A A

Viso e argilla, un binomio perfetto

È proprio grazie all’argilla, preziosa risorsa del mondo minerale, che sono nate le prime maschere per il viso: ecco tutte le sue proprietà



0

Nota fin dall’antichità per le sue proprietà purificanti, l’argilla è utilizzata da millenni nei trattamenti di bellezza.

Ricca di minerali, come silicio, alluminio, titanio, ferro, calcio, magnesio, manganese, sodio e potassio, sulla pelle svolge una tripla azione: purificante, assorbente e addolcente. Ha proprietà antinfiammatorie e detossificanti, leviga la pelle, contrasta imperfezioni e lesioni, elimina l’effetto unto specialmente nella “zona T” del viso: mento, naso e fronte.

È utile non solo per la pelle grassa e mista, ma tutte le volte che c’è bisogno di una profonda azione detossinante. Indicata, talvolta, anche in caso di infiammazioni e ferite, scottature solari o ustioni.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Rossa, verde o bianca?

A seconda della composizione, l’argilla si presenta con un colore diverso: rosso, verde o bianco.

Le maschere dedicate alla cura delle pelli grasse, impure o a tendenza acneica sono principalmente di tipo bentonitico (di colore verde): ammorbidiscono l’epidermide, la rassodano, la idratano, la puliscono e la schiariscono.

Molto apprezzati anche i mix di argille diverse, per esempio montmorilloniti e caolino (argilla bianca), che ha ottime proprietà cicatrizzanti e disinfettanti.

Pulizia profonda ma delicata

La maschera a base di argilla purifica in profondità, restringe i pori dilatati, assorbe l’eccesso di sebo. Le texture di nuova generazione, arricchite di ingredienti idratanti e lenitivi, sono studiate per non seccare la pelle e garantire risultati rapidi e visibili.

Associano al complesso di argille altri attivi seboriducenti, come polveri di carbone, estratti di liquirizia, achillea e bardana, ingredienti addolcenti e protettivi come acqua termale, acido ialuronico, burro di karité, in grado di offrire comfort e prevenire aridità e secchezza.

Come si usano

Le maschere sono facili da stendere perché morbide e cremose. Si applica uno spesso strato sul viso asciutto e si lascia agire per 5-10 minuti. La formula si indurisce formando una crosticina che si scioglie risciacquando accuratamente con acqua tiepida.

La pelle risulta subito più morbida e vellutata. Ripetere una volta a settimana, anche due se la pelle appare unta, opaca e bisognosa di rinnovamento.

Per esfoliare o detergere

Alcune maschere si prestano anche all’utilizzo come gommage: si applica una piccola dose sul viso inumidito, si massaggia con movimenti circolari, insistendo sulla zona T, quindi si sciacqua. Indicato una o due volte a settimana.

I detergenti all’argilla in gel, invece, si possono usare anche tutti i giorni: sono in grado di rimuovere le impurità senza formare schiuma, grazie alla capacità delle particelle che le compongono di attrarre e fissare sulla propria superficie alcuni grassi. Non seccano la pelle perché arricchiti di attivi idratanti ed emollienti.

Anche sui capelli

Stress, inquinamento, abitudini sbagliate: sono molti gli agenti che contribuiscono a rendere i capelli grassi e pesanti. Qualunque sia il tipo di capello, il sebo si distribuisce sul cuoio capelluto e tende a conferire un aspetto untuoso, soprattutto nei tratti più vicini alle radici.

Quando il sebo è in eccesso, le radici si ingrassano, le lunghezze si appesantiscono e i capelli perdono vitalità. È consigliabile utilizzare prodotti specifici per evitare che i capelli tendano a ingrassarsi troppo rapidamente. L’argilla è efficace per purificare i capelli e mantenerli puliti a lungo: viene usata nella formulazione di shampoo, balsami e maschere.

Leggi anche

Vitamina C e pelle: creme e maschere

5 maschere fai-da-te per l'autunno

Acne: prova la maschera all'argilla

Benessere viso

Ginnastica facciale per un viso giovane

Regala al tuo viso un trattamento speciale

Pelle secca o sensibile?

Pubblica un commento