A A

5 maschere naturali con frutti esotici

5 sono i vegetali da portare in tavola ogni dì, 5 sono i colori della frutta, 5 sono le maschere con frutti esotici che fanno bene alla pelle



0

Giallo, verde, rosso, bianco e arancione sono i colori della salute, che dovrebbero guidarci nella scelta dei vegetali da mettere in tavola tutti i giorni. Non solo (a seconda della stagione) mele e pere, arance e pompelmi, angurie e meloni.

Ma anche frutti esotici che, oltre a deliziare il palato e farci fare il pieno di vitamine, sono un vero toccasana per la pelle. Perché allora non sfruttarne le virtù applicandoli direttamente sul viso? Ecco 5 maschere che promettono di rimetterci a nuovo in modo del tutto naturale, con un pizzico di sapore esotico.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Maschera all’ananas

L’ananas è un’eccellente fonte di manganese, vitamine C e del gruppo B, potassio. Per una pelle più liscia e levigata, si può preparare una maschera centrifugando 60 grammi di ananas con 60 grammi di mandorle dolci e amalgamarle con un cucchiaio fino a ottenere un composto morbido e omogeneo. Lasciare agire per 15-20 minuti e risciacquare.

Con la polpa del frutto si può ottenere anche un tonico rinfrescante da picchiettare sul viso dopo aver rimosso la maschera.

Maschera all’avocado

L’avocado è tra i frutti con il maggior contenuto di fosforo e vitamina B2. Per un’azione purificante, mescolare polpa di avocado e yogurt in parti uguali. Lasciare agire per 15-20 minuti e risciacquare. Per un’azione nutriente, sostituire lo yogurt con olio extravergine d’oliva. Lasciare agire per 15-20 minuti e risciacquare.

Maschera al mango

Il mango contiene circa la metà della dose raccomandata giornaliera di vitamine A e C e un buona percentuale di vitamine del gruppo B, polifenoli e betacarotene. Per preparare una maschera ultravitaminica, utile contro le macchie e per uniformare il colorito, basta schiacciare con la forchetta un mango maturo e una mela farinosa, aggiungendo qualche goccia di limone. Lasciare agire per 15-20 minuti e risciacquare.

Maschera alla papaya

La papaya è un concentrato di betacaroteni, indispensabili per rigenerare i tessuti della pelle. Contro le impurità della pelle e i punti neri, mescolare la polpa di una papaia con un panetto di lievito di birra e applicare sul viso. Lasciare agire per 15-20 minuti e risciacquare.

Lavare bene le mani dopo l’applicazione: il contatto con la papaya può provocare un temporaneo ingiallimento delle mani.

Maschera al cocco

Dal cocco viene estratto un olio ricco di acido laurico, che svolge un’azione lenitiva ed emolliente, donando elasticità e tono alla pelle arida e “che tira”. Una maschera iperidratante si ottiene mescolando un tuorlo d’uovo con un cucchiaio di olio di cocco, aggiungere poi l’albume montato a neve e amalgamare il tutto con due cucchiai di miele biologico. Lasciare agire per 15-20 minuti e risciacquare.

Leggi anche

Maschera tonificante all'amido di riso

Couperose: la maschera fai da te

Acne: prova la maschera all'argilla

Frutta del benessere

La papaya giapponese è il frutto del benessere

Semi di chia, olio di cocco, spirulina: sono davvero cibi miracolosi?

Via i chili di troppo con la dieta dell'ananas

Pubblica un commento