A A
hero image

Non ti strucchi? Invecchierai prima

Bastano pochi minuti per eliminare il make up: fallo ogni sera, e terrai alla larga le rughe

Foto © Jutta Klee/ableimages/Corbis



0

Pigrizia, mancanza di tempo, stanchezza... quante sono le scuse che troviamo per non togliere il trucco prima di andare a dormire? Tutte legittime, per carità, ma c'è una ragione che dovrebbe aiutarci a superarle: è stato dimostrato che se non ti strucchi accuratamente ogni giorno la tua pelle invecchia molto, molto più rapidamente. Con peggioramento dell'idratazione, aumento della secchezza, pori dilatati, irritazioni agli occhi, rallentamento del turnover cellulare, comedoni e chi più ne ha più ne metta. Sinceramente: non ne vale la pena. Anche perché basta scegliere il metodo che più ci piace (e più adatto alla nostra carnagione) per rendere questo momento beauty un’occasione di piacere e autogratificazione.


Latte detergente

  • Ok per pelle normale e mista
  • È un’emulsione di acqua e grassi che scioglie il trucco. Puoi applicarlo con un batuffolo di ovatta, ma il metodo più corretto è stenderlo con le dita, massaggiando con movimenti circolari dal naso verso l’esterno. Così, oltre a togliere il trucco, stimoli la circolazione. Eliminalo poi con il cotone e, se vuoi, applica poi un tonico (meglio se senza alcol).

Acqua micellare

  • Ok per pelle sensibile
  • L’azione detergente è svolta dalle “micelle”, minuscole molecole sferiche di tensioattivo che rotolando sulla cute eliminano cosmetici e impurità. L’acqua micellare è particolarmente delicata perché non c’è bisogno di sfregare.

Mousse e struccanti cremosi

  • Ok per la pelle secca
  • Applica i prodotti emulsionandoli con la punta delle dita, insistendo sui punti più problematici, come le ali del naso. Poi eliminali con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua termale, che a sua volta svolge un’azione lenitiva e disarrossante.

Gel

  • Ok per pelle grassa
  • È più fresco e piacevole del latte detergente e si elimina con il risciacquo, ma sceglilo in versione non troppo aggressiva e senza alcol: la pelle unta, infatti, non va “sgrassata” ma detersa con delicatezza per rispettare il film idrolipidico e per evitare l’effetto “rebound” (ossia un aumento della produzione del sebo).

Pasta di sapone

  • Ok per la pelle impura
  • Contrariamente ai normali saponi, la pasta di sapone e il sapone di Aleppo non “tirano” la pelle: sono composti di olio d’oliva e alloro, privi di conservanti e hanno anche un leggero effetto antibatterico, ideale per la cute grassa e impura.

Panni di microfibra

  • Ok per la pelle normale.
  • Si usano solo con acqua, senza detergenti; sono molto efficaci, economici e comodissimi in viaggio, ma ricorda che il loro uso è strettamente personale. Inoltre devi farli asciugare bene tra un utilizzo e l’altro perché l’umidità favorisce l’aumento dei batteri. La soluzione? Comprane almeno 2, così da alternarli.

Occhi

  • Struccante bifasico: è un cosmetico composto da due parti, una acquosa, una oleosa. Al momento dell’uso di agita il flacone, le due parti si miscelano e l’azione struccante è molto efficace, anche con il make up più importante e waterproof.
  • Gel: ha una texture fresca e delicata. Applicalo con un dischetto di ovatta: appoggialo sulla palpebra e dopo qualche istante toglilo, esercitando una leggera pressione.


Fai la tua domanda ai nostri esperti



Leggi anche

Cosmetici bio: tutto quello che devi sapere

Cosmetici, le 5 cose che devi cercare nell'etichetta

Rimedi naturali anti borse sotto gli occhi

Pubblica un commento