A A

5 rimedi contro i piedi gonfi

Alcune abitudini di vita possono provocare una sensazione di pesantezza agli arti inferiori: scopri i rimedi più efficaci da adottare in caso di piedi gonfi



0

Arrivi a sera con i piedi gonfi come un palloncino? Sicuramente qualcosa nelle tue abitudini di vita va cambiato, come ad esempio stare troppo tempo in piedi o seduta, indossare sempre scarpe strette e alte, bere poco...

E se il problema persiste è il caso di approfondire la funzionalità della circolazione sanguigna degli arti inferiori: lo specialista più adatto è l'angiologo, ma maggiori informazioni te le saprà fornire il tuo medico di fiducia.

Nel frattempo, solleva i piedi ad un'altezza superiore a quella del cuore, e leggi le prossime pagine...


Fai la tua domanda ai nostri esperti

CONSIGLIO N.1 - IL PEDILUVIO

È il rimedio più classico: immergere i piedi stanchi e gonfi in una bacinella di acqua calda. Ma perché sia davvero efficace, deve prevedere almeno 2 ingredienti fondamentali: una manciata di sale grosso e un olio essenziale rilassante come ad esempio la lavanda o - se lo si preferisce - energizzante, come il rosmarino.

Per effetto dell'osmosi, il sale drenerà i liquidi accumulati in eccesso negli spazi interstiziali delle cellule dei tessuti di piedi e caviglie. E poi calpestando i granuli si avrà la sensazione di un delicato massaggio.

La temperatura inoltre non deve essere né troppo bollente né troppo tiepida (nemmeno in estate): l'ideale è attestarsi sui 36-37 gradi, come la temperatura corporea. Infine, terminare con un getto di acqua fredda che riattivi la circolazione.

CONSIGLIO N. 2 - ESERCIZI MIRATI

Dopo aver asciugato i piedi, noterai subito un sollievo che ti farà sentire più leggera. Per prolungarla nel tempo, esegui qualche piccolo esercizio per i piedi. Un trucco è quello di poggiare la pianta del piede su una pallina da tennis e muoverla lungo tutto il piede, avanti e indietro, fino ad arrivare alle dita e ai talloni.
Se eseguito costantemente, questo esercizio potenzierà i muscoli del piede che contribuiranno ad alleviare il senso di stanchezza.

Termina con lo stretching: piega il piede a 90° cercando di stirare al massimo il muscolo del polpaccio. 

CONSIGLIO N. 3 - MASSAGGIO CON UN GEL RINFRESCANTE

Deve essere sempre a portata di mano, anzi di piede, per alleviarne gonfiore e stanchezza. Per aumentarne i benefici "sgonfianti", in estate puoi conservarla in frigorifero; in inverno invece puoi cospargervi i collant prima di indossarli. 

I gel più efficaci contro gonfiore e stanchezza sono quelli a base di erbe rinfrescanti come: mentolo, rosmarino, eucalipto; di bioflavonoidi come la vita rossa e il gingko biloba, che migliorane la circolazione sanguigna; e di estratti che combattono la ritenzione idrica: centella asiatica e betulla.

CONSIGLIO N. 4 - CAMBIARE ABITUDINI

Dall'alimentazione all'attività fisica molto si può fare per migliorare il benessere dei piedi:

- bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e assumere alimenti che garantiscano il transito dei liquidi nell'organismo, come vitamine e oligominerali; 
- cercare di mantenere un corretto peso forma;
- camminate ma senza strafare: meglio abituarsi giorno per giorno a tollerare distanze più o meno lunghe anziché camminare per 2 ore solo una volta alla settimana;
- indossare scarpe comode e, in caso di tacchi, portarsi sempre un paio di ballerine pieghevoli di ricambio.




CONSIGLIO N. 6 - INTEGRATORI CHE FAVORISCONO LA CIRCOLAZIONE

Se il gonfiore è una costante delle tue estremità probabilmente è il caso di ricorrere a degli integratori che ne rafforizino la circolazione sanguigna.

I più efficaci sono quelli a base di estratti vegetali opportunamente associati per favorire un fisiologico effetto regolatore delle funzionalità del microcircolo, come ad esempio la vite rossa, l'edera, la centella asiatica e il rusco. Aiutano la circolazione venosa a risalire verso il cuore e regolano la funzionalità dell’apparato cardiovascolare.

La ginnastica per i piedi sani

Circolazione: gli alimenti per proteggerla

Gambe: le strategie antigonfiore

Pubblica un commento