A A

Unghie che si sfaldano: cause e rimedi

Che cosa succede, che cosa fare e come prevenire l’indebolimento del letto unghiale con un’alimentazione adeguata e piccoli accorgimenti nel quotidiano



0

di Paola Toia

UNGHIE: ESTETICA, MA SOPRATTUTTO SALUTE!
Per il gentil sesso la cura delle unghie spesso è solo una questione di estetica, dettata dalle tendenze del momento in tema di nail art, smalti o ricostruzioni. A seconda delle stagioni ci si può sbizzarrire con fantasie e colori diversi, ma è bene stare attente per non indebolire eccessivamente le unghie, tramutandole da seducenti alleate in elementi danneggiati. Alle volte si rovinano anche senza particolari interventi, magari per poca cura o struttura debole. Nulla è irrecuperabile, ma è importante capire la natura del problema per intervenire in modo tempestivo e risolutivo.

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

PROBLEMI ALLE UNGHIE: SFALDAMENTO
Le unghie sono formate quasi esclusivamente da cheratina (proteina costituita da lunghe catene di aminoacidi e da oligoelementi come zinco, ferro, rame, e vitamine - A, B6, C ed E) e, in percentuali minori, da grassi, amminoacidi, acqua, vitamine e minerali. Che cosa succede quando le unghie si sfaldano? Nella maggior parte dei casi si verifica una disfunzione nella produzione di cheratina, spesso dovuta a cattive abitudini alimentari. Anche l’anemia può contribuire a indebolire le unghie per carenza di ferro, ma anche di calcio, zinco, vitamina A, B5 e B6… Per non parlare dei problemi legati alla tiroide!

Ci possono essere, però, altre cause:
- micosi e allergie che si sommano alle carenze alimentari, rendendo le unghie gialle, rigate e molto deboli;
- invecchiamento;
- disidratazione;
- traumi per l’abuso di prodotti, specialmente quelli aggressivi (es. detersivi);
- ricostruzioni o utilizzo di gel in modo frequente;
- microfratture;
- fumo e onicofagia non aiutano a migliorare la situazione;
- stress.

GLI ALIMENTI AMICI DELLE UNGHIE
Una delle principali cause dell’indebolimento e dello sfaldamento delle unghie è rappresentata dalle carenze alimentari. Quali sono i cibi alleati delle unghie? Quelli ricchi di vitamina A, B6, C, E e H, zinco, ferro, rame, zolfo, molibdeno e proteine sulfonate.

Ecco la lista:
- aglio e cipolla,
- cavolfiore e broccoli,
- cereali,
- pelle del pollo,
- crostacei,
- latticini,
- legumi,
- fegato,
- piselli e fagioli,
- tuorlo d’uovo,
- germe di grano e riso integrale,
- pesce.

I RIMEDI CONTRO LO SFALDAMENTO UNGHIALE
Come intervenire quando ci si accorge che le unghie si stanno sfaldando? Quando l’unghia si presenta pallida, fragile, friabile, si sfalda, si spezza facilmente e compaiono delle righe verticali, significa che non è in salute.

I passi per ridonare elasticità e durezza alle proprie unghie:
- consumare i cibi alleati delle unghie;
- bere 2l di acqua al giorno;
- assumere integratori naturali per rinforzare le unghie fragili;
- usare una crema biologica protettiva e nutriente per le mani;
- massaggiare ogni sera le unghie con olio di mandorle dolci oppure di ricino;
- proteggere le mani, durante i lavori domestici con dei guanti ed evitare prodotti aggressivi, da sostituire con quelli naturali come l’aceto;
- praticare la manicure con cura e utensili adeguati;
- stare attenti nel rimuovere lo smalto, utilizzando solventi senza acetone; 
- far riposare le unghie dallo smalto periodicamente per lasciarle respirare;
- rinforzare le unghie con uno smalto apposito, per esempio smalto gel con cheratina;
- limitare l’onicofagia: in farmacia o in erboristeria  è possibile chiedere dei prodotti specifici non invasivi;
- limitare il fumo/smettere di fumare;
- controllare la lunghezza delle unghie, specialmente in caso di unghie fragili.

Qualche accorgimento naturale:
- limone: aggiungerne qualche goccia nella crema idratante di mani e piedi, ottimo per schiarire le unghie. Due o tre volte alla settimana si possono immergere mani e piedi in acqua e limone per 10 minuti, frizionandole poi con dell’olio;
- equiseto: fare un decotto per immergere mani e piedi;
- olii: utilizzati per frizionare le unghie – olio di mandorle dolci, in alternativa olio extra vergine di oliva, olio di ricino o olio di germe di grano.
- pianta dell’albero del tè: ottima in caso di micosi; diluirne qualche goccia in un olio base utilizzato per massaggiare le unghie prima di andare a dormire;
- maschere rinforzanti naturali: a base di yogurt bianco, miele e polpa di avocado, da lasciare in posa sulle unghie per 15 minuti e poi risciacquare.

Idee beauty per unghie fragili e rovinate!

CONSIGLI E PREVENZIONE PER UNGHIE BELLE E SANE
Per non rovinare o stressare le unghie non tagliarle, ma limarle con lime di cartone, perché meno dure rispetto a quelle di ferro (meglio evitarle). Inoltre gli smalti madreperlacei sono sconsigliati per le unghie fragili, in quanto conterrebbero polvere di piombo.

La prevenzione rappresenta uno dei migliori modi per limitare i danni e avere unghie belle da vedere, ma soprattutto sane. Quindi proteggere sempre le mani quando si eseguono i lavori domestici o in giardino ed evitare il continuo contatto con l’acqua per limitare l’insorgere di micosi. Per stimolare la crescita delle unghie si possono usare degli olii specifici e per favorirne l’irrorazione sanguigna non sono da trascurare i bagni caldo-freddi.

Come essere alla moda e preservare la salute delle proprie unghie?

LE UNGHIE DEI PIEDI
Lo sfaldamento può riguardare anche le unghie dei piedi e può essere imputato, nella maggior parte dei casi, a una pedicure errata, all’uso di smalti e prodotti non idonei. Anche la poca traspirazione, tenendo i piedi chiusi nelle scarpe per molte ore, può giocare brutti scherzi. Se, inoltre, si frequentano piscine o spogliatoi, è bene indossare sempre delle ciabattine, per evitare le terribili micosi. Come intervenire in caso di problemi? Iniziare limitando l’uso eccessivo di prodotti, cercando scarpe traspiranti (in estate optare per calzature aperte quando possibile) e utilizzando creme nutrienti e protettive.

Leggi anche

I migliori detergenti intimi

Ringiovanire: le nuove strategie

I rimedi contro i brufoli

Pubblica un commento