A A
hero image

Detersione a prova di freddo

Per avere una pelle bella e sana è necessario dedicarsi anche alla detersione, soprattutto quando fa freddo



0

Il freddo, la vita frenetica e lo smog della città sono nemici del nostro viso in inverno. Il metabolismo cellulare si indebolisce e la produzione di tossine aumenta causando la perdita di tono e spessore della pelle che così invecchia prima del tempo. Come fare? La detersione della pelle è il primo trattamento di bellezza.


Ogni giorno, al mattino appena svegli e la sera prima di andare a letto, la parola d’ordine deve essere detersione. O, se preferite, pulizia. Sì, perché solo con questo semplice ed essenziale gesto la pelle del viso mantiene la sua luminosità ed elasticità.


Perché è necessario detergere la pelle anche la mattina? Non basta eliminare i residui di trucco la sera?  “Se prima di coricarsi è necessario rimuovere il make up che ha ostruito i pori durante tutto l’arco della giornata e hanno catalizzato le sostanze presenti nell’ambiente, appena svegli occorre ripulire la pelle dall’eccesso di sebo e sudore accumulati durante la notte. Non è tutto. La detersione è indispensabile anche per favorire il distacco delle cellule morte che restano 'attaccate' al viso rendendolo opaco e acutizzando il colorito spento”, spiega la cosmetologa Maria Teresa De Luca.


«Bisogna smetterla di vedere il momento della pulizia come qualcosa di noioso e superfluo», continua la dottoressa De Luca. «La detersione non è solo un’operazione di igiene ma l’inizio di tutti i trattamenti di bellezza. E questo perché ormai tutte le formule, che si parli di latte, creme, acque oppure lozioni, sono studiate per risolvere i più comuni problemi tipici della pelle in base alle diverse necessità, non solo per pulire».

Alcuni esempi? Esistono texture adatte a cancellare l’unto e regolare la produzione di sebo, altre formule che stimolano il rinnovamento cellulare, altre ancora che invece combatto i batteri e sugli scaffali si trovano prodotti decongestionanti, calmanti, idratanti, nutrienti e lenitivi. Insomma ogni pelle ha le proprie esigenze e noi dobbiamo fare in modo di soddisfarle.


Infine, non tutti i prodotti che si utilizzano per detergere il viso vanno d’accordo con la delicata zona perioculare (ciglia e palpebre) perché in questa zona la pelle è molto più sottile. È quindi necessario, magari risparmiando altrove, acquistare uno struccante appositamente studiato per gli occhi: possono essere formulati in gel, latte o lozione, a voi la scelta, ma l’importante è che abbiano un basso grado di acidità e contengano sostanze idratanti.

Vanno bene i cosiddetti bifasici, quelli, per intenderci, composti da un mix di acqua e olio da agitare al momento dell’utilizzo perché rimuovono perfettamente sporco e maquillage senza irritare.

Pubblica un commento