hero image

Unghie dei piedi: le cure ok

Per avere piedi belli e sani vanno curate anche le unghie. Scopri come averle sempre al top

iStock




La regola aurea per stare in forma? Camminare. Fino a poco tempo fa i medici suggerivano diecimila passi al giorno. Ma un recente studio inglese pubblicato sull’International Journal of Obesity, ha aggiornato i dati e suggerisce di arrivare a 15mila. Non sono pochi. E per reggere questi ritmi bisogna avere piedi in perfette condizioni. A cominciare dalle unghie.


Anche le unghie hanno bisogno dello scrub

«Lo scrub alle unghie è un passaggio che viene spesso dimenticato e sottovalutato. Serve per levigare la superficie ed eliminare macchie e tracce di vecchio smalto», spiega Camilla Gardini, nail expert.

«Si può fare in due modi: con un buffer, cioè la lima a quattro facce, oppure con un prodotto specifico. È importante farlo una volta ogni due settimane per avere unghie sempre lucide e sane, specialmente se si usano quelle finte, che lasciano più residui, o smalti scuri», continua l’esperta. Dopo lo scrub, passa alla colorazione.

La lacca semipermanente non è per tutte. Certo, dura molti giorni e in estate quasi dimentichi di averla. Ma richiede unghie forti e cure quotidiane per non indebolirle, solventi specifici per toglierla e mani esperte per applicarla. L’alternativa? Uno smalto a lunga durata che simula la tecnologia di quello semipermanente, ma senza fornetti Uv e Led, con una durata “extreme”: fino a 12 giorni.

Il sistema in 2 o 3 passaggi prevede prima una base che protegge l’unghia e crea la situazione ideale per far aderire perfettamente il colore e prolungarne la tenuta, mentre la combinazione tra smalto e top coat garantisce una durata estrema e un finish brillante nel tempo. Sull’unghia si crea un film resistente che simula la tecnologia Uv/Led, ma senza rovinare le unghie. Dura quanto una vacanza e si elimina con un solvente normale.


Prenditi cura anche dei talloni

Poche cose sono più antiestetiche dei talloni ruvidi e screpolati. La pietra pomice, passata con delicatezza sulle zone ruvide, è il metodo più veloce per eliminare le zone più spesse e rendere la pelle liscia e morbida. «In alternativa, sempre dopo il pediluvio, si può applicare una crema a base di urea al 25% e di estratti di frutta che indeboliscono lo strato corneo e favoriscono naturalmente la rimozione delle cellule morte.

Puoi farne anche un impacco, avvolgendo i piedi nella pellicola trasparente. Dopo 2 ore risciacqui ed elimini le pellicine ammorbidite», spiega la dermatologa Chiara Galloni. Per prevenire la secchezza (che rende anche la pelle più sottile e propensa alle vesciche, un bel problema se ami correre o camminare a lungo) la soluzione migliore è applicare ogni giorno un prodotto nutriente, ma se la tua routine beauty quotidiana è già impegnativa, una volta alla settimana usa il metodo del calzino: applica un impacco di crema ipernutriente, e poi infila un paio di fantasmini di cotone.

Tieni l’impacco tutta la notte. In alternativa trovi delle maschere-piedi pronte all’uso, che agiscono più velocemente (da 20 a 60 minuti circa): il tempo di una puntata del tuo serial preferito e sei a posto.


Così cancelli la fatica

Con 26 ossa, 20 muscoli e 114 legamenti, i piedi ci sorreggono tutto il giorno. Per aiutarli nel loro duro lavoro puoi ricorrere alle solette in gel, che ammortizzano la camminata e sostengono la postura, ai massaggi della pianta e alle rotazioni delle caviglie, che mantengono i muscoli elastici allontanando le tensioni.

Ma hai mai pensato di allungare anche le dita dei piedi? È uno dei primi esercizi che consigliano gli insegnanti di yoga. «Le dita danno equilibrio, radicamento a terra e migliorano la camminata, ma spesso sono tese e contratte all’interno delle scarpe. Ecco perché sottoporle a stretching è un toccasana per la postura e il benessere della schiena e delle gambe», dice Simona Cosimi, insegnante di yoga.

Prova questi due esercizi da fare ogni giorno: metti un elastico intorno agli alluci, come per agganciarli. Tira con i piedi cercando di allontanarli e mantieni la posizione per 5 secondi. Ripeti 10 volte. Oppure inginocchiati, appoggia i glutei sui talloni e mantieni flesse in avanti le dita dei piedi per 10 secondi.

Un’alternativa è usare un attrezzo specifico per il Pilates delle estremità e ideato da Ilaria Cavagna, ginnasta e personal trainer, il Rescue Loop: le cinghie di cuoio permettono di eseguire diversi esercizi utili per migliorare la circolazione e prevenire i crampi.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 24 di Starbene in edicola dal 30/5/2017

Leggi anche

Estate: i consigli per la cura delle unghie

Unghie che si sfaldano: cause e rimedi

Unghie dei piedi: come eliminare i funghi

Le dritte per piedi perfetti

Latte e miele, una ricetta per mani e piedi