A A

Come scegliere il siero?

Serve una cura d’urto? Prova il siero! Abbinato alla crema, idrata in profondità e riduce imperfezioni e inestetismi, per un viso più disteso e giovane



0

Cosa differenzia i sieri dalle creme? Se le seconde si caratterizzano per la quota consistente di grassi, che le rende soffici e dense, i sieri invece contengono un’alta percentuale di acqua e apportano alla cute una quantità di lipidi inferiore. Il risultato è un prodotto fluido e super concentrato, che penetra in profondità e si asciuga rapidamente.

Quando usarlo? Ai cambi di stagione, oppure ogni volta che la pelle sembra bisognosa di un trattamento più deciso, perché appare arida e spenta, il colorito è opaco, le rughe più evidenti. La scelta dipende dal tipo di problematica da trattare.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Rughe e invecchiamento precoce

I sieri antietà hanno gli stessi attivi delle creme studiate per frenare l’invecchiamento, ma in concentrazione maggiore. Sono: acido ialuronico, fospidin, vitamine, complessi antiossidanti di origine vegetale, fosfolipidi, alghe e attivi di origine marina, derivati dell’olio d’oliva, aminoacidi, pantenolo, niacinamide (vitamina B3), peptidi biomimetici che esercitano un visibile effetto lifting

Pelle ruvida e opaca

Sono i segnali che il rinnovo cellulare è intoppato. Serve un pool di sostanze leviganti e rinnovatrici, come retinolo o suoi derivati, acidi glicolico o salicilico che stimolano la moltiplicazione e la coesione delle cellule epidermiche, accelerando il rinnovamento cellulare. Una volta alla settimana, è utile far precedere l’applicazione del siero da un leggero scrub ad azione esfoliante.

Zampe di gallina e sguardo spento

I sieri specifici per il contorno occhi sono studiati per appianare le rughe della zona perioculare, risollevano le palpebre con un effetto lifting, cancellano i segni di stanchezza. Si picchiettano sul contorno occhi, senza massaggiare, la sera prima di andare a dormire, dopo essersi struccate e prima di applicare la crema da notte. Per uno sguardo più fresco e riposato al mattino.

Macchie e colorito disomogeneo

Le discromie possono essere causate dal sole, dall’età, dai segni dell’acne. Le formulazioni antimacchia sfruttano le virtù della vitamina C, dall’azione depigmentante, estratti vegetali, per esempio lampone, fico d’india, gelso bianco, glicirriza, acido ellagico, estratto di Bellis Perennis.

Accelerano il ricambio cellulare contrastando la perdita di uniformità e restituendo alla pelle omogeneità e lucentezza. Prevengono anche la formazione di nuove macchie.

Acne e imperfezioni

Le formule dedicate alle pelli grasse e miste, soggette a imperfezioni e untuosità, svolgono un’azione opacizzante e seboregolatrice: uniformano il colorito e affinando la grana cutanea. Giorno dopo giorno, i pori dilatati si riducono in quantità e diametro, così come le impurità. La pelle risulta levigata, le imperfezioni minimizzate e l’incarnato più sano.

Leggi anche

Oli multiuso per viso, corpo e capelli

Pelle grassa? Meno rughe

Labbra screpolate: come idratarle

I nostri consigli per le tue scelte

Come scegliere lo sport più adatto a te?

Come scegliere i cibi per i nostri figli

Scegli il tonno e fai il pieno di salute

Pubblica un commento