A A

Il fattore S

Incombono bikini, abitini scollati e prendisole. Ma se ti impegni, sei ancora in tempo per sfoggiare un seno da urlo



0

di Paola Oriunno

Ti sei allenata in palestra tutto l’inverno per arrivare in spiaggia con un favoloso lato B. E i risultati si vedono. Ma hai pensato al lato S, il tuo décolleté? Il seno è delicato, va protetto e coccolato. Bisogna “tirarlo su”, tonificarlo, idratarlo e difenderlo dagli effetti del photo e cronoaging. Se non te ne sei curata abbastanza in previsione delle vacanze, ora scatta l’ora X.

I cosmetici
Una crema vale l’altra? Sbagliato. Esistono prodotti specifici per questa zona, da applicare mattina e sera. «La tua crema viso potrebbe non essere ricca abbastanza per il décolleté, dove la pelle ha meno ghiandole sebacee e quindi un prodotto troppo leggero non è efficace», spiega la cosmetologa Anna Mastropaolo. Meglio separare prodotti e zone.

«I trattamenti per il seno di ultima generazione possono competere a pieno titolo con quelli dermatologici perché spesso utilizzano le stesse sostanze usate in medicina estetica, cioè l’acido ialuronico a basso peso molecolare, che penetra in profondità, e il collagene», continua la cosmetologa.

«Questi attivi, a contatto con l’acqua presente nella pelle, aumentano di volume, riempiono le rughe e “stirano” l’epidermide. Si applicano tutti i giorni, mattina e sera, sulla pelle detersa. Già dopo una settimana l’idratazione della pelle aumenta visibilmente, la profondità delle rughe diminuisce».

Se sei pigra e non hai voglia di spalmare tutti i giorni, puoi affidarti a una novità nel mondo beauty: i reggiseni “effetto corsetto” realizzati con fibre tessili impregnate di microcapsule ricche di principi attivi che si attivano grazie al movimento del corpo, rilasciandoli continuamente.

Il trattamento
Con gli ultrasuoni focalizzati di Ultherapy elimini in una sola seduta i cedimenti e i segni del tempo. «Questa macchina di ultima generazione utilizza il calore per agire in profondità e creare un piccolo “danno” al derma che viene riparato naturalmente, producendo e stimolando nuovo collagene », spiega Matteo Tretti Clementoni, chirurgo plastico e medico estetico dell’Istituto Dermatologico Europeo.

«Ma la vera rivoluzione di questo trattamento, che può effettuare solo un medico, è che si può fare persino in estate, sulla pelle abbronzata e non ha bisogno di giorni di recupero». Quindi, via libera anche 24 ore prima di partire per le vacanze. È indolore e i risultati sono immediati, ma migliorano visibilmente anche nei mesi successivi. Gli effetti durano circa un anno. Per una seduta prevedi da 30 a 60 minuti; il costo parte da 300 €, a seconda della zona da trattare (info: 02-5492511).

La protezione al sole
La notizia è recente: uno degli “angeli” di Victoria’s Secret, Nina Agdal, ha pubblicato su Instagram una foto in cui mostra i segni di una scottatura sotto il seno, che si è procurata lavorando per un servizio fotografico. In spiaggia, il seno è più scoperto ed esposto. Inoltre, è poco abituato a ricevere il sole. Quindi va protetto come le altre zone sensibili (viso, collo, piedi).

Applica una protezione alta, ma rinnovala tutte le volte che fai il bagno, e comunque almeno tre volte nel corso della giornata. Non è sufficiente neppure indossare una maglietta o un caftano. «La difesa media che ti dà una T-shirt bianca è pari a una crema con Spf 6. Un tessuto bianco riflette i raggi del sole, ma se è bagnato perde completamente l’effetto di protezione», avverte la dermatologa Maria Gabriella Di Russo. «Non ridurti all’ultimo minuto per spalmarti il solare, fallo già prima di andare in spiaggia. Così la crema ha tutto il tempo di attivarsi a contatto con la pelle», continua Di Russo. Perfetti gli stessi prodotti che usi per il viso perché sono arricchiti di principi attivi che contrastano rugosità, secchezza, disidratazione della pelle.

Hai pensato al trucco?
Sì, anche il seno può apparire più bello, pieno e sodo grazie al make up. Bastano un pennello e una terra iridescente. «Si deve creare un gioco di luci e ombre che dia l’illusione di una scollatura più gonfia», suggerisce il make up artist Mirko Tagliaferri. «Fai così: indossa il reggiseno, passa il pennello nella terra, scuotilo per eliminare l’eccesso e passalo tra i seni per sottolinearne la profondità. Poi, disegna una Y seguendo la naturale curva superiore. Per completare, picchietta con una cipria chiara la parte più vicina al bordo del reggiseno. Così crei un bel contrasto di ombre».

Articolo pubblicato sul n. 24 di Starbene in edicola dal 2/06/2015

Leggi anche

Bagnodoccia jojoba e vaniglia: la ricetta fai da te

Natale, le idee regalo per essere più belli

Beauty: le proprietà del latte

Mani: la crema all’olio oliva fai da te

Cosmetici ecologici: ecco il marchio di qualità

Capelli: le soluzioni salva chioma

Caffè: le proprietà per la bellezza (e il benessere)

Capelli, tinta fai da te: 10 cose da sapere

Le 3 migliori creme per piedi screpolati

Tatuaggi: attenzione agli inchiostri

Pubblica un commento