A A

I rimedi naturali per combattere la cellulite

Cosa fare per combattere la cellulite? Tra i rimedi rientrano massaggi, impacchi, fanghi, creme, alimentazione e sport



0

di Paola Toia

COS’È  ESATTAMENTE LA CELLULITE?
La cellulite, anche se dal punto di vista medico è una malattia, può essere definita come un antipatico inestetismo della pelle che colpisce prevalentemente noi donne. Scientificamente parlando viene chiamata dermo-ipodermo pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica (PEFS) ed essenzialmente consiste in un abnorme accumulo di adipe nel sottocute di alcune regioni corporee.

I punti a rischio - fascia addominale, glutei, fianchi, cosce e braccia - si presentano con una pelle a ‘buccia di arancia’. Questo disagio è dovuto non tanto al peso o alla forma fisica come si potrebbe pensare, quanto a cattiva circolazione sanguigna, a sedentarietà e a ritenzione idrica.

A seconda della gravità del disturbo, si può parlare di 3 tipi di cellulite:
- cellulite compatta: colpisce di preferenza soggetti in buona condizione fisica e con una muscolatura tonica;
- cellulite flaccida: si manifesta specialmente in persone di mezza età che hanno un tessuto ipotonico;
- cellulite edematosa: si presenta in concomitanza con quella compatta, prediligendo le gambe ed è una conseguenza di patologie circolatorie.

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

LE CAUSE DELLA CELULLITE

Le principali cause di questo inestetismo sono le seguenti:

- cattiva circolazione sanguigna e linfatica;
- ritenzione idrica, accentuata anche da fattori ormonali (eccesso di estrogeni);
- tendenza all’accumulo di tessuto adiposo per una predisposizione genetica;
- alimentazione scorretta che può minare il metabolismo;
- assunzione di farmaci (come la pillola anticoncezionale);
- sedentarietà e scarsa attività fisica;
- pubertà;
- gravidanza;
- menopausa;
- stress e nervosismo.

COME PORRE RIMEDIO ALLA CELLULITE IN MODO NATURALE?

La cellulite si può combattere senza stravolgere la propria vita, ma aumentando l’attività sportiva, bevendo circa 2 litri di acqua al giorno, cambiando qualche piccola abitudine e migliorando l’alimentazione.

Inoltre è importante non indossare abiti troppo stretti o il tacco vertiginoso, perché rendono meno fluida la circolazione, specialmente se si hanno problemi ai capillari.

E perché non provare anche con massaggi e impacchi? Ecco qualche pratica a cui ricorrere per contrastare la cellulite:
- la fitoterapia (piante officinali);
- l’aromaterapia  (olii essenziali);
- l’alimentazione detox;
- scrub, impacchi e massaggi;
- creme rassodanti.

FITOTERAPIA (PIANTE OFFICINALI)

La fitoterapia è la pratica che prevede l'utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere psicofisico. L’utilizzo delle piante in caso di cellulite ha lo scopo di  proteggere i vasi sanguigni e migliorare la loro elasticità. Da non dimenticare, inoltre, i benefici derivanti dalle loro proprietà diuretiche e drenanti.

Tra le principali si possono trovare:
- amamelide (foglie e corteccia): azione astringente sul sistema circolatorio;
- centella (foglie): per rinforzare ed elasticizzare le pareti dei vasi sanguigni, migliorando la circolazione periferica;
- ananas (gambo): di largo impiego per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, perché riduce la vasodilatazione e l’eccessiva permeabilità dei capillari;
- melitolo: contro l’insufficienza venosa e linfatica, edemi e gonfiori agli arti inferiori, ritenzione idrica, gambe pesanti e cellulite;
- betulla (foglie): per stimolare la diuresi e il sistema linfatico, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso;
- pilosella: potente diuretico;
- fiori di Bach: rimedio floreale della medicina alternativa, inventato dal medico inglese Bach che gli ha dato il nome. Agiscono principalmente sullo stato emozionale, riducendo lo stress che può causare un cattivo funzionamento del sistema linfatico e circolatorio. Rivolgendosi  a un naturopata o un erborista si potranno avere miscele personalizzate.


AROMOTERAPIA (OLII ESSENZIALI) E MASSAGGI

L’aromoterapia può essere considerata un ramo della fitoterapia e si basa sull’impiego di oli essenziali (le sostanze volatili, fortemente odoranti di pianti e fiori) per produrre benefici a livello psicofisico.

Gli oli essenziali utilizzati per combattere la cellulite in modo naturale sono:
- olio essenziale di betulla: previene problemi venosi e disturbi circolatori;
- olio essenziale di limone: stimola la circolazione linfatica e venosa, rafforza i vasi sanguigni e fluidifica il sangue;
- olio essenziale di cipresso: efficace nei problemi di microcircolazione, edemi e ritenzione idrica;
- olio essenziale di rosmarino: dall’azione lipolitica, stimolante della circolazione periferica e drenante a livello linfatico, spesso impiegato nei prodotti cosmetici e nei fanghi anticellulite.

Con gli oli essenziali si massaggiano le zone interessate dal problema, facendo dei movimenti circolari con la giusta pressione (circa 20 minuti), per stimolare la circolazione sanguigna e linfatica.

La pelle deve essere ben pulita (consigliabile fare prima una doccia) e preparata spalmandovi dell’olio vegetale (es. di mandorla, di oliva, di jojoba) o del gel d’aloe (fresco, di veloce assorbimento e non unto). Gli oli essenziali, oltre a combattere la pelle a buccia d’arancia, idratano e tonificano anche i tessuti.


SCRUB ANTICELLULITE

Gli scrub aiutano a combattere la cellulite poiché l’azione esfoliante elimina le cellule morte e favorisce il rinnovamento cellulare, donando alla pelle un aspetto più liscio e compatto. Quelli migliori prevedono l’impiego di sale, che svolge un’azione drenante e favorisce l’eliminazione di acqua e tossine. Risultati ottimali si ottengono abbinando gli olii essenziali. Gli scrub anticellulite si praticano sotto la doccia con la pelle bagnata, 1 volta alla settimana.

Ricetta scrub anticellulite:
- 5 cucchiai di sale grosso del Mar Morto (o di sale grosso generico);
- 2 cucchiai di sale integrale;
- fino a 7 cucchiai di olio extravergine di oliva;
- 15 cucchiai di olio essenziale di limone;
- 10 gocce di olio essenziale di rosmarino;
- 10 gocce di olio essenziale di menta.

Preparazione: mescolare il sale grosso e quello fino con l’olio aggiungendo poi gli olii essenziali.
Il composto si conserva in un barattolo chiuso a temperatura ambiente.

FANGHI, IMPACCHI E CREME ANTICELLULITE

Chi ne ha l’opportunità faccia delle passeggiate in riva al mare sfruttando i benefici dell’acqua marina, in quanto il sale riesce ad assorbire i liquidi in eccesso e aiuta la pelle a recuperare tono. Un rimedio alternativo sono i fanghi anticellulite, che possono essere preparati a casa con pochi ingredienti. Si spalmano sulle zone interessate, avvolgendole con pellicola trasparente e lasciando in posa il preparato per almeno 30 minuti; infine risciacquare con acqua tiepida.

Ingredienti fango anticellulite:
- tè verde (1 bustina o 1 cucchiaino di tè sfuso);
- 1 cucchiaio di sale integrale;
- 5 cucchiai di argilla verde ventilata. 

Preparazione: preparare un infuso di tè verde (tempo d’infusione: 10 minuti) e poi sciogliervi il sale integrale. Aggiungere all’infuso argilla verde ventilata fino a ottenere un impasto omogeneo.

È possibile fare anche degli impacchi anticellulite utilizzando un ingrediente che non manca quasi mai in una casa italiana: il caffè. Il composto va spalmato sulle gambe e sui glutei, massaggiando e avvolgendo le aree interessate con pellicola trasparente. Lasciare a riposo per 30 minuti e poi lavare con acqua calda.

Ingredienti impacco anticellulite:
- fondi del caffè
- olio d’oliva extravergine q.b;
- miele (qualche cucchiaino).
Preparazione: raccogliere i fondi di caffè in un vasetto di vetro e, dopo aver aggiunto un po' di olio di oliva e qualche cucchiaino di miele, ridurre il tutto in poltiglia.

Ottime sono anche le creme rassodanti ‘fai da te’, come quella alla rosa mosqueta e al germe di grano.

Ingredienti crema anticellulite:
- 100 ml di olio di germe di grano (rigenerante cellulare);
- 2 gocce di olio di rosa mosqueta (rigenerante cellulare);
- 2 gocce di olio essenziale di lavanda (dalle proprietà cicatrizzanti).
Preparazione: mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto cremoso e denso, da applicare ogni giorno sulla pelle pulita con massaggi dal basso verso l’alto.

ALIMENTI DETOX
L’alimentazione può giocare un ruolo fondamentale nella lotta contro la cellulite, se abbinata alla pratica di uno sport. Mangiare tanta frutta e verdura, in particolare anguria, mirtilli e ananas quando sono di stagione. Questi tre frutti facilitano la digestione e stimolano la diuresi. In inverno sfruttare l’azione diuretica degli asparagi e dei porri. Introdurre nella propria dieta anche alimenti che aiutano a velocizzare il metabolismo, come limone, zenzero e peperoncino.

Ridurre carboidrati, latticini, farina bianca, grassi saturi derivanti da carne, burro e insaccati, dolci, alcol e fumo. Privilegiare, invece, pesce, legumi, olio extravergine d’oliva, olio di linofrutta e verdura di stagione. Per migliorare la circolazione aumentare il consumo dei frutti di bosco e degli agrumi. È  utile anche stimolare la funzione epatica con carciofi e ortica, oltre che con verdure dal gusto amaro - cicoria, cime di rapa, radicchio, indivia belga.

Gli esperti consigliamo di bere molto tè verde, infuso di ginkgo biloba (aiuta a migliorare arterie e capillari con minor accumulo di scorie metaboliche), centrifughe e tisane drenanti.

PRATICARE LO SPORT
Per ottenere dei risultati è necessario abbandonare abitudini sedentarie e praticare dello sport. Se il tempo a disposizione é poco, nessun problema: fare del moto ogni qual volta si presenti l’occasione (non parcheggiare nelle immediate vicinanze del luogo verso cui si è diretti, privilegiare le scale all’ascensore o contrarre i muscoli nel corso della giornata…).

Già con la ginnastica dolce, le camminate a passo spedito o le biciclettate si può migliorare la propria forma fisica, recuperando il tono perduto. Sport come il nuoto o l’acquagym sono particolarmente indicati, perché l’acqua ossigena i tessuti, favorisce la circolazione e i movimenti nel mare o in piscina comportano una doppia resistenza.

L'attività fisica andrebbe praticata con costanza almeno 3 volte alla settimana per 30 o 40 minuti, considerando che i meccanismi metabolici legati allo smaltimento dei grassi si attivano solo dopo la prima mezz'ora di moto.

Leggi anche

5 rimedi contro i piedi gonfi

Questi 5 profumi ti fanno bene

Come rilassarsi in 8 mosse

Pubblica un commento