A A

Disturbi psicosomatici: come capire quando il corpo parla

Nascono da disagi emotivi che facciamo fatica a tollerare. Ne parliamo con l’esperto in psicologia clinica



0

di Alessandra Montelli

Un mal di testa ricorrente, una gastrite che non passa, un affanno continuo o delle eruzioni cutanee "inguaribili". Ed ecco che il pensiero di chi ne soffre va subito alla natura psicosomatica di questi e altri disturbi inspiegabili.

«In realtà, il termine "psicosomatico" è un po' abusato, perché rimanda alla centralità della psiche come originaria di tutti i mali cronici, quando invece la questione è più complessa e non può essere ridotta ad una spiegazione deterministica di causa ed effetto del tipo "siccome sei molto arrabbiato, ti viene il mal di stomaco!"- esordisce il prof. Roberto Pani, docente di Psicologia Clinica presso l'Università di Bologna.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

IL RUOLO DELLE EMOZIONI

La natura psicosomatica di molti disturbi dipende da un'integrazione fortissima tra mente e corpo, secondo la quale, in caso di disagio, se non si esprime l'una (con le parole o le emozioni) lo fa l'altro (attraverso le malattie).

«Nell'ottica psicosomatica, alcuni disturbi sono dei meccanismi di difesa che le persone mettono in pratica inconsapevolmente quando vivono delle emozioni troppo dolorose da accettare. Non a caso, insorgono in persone che non riescono ad accettare alcuni eventi, anche remoti, perché magari fanno troppo male o non sono stati ancora digeriti» - continua l'esperto. 

IL RUOLO DEL CORPO

Tuttavia, la malattie "inspiegabili" non hanno tutte un'origine psicologica: sarebbe come incolpare il paziente di non essere capace di superare certi conflitti o disagi emotivi.

«È l'interconnessione tra mente e corpo a cui accennavo prima: spesso alla base c'è un'origine organica (un batterio, un virus, una lesione ecc.) che poi viene modulata dal sistema immunitario in base alla mente. Il punto è che è difficile risalire all'emozione specifica che ha innescato il malanno - precisa il dottor Pani - Spesso si tratta di un complesso di emozioni e vissuti che parte dall'infanzia e che infleunza il modo in cui il nostro corpo reagisce ai disturbi».


UN ESEMPIO PRATICO

Ipotizziamo di essere stati colpiti dal virus dell'influenza, ma ci accorgiamo che febbre e raffreddori vari persistano a lungo. Ebbene, se ci percipiamo come bambini abbandonati, che devono fronteggiare il mondo da soli, è molto probabile che la malattia tenda ad affliggerci più de dovuto.

«La spiegazione che potremmo ricavarne è che intanto ci siamo lasciati abbattere dal virus, perché in fondo desideriamo essere coccolati a letto (e quindi non affrontare la vita da soli), per avere un pretesto che giustifichi la nostra evasione dal mondo» - ribadisce lo psicologo clinico. E come questi potrebbero esserci tanti esempi simili di emozioni che vengono allo scoperto attraverso i segnali del corpo.

I SENTIMENTI PIU' DIFFUSI

«In genere, procuramaggior disturbo tutto ciò che è vissuto come frustrante: si va dalla rabbia alla delusione; dalla paura al senso di ferimento e così via - precisa l'esperto - Si esprime attraverso il corpo ciò che procura disagio ma che non si riesca a verbalizzare, come ad esempio le emozioni dolorose e intollerabili per non aver superato un esame, un lutto, una difficoltà economica ecc».

In questi casi, la sofferenza che ne deriva è talmente forte da essere "sentita" che trova una via di espressione immediata nel corpo, incanalandosi in uno o più sintomi.

I SINTOMI PIU' COMUNI

La casistica dei disturbi psicosomatici è amplissima, e non sempre è facile individuare l'esatta eziologia. Solo il medico, grazie ad un'attenta anamnesi del paziente, può valutarne l'entità.

I più frequenti sono:

- affezioni della pelle: sempio la psoriasi, acne, dermatite atopica, il prurito, neurodermatosi, iperidrosi, orticaria, la canizie, sudorazione abbondante;

- disturbi dell'apparato gastroenterologico: gastrite, dispepsia, colite, spasmi, aria in stomaco e intestino, stipsi, diarrea;

- disturbi sessuali: vaginismo, impotenza, dolore durante i rapporti sessuali;

- cefalee, emicranie e altri dolori a carico di testa, collo e spalle;

- affezioni a carico del
sistema cardiovascolare: palpitazioni, iperventilazione, ipertensione arteriosa.

Emozioni: una risorsa da conoscere

Mindfulness: un esercizio per vivere meglio le tue emozioni

Mens sana in corpore sano

Pubblica un commento