A A
hero image

Acne: prova la maschera all’argilla

Segui i consigli di Starbene per realizzare a casa tua una maschera all’argilla perfetta per la pelle grassa



0

Ereditarietà e ormoni: ecco i principali fattori che possono influire sulla produzione di sebo e quindi sul benessere della nostra pelle. Quell'olio naturale che il corpo usa per evitare che la pelle si secchi, in realtà, se secreto in eccesso attraverso i pori, può causare l'ostruzione dei pori stessi, a causa delle cellule morte che vi si depositano sopra e causare l'antiestetico problema dell'acne.


Questo tipo di ostacolo può infatti causare una fortissima irritazione della pelle che porta alla conseguente formazione dei brufoli. Inoltre la sovrabbondanza di sebo sulla superficie della pelle può anche favorire la diffusione di batteri che possono aggravare ulteriormente il problema. Ecco come scegliere la maschera giusta con i consigli di Fernando Bianchi, dermatologo dell’Istituto Dermoclinico Vita-Cutis di Milano.

Maschere fai da te

Le maschere di bellezza fai da te costituiscono una parte significativa dei trattamenti per la pulizia del viso acneico. E l'ingrediente principe di queste maschere è senza dubbio l'argilla per le sue proprietà assorbenti, esfolianti e astringenti che agiscono sulle cause principali dell'acne.

L'argilla è in grado di assorbire le sostanze in eccesso sopra e sotto la superficie della pelle: non solo sebo, ma anche batteri, acqua, tossine e agenti irritanti; infine l'argilla ha la capacità di esfoliare le cellule morte senza dover esercitare nessuna frizione come ad esempio avviene con uno scrub o un gommage.

Argilla bianca, marrone o verde?

Naturalmente esistono diversi tipi di argilla che vengono identificati in base al loro colore i quali, a loro volta, variano a seconda dei minerali contenuti in essi. Questi minerali possono anche avere effetti diversi sulla pelle.

L'argilla bianca, per esempio, ha proprietà astringenti più forti e può aumentare la circolazione sanguigna sulla pelle; quelle marroni sono efficaci nel rimuovere le cellule morte ma non sono adatte alla pelle troppo secca. Infine, in erboristeria si possono trovare le più comuni argille verdi: sono le più versatili, poiché delicate su tutti i tipi di pelle e tendono a essere ricche di calcio, magnesio, potassio e sodio.

Come fare una maschera di pulizia naturale

Veniamo al vero e proprio trattamento. Ecco i passi da fare per preparare una maschera purificante a base di argilla per combattere i brufoli.

Innanzitutto occorre preparare al meglio il viso prima dell'applicazione pulendo a fondo la pelle dalle impurità con del vapore. Basta far bollire una bacinella di acqua, aggiungere un cucchiaio di bicarbonato e avvicinare il volto ai vapori per 5 minuti. In questo modo i pori si dilatano e la pelle si prepara a ricevere le “cure” della maschera all'argilla.

Ingredienti anti sebo

A questo punto ecco quali sono gli ingredienti da utilizzare e in quale modo preparare una perfetta maschera: preparate sul tavolo 2 cucchiai di argilla verde, 2 cucchiaini di cannella (serve a togliere l'odore forte di terra), due gocce di olio (quello che preferite, anche il comune olio da cucina va bene), 1 cucchiaio di miele, qualche goccia di essenza di lavanda e acqua distillata. Prendete una ciotola in plastica o legno e versate insieme l'argilla con la cannella mischiando le due polveri e cercando di amalgamarle al meglio.

Successivamente aggiungete miele, olio e acqua a sufficienza a rendere il composto denso ma spalmabile. Una volta applicato sulla pelle, la maschera deve restare in posa per 30 minuti, prima di essere risciacquata con acqua tiepida così da eliminare qualsiasi residuo.

Come agisce sulla pelle

Vi racconto un'ultima curiosità su questo complesso di minerali che è l'argilla. Pensate che veniva utilizzata per la bellezza e la cura della pelle fin dall'antico Egitto: i suoi preziosi componenti quali il ferro, il calcio, il potassio, il silice, l’alluminio, il sodio, il titanio, il manganese e il magnesio la rendevano un cosmetico miracoloso. L’argilla verde, in modo particolare veniva estratta nei mesi estivi, quando le forze solari erano più forti e intense.

Veniva lasciata essiccare al sole per caricarla di energia e permettere allo stesso tempo all'ossigeno di farla respirare e all’aria di asciugarne l’umidità. L’argilla ha inoltre un grandissimo potere antinfiammatorio e antidoorifico ed è molto efficace per i dolori muscoloscheletrici dopo una corsa.

Pubblica un commento