A A
hero image

Smartphone: attenzione alle rughe!

L’uso dei nuovi dispositivi tecnologici causa una postura scorretta. Ecco come rimediare

credits: iStock



0

di Laura D’Orsi


Lo smartphone è un nemico della nostra bellezza. Ti sembra esagerato? Eppure un’indagine recente effettuata dalla London Clinic (il più grande ospedale indipendente inglese), ha rilevato un aumento di inestetismi, in particolare rughe e cedimenti cutanei, legato all’uso dei nuovi device. Secondo i ricercatori, il fenomeno, che è stato ribattezzato tech-neck, è aumentato negli ultimi 10 anni e colpisce soprattutto le donne fra i 18 e i 39 anni. La causa è una postura sbagliata durante l’uso, che porta a piegare il collo, anche per diverse ore al giorno, verso il basso.


Cosa succede

Gli effetti più evidenti sono: collane di Venere accentuate, rilassamento della pelle del collo e del viso, soprattutto lungo il contorno della mandibola. Il cedimento talvolta riguarda anche la parte superiore del décolleté. E poi c’è la zona intorno agli occhi: per acuire lo sguardo durante la lettura si contraggono i muscoli orbitali e si facilita l’insorgere di rughe, come le “zampe di gallina” e le glabellari, quelle tra le sopracciglia.


La postura

 In primo luogo evita di stare troppo davanti allo schermo e assicurati che la luminosità sia sempre adeguata. Ricorda poi che smartphone e tablet vanno tenuti all’altezza del viso, senza che sia il collo a piegarsi. Secondo l’American Academy of Optometry, la giusta distanza fra schermo e viso dovrebbe essere quella che si ottiene piegando il braccio a un angolo un po’ inferiore a 90 gradi, con la mano che impugna il telefonino o il tablet davanti a sé poco al di sotto del livello della spalla.

 

La beauty routine   

Appoggiare la guancia allo schermo del telefonino può anche favorire le impurità quindi, una volta alla settimana, sì a uno scrub delicato, seguito da una maschera idratante.Tutti i giorni, usa prodotti antiage con attivi di ultima generazione, come le cellule staminali vegetali. «Agiscono su tre livelli: stimolano la produzione di nuovo collagene, proteggono dai radicali liberi e distendono la pelle», spiega il cosmetologo Umberto Borellini. Per gli occhi, punta su sieri specifici a base di acido ialuronico, vitamine ed ingredienti liftanti che aiutano a distendere subito lo sguardo. E se non vedi bene... ricorri agli occhiali, così non strizzerai le palpebre!


La gym che ti risolleva

 Per il collo: quando sei distesa a letto alza lentamente la testa di qualche centimetro e poi riabbassala, per 25 volte. Poi ruotala a destra e a sinistra, senza appoggiarla, per 10 volte. Per tonificare la zona degli occhi fai ruotare lo sguardo in senso orario e antiorario, tenendo la testa ferma. Girali a destra e sinistra, poi in alto e in basso ripetendo dieci volte ciascun movimento. Abbassa le palpebre fino a metà e cerca di alzare le sopracciglia, poi spalanca gli occhi più che puoi sempre tenendo in tensione le sopracciglia.



Fai la tua domanda ai nostri esperti



Articolo pubblicato sul n.40 di Starbene in edicola dal 22/09/2015

Leggi anche

Olio di lino: idratante antiage per viso

Viso: l'olio fai da te per illuminarlo

Addio rughe con soia e zuccheri

Mal di schiena: come evitarlo

Pubblica un commento