insetti.
QUANTO TI COSTA: per la Bat Box spendi 20 € contro circa 15 € per i diffusori elettrici (te ne serve uno per stanza) più 4 € per la confezione da 30 piastrine. Con il vantaggio che la Bat Box dura per sempre.

FARFALLINE DEL CIBO

Molti insetticidi in commercio contro le tarme alimentari (le farfalline che svolazzano nella dispensa) contengono irritanti per le mucose e il rischio di effetti collaterali è alto, perché i foglietti adesivi che attirano e catturano il maschio delle tarme devono essere lasciati a lungo nella dispensa. E gli alimenti possono assorbire le esalazioni. Non solo: alcuni prodotti contengono permetrina, una sostanza tossica che altera il metabolismo. E quando si deposita al suolo, contamina le colture e si infiltra nelle falde e poi in mare. 
La ricetta eco. Pulisci i ripiani della dispensa o gli scaffali dell’armadio con acqua e aceto. Poi taglia a fette un’arancia e falla seccare. Quindi prendi 4-5 chiodi di garofano e inseriscili, a una distanza di 1 cm l’uno dall’altro, in ogni fetta seccata. Infine posiziona una fetta nell’angolo di ogni ripiano della dispensa. L’odore terrà lontano gli ospiti indesiderati. Puoi potenziare l’effetto aggiungendo 2-3 gocce di olio essenziale di menta per fetta.
QUANTO TI COSTA: spendi in tutto circa 1,50 € contro gli 8 € di uno spray anti-tarme.

PESCIOLINI D'ARGENTO

Gli spray contro questi piccoli insetti striscianti sono a base di permetrina, una sostanza che uccide le api e altri insetti predatori che garantiscono l’equilibrio dell’ecosistema. In dosi massicce sono perfino tossici per l’uomo e gli animali.
Le ricette eco. Questi animaletti non sopportano il profumo del cetriolo, in particolare della buccia. Se posizioni delle coppette con mezzo cetriolo sminuzzato negli angoli della casa in cui li avvisti (e sostituisci il contenuto ogni due giorni), nell’arco di una settimana si trasferiranno altrove. Se li trovi fra i libri, metti nelle pagine qualche foglia fresca di alloro oppure un rametto di rosmarino.
QUANTO TI COSTA: il cetriolo circa 10 centesimi per ogni ciotolina, l’alloro e il rosmarino 20 centesimi. Per un prodotto tradizionale invece spendi 10 €.

Articolo pubblicato sul n° 13 di Starbene in edicola dal 17 marzo 2015

Pubblica un commento