A A

I rimedi naturali per accelerare il metabolismo

Trucchi, prodotti omeopatici e alimenti mirati: ecco i rimedi naturali per accelerare il metabolismo e rimettersi in forma senza diete estenuanti



0

di Paola Toia

COME ACCELERARE IL METABOLISMO?

Accelerare il metabolismo si può, con uno stile di vita equilibrato e abbinando a un’alimentazione sana dell’attività fisica praticata con regolarità. È possibile velocizzare il processo anche ricorrendo a dei rimedi naturali che aiutano a bruciare le calorie, rispettando le esigenze vitali dell’organismo. Scopriamo qualcosa in più!

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

UN TRUCCO DA SEGUIRE: MANGIARE!

Il modo migliore per ingannare l’organismo e bruciare quello che si introita è assumere alimenti salutari più volte al giorno, oltre a praticare dello sport. Infatti ogni volta che si assume del cibo, si induce la termogenesi, un processo interno che comporta un dispendio energetico.

Bisogna così partire, di prima mattina, con una colazione abbondante per mettere in moto il metabolismo, che come una macchina deve essere poi alimentato con lo spuntino di mezza mattina, il pranzo, la merenda e infine con la cena: mai saltare un pasto perché si otterrebbe l’effetto contrario!

Non escludere poi cibi come la carne rossa e i grassi per non ridurre la produzione degli ormoni anabolici. Fondamentali sono anche le proteine sotto forma di pesce, carne, formaggi e latticini magri. Dalle proteine si ricavano gli amminoacidi essenziali, elementi indispensabili per il processo di costruzione e il ricambio cellulare dei muscoli. Non trascurare l’idratazione, bevendo 2l di acqua al giorno.

Limitare invece gli zuccheri semplici, perché un eccesso di carboidrati ad alto indice glicemico favorisce l’accumulo del tessuto adiposo e l’insulinoresistenza, condizione che tende a rallentare il metabolismo. Frutta e verdura sono importanti antiossidanti!

I RIMEDI NATURALI

Tra i rimedi naturali brucia-grassi ci sono i prodotti omeopatici come il Lycopodium clavatum, una sostanza derivata dal polline del licopodio in grado di velocizzare il metabolismo.

Ottimi anche il focus e il ginseng: il primo è un’alga marina contenente sale iodato, che influisce sul funzionamento della tiroide e di conseguenza del metabolismo, mentre il ginseng funge da energizzante e attiva il dispendio di calorie da parte dell’organismo.

Per stimolare la termogenesi, gli esperti consigliano anche il tè verde, il salice bianco (aumenta la produzione di calore nell’organismo, in particolare nel tessuto adiposo e riduce anche l’affaticamento) e l’erba strega  (produce effetti positivi a livello intestinale ed epatico, aiutando a ritrovare un giusto equilibrio metabolico).

ALIMENTI ‘ACCELERA METABOLISMO’

Gli alimenti stessi possono aiutare a velocizzare il metabolismo. Ecco un elenco da cui prendere spunto: mele, sedano, aglio, limone, mango, cipolla, papaia, cavolo, lattuga, avocado, carote, arance, spinaci, rape, broccoli, pomodori, zucchine, asparagi, cocomero, ananas, pompelmo, cavolfiore, verdure a foglia verde, bacche e frutti di bosco.

Fra le spezie, utili  per insaporire i piatti e dare una sferzata al metabolismo, sono da annoverare il peperoncino, la cannella, il curry e lo zenzero.

Un alimento brucia-grassi da non dimenticare è l’aceto di mele che stimola il metabolismo dei grassi. Come usarlo? Consumarne 1-2 cucchiai 2 volte al giorno (mezz’ora prima dei pasti) in un bicchiere di acqua o di camomilla, aggiungendo eventualmente del miele e della cannella.

L' olio di cocco è un prezioso alleato contro il metabolismo lento e, utilizzato in cucina al posto dell’olio tradizionale, aiuta il corpo a bruciare i grassi più velocemente.

CONSIGLI IN PILLOLE

Come combattere il rallentamento del proprio metabolismo? Chicche veloci da mettere in pratica:

- migliorare la propria nutrizione, eliminando bevande zuccherate, snack, cibi pronti e grassi; sì invece ad alimenti freschi e naturali;
- riposarsi a sufficienza;
- limitare fonti di stress, perché la produzione di cortisolo da parte dell’organismo favorisce l’aumento di peso;
- evitare diete troppo rigide: quelle a basso contenuto calorico rallentano il metabolismo, impedendo di consumare calorie (ogni volta che mangiamo il nostro corpo "fa scorte" di grasso, innescando un meccanismo di sopravvivenza);
- consumare omega 3 (pesce, azzurro, olio di lino, semi di lino, semi di zucca, semi di girasole, noci e anacardi).

Fattori come la menopausa o l’invecchiamento incidono sul metabolismo, ma non possono essere controllati direttamente.

Leggi anche

Acidità di stomaco: le cure dolci

I rimedi naturali per combattere la cellulite

Rimedi naturali antizanzare

Pubblica un commento