A A

Collo: non ti dimenticar di lui

Povero collo, la sua pelle è fragile e sottile, si disidrata subito e invecchia presto: meglio correre ai ripari prima che sia troppo tardi



1

step by step

Fragile e sottile, spesso trascurata e costantemente sottoposta all’aggressione di sole, vento, freddo, la pelle del collo perde con il tempo elasticità e tono, si affloscia e si riempie di pieghe.

I frequenti stiramenti e distensioni provocano le tipiche rughe disposte a girocollo l’una sull'altra, chiamate “collana di Venere”. Inestetismi sempre più diffusi e che compaiono sempre prima: secondo dermatologi inglesi, oggi, sempre di più le giovani donne tra 18 e 39 anni mostrano un collo precocemente invecchiato.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Proteggere e idratare al mattino

D’inverno come in estate, è indispensabile ogni mattina l’applicazione di una crema specifica per collo e décolleté, dotata di filtro protettivo (almeno Spf 30) e ricca di attivi idratanti e nutrienti, come acido ialuronico, burro di karité, pantenolo, glicerina, oli vegetali. Nelle formule, troviamo anche sostanze con azioni specifiche: antirughe, tonificanti, a effetto lifting.

Fondamentale il massaggio: stimola la circolazione sanguigna e facilita la penetrazione dei principi attivi. Procedere effettuando con la punta delle dita un movimento dal basso verso l’alto, dal décolleté fino al mento.

Nutrire e rinnovare alla sera

Esistono prodotti simili a maschere che, applicati alla sera, quando la pelle è più rilassata e ricettiva all’azione dei cosmetici, regalano una nuova giovinezza a tutta la zona del décolleté. Idratano in profondità con un immediato effetto tensore, rendendo la pelle più compatta, tonica e giovane.

Gli esfolianti, invece, vanno usati quando la pelle appare più opaca e spenta o si desidera una decisa azione di rinnovamento (per esempio ai cambi di stagione). Si applicano da una volta alla settimana a una-due volte al mese, a seconda del tipo di pelle.

Cancellare le macchie

Per ridurre l’intensità delle macchie e prevenire quelle nuove, si possono usare prodotti ad azione depigmentante, che riducono o inibiscono la produzione di melanina, a base per esempio di vitamina C, glicirrizina, acido ellagico, estratto floreale di Bellis perennis.

Per coprire le imperfezioni e dare uniformità al colorito sono utili le BB cream o le polveri illuminanti. Le prime contengono pigmenti non coprenti che si fondono naturalmente con la pelle. Disponibili anche in versione spray, sono proposte in tonalità universali. La polvere si distribuisce su collo e décolleté con un grosso pennello, come una terra.

Cattive abitudini

Oltre ai raggi Uv, favoriscono l’invecchiamento anche il fumo di sigaretta, le lampade abbronzanti e l’eccesso di alcol.

I bagni caldi e prolungati dilatano i capillari e favoriscono il rilasciamento dei tessuti: meglio una doccia tiepida, da concludere con getti d’acqua caldi e freddi alternati, dirigendo la cornetta della doccia direttamente sul collo.

Attenzione all’uso continuo del cellulare: per evitare rughe e pieghe sul collo, è bene non inclinare la testa in avanti, ma tenere il display davanti al viso, parallelamente alla linea dello sguardo.

Leggi anche

Lavanda e camomilla: un ottimo olio antiage

Mal di collo: quali esercizi?

Olio di lino: idratante antiage per viso

Strategie anti-age

Le novità della medicina antiaging

Contorno occhi: perché invecchia prima?

Non ti strucchi? Invecchierai prima

Pubblica un commento