A A

I 7 cibi che ti fanno felice

I cibi contengono sostanze in grado di influenzare non solo il nostro benessere fisico, ma anche quello mentale. Ecco che cosa portare a tavola per far tornare il buonumore anche nella peggiore delle giornate



0

di Isabella Colombo


Sapevi che il buonumore dipende anche da quello che mangi? Lo spiega uno studio della Società europea di neuro farmacologia: le sostanze di alcuni alimenti modulano il rilascio e la sintesi dei neurotrasmettitori responsabili del tono dell’umore, come serotonina, dopamina e noradrenalina.

In più, garantiscono l'apporto di sostanze antiossidanti che hanno un ruolo fondamentale nel benessere mentale. «Naturalmente non bastano i cibi giusti per essere felici», avverte Lorenzo Bergami, nutrizionista e responsabile scientifico di Strategic Nutrition Italy a Bologna. «Una vita attiva, l'attività fisica e la capacità di sorridere sono elementi imprescindibili. Combinati con gli alimenti "amici" del buonumore sono in grado di farci stare davvero bene». Scopriamoli insieme.


8 marzo 2016

Fai la tua domanda ai nostri esperti

LE BACCHE, LE ALGHE E LE VERDURE

«Le prime, per esempio quelle di Goji, hanno un'azione detossinante e contengono triptofano, un aminoacido essenziale che aiuta la produzione di serotonina, l'ormone del benessere. Lo stesso le alghe, soprattutto la clorella e la spirulina. Gli spinaci, invece, come tutte le verdure a foglia verde e la frutta, sono un concentrato di potassio, magnesio, zinco e acido folico, tutti minerali utili alla salute del cervello.

I CEREALI INTEGRALI

Riso, segale, orzo, avena, farro e grano sono grandi fonti di zinco, selenio, vitamine del gruppo B e altre sostanze stimolanti dei neurotrasmettitori. «Purché siano integrali, meglio ancora se in chicchi e non in farina» avverte l'esperto. «Più l'alimento è raffinato, più sostanze preziose perde. Per esempio, passando dal chicco alla farina bianca si perde fino al 70 per cento di minerali e fino al 90 per cento di vitamina E. Ad aumentare, invece, è l'indice glicemico: zuccheri e amidi vengono assorbiti velocemente causando un rimbalzo glicemico che genera stanchezza, mancanza di forze e quindi cattivo umore».

IL PESCE E LA FRUTTA SECCA

Entrambi sono ricchi di acidi grassi essenziali, gli Omega 3 e gli Omega 6. «I primi sono contenuti soprattutto nel pesce azzurro. Gli altri nella frutta secca, come mandorle, nocciole, anacardi, semi di zucca. E soprattutto la noce brasiliana che è ricca anche di zinco, selenio e altri minerali stimolanti dell'umore, come la metionina, uno degli aminoacidi più importanti da questo punto di vista».

I LATTICINI

«Latte e formaggi che provengono da allevamenti controllati, piccoli e sani, preferibilmente biologici o biodinamici, contengono un alto contenuto di triptofano, precursore della serotonina», ricorda Bergami. Non solo. Contengono anche iodio, necessario per la funzione tiroidea, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario, le prestazioni del cervello e la memoria. E aminoacidi che servono a bilanciare i neurotrasmettitori nel nostro cervello, e quindi a ridurre la paura, l'ansia e lo stress.

Leggi anche

7 cose da fare al mattino presto per essere felici

7 cose furbe prima di andare a letto

5 insalate di cereali per dimagrire

Pubblica un commento