A A

Seno: i consigli per mantenerlo in forma

La zona décolleté è tra le più delicate e soggette al passare del tempo. Ecco come curarlo da mattino a sera



0

di Martina Allegri

Mignon o oversize, tenero o sfrontato, poco importa: per il seno l’essenziale è mantenersi tonico, svettante, con la pelle vellutata. Ma è particolarmente suscettibile agli sbalzi di peso e alle stagioni della vita, dalla pubertà alla menopausa, passando per la gravidanza e l’allattamento, e quindi ha bisogno di attenzioni extra. La soluzione? Prendertene cura, mattino e sera, giorno dopo giorno, con prodotti mirati, sane abitudini, esercizi e trattamenti specifici.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

#di mattina allena il respiro,ossigena la cute, massaggia


Brividi tonificanti

L’acqua fredda ha un buon effetto rassodante, perché riattiva la circolazione, aumentando così l’ossigenazione dei tessuti. Durante la doccia, alterna getti di acqua calda (circa 37 °C) e fredda (22-23 °C). Ruota in senso orario il getto, avendo cura di non indirizzarlo direttamente sui capezzoli. Altra soluzione veloce: spruzza sul seno e sul décolleté un tonico leggero e non alcolico, per esempio acqua di rose, oppure acqua termale o di hamamelis, tenute prima in frigo per qualche ora.


Scrub vellutanti

Pelle morbida e liscia? Esfoliala una volta alla settimana. «Usa un cosmetico ultra-delicato, con microsferule vegetali», raccomanda il dermatologo Leonardo Celleno. L’alternativa: il dry brushing, con morbidissime spazzole dalle punte arrotondate, con setole di tasso o lattice di gomma. Dirigi le spazzole con lievi movimenti circolari dall’esterno all’interno e dal basso verso l’alto, evitando
i capezzoli.


Esercizio riattivante

Non costa fatica, fa bene ai polmoni e tonifica i muscoli del busto: allarga e chiudi le braccia, alzale e abbassale ritmicamente, associando il respiro al movimento (per 5 minuti). 

Prodotti antiage

Dopo gli esercizi di respirazione, applica una crema specifica. «Per il seno poco tonico sono adatte le formule con principi attivi restitutivi, come olio di jojoba e burro di karité, e con sostanze idratanti e antietà, come acido ialuronico e alfalipoico, vitamine E e C, quest’ultima utile anche per prevenire le macchie, uniformare il colorito e stimolare la produzione di collagene ed elastina.


Indispensabili i principi attivi rassodanti e tonificanti, come le proteine idrolizzate del grano o della seta, gli aminoacidi e i peptidi, e quelli ricompattanti della trama cutanea, come i fitoestrogeni estratti dalla soia o dalla kigelia africana», spiega Celleno. 


Massaggio rassodante

La stesura della crema è il momento giusto per eseguire un massaggio in più step. Parti dal centro dei seni con la mano piatta e risali lungo il collo, fino alla base del mento. Quindi, tenendo il palmo delle mani a conca, massaggia i seni disegnando dei cerchi intorno al capezzolo. 

Continua picchiettando la pelle con i polpastrelli. Infine, con la mano destra piatta, stendi il prodotto, partendo dal lato esterno del seno sinistro. Sali fino ad arrivare alla destra della base del collo. Ripeti con l’altra mano, iniziando dall’esterno del seno destro e risalendo fino alla sinistra del collo.

#di sera usa gli attivi ok, agisci sui meridiani, correggi la postura


Principi antismagliature

A fine giornata passa sul seno e sul décolleté il detergente che usi per il viso, poi stendi la crema che utilizzi durante il giorno ma, se stai seguendo una cura dimagrante o aspetti un bimbo, scegline una per prevenire le smagliature. «Funzionano i polidrossiacidi, come l’acido lattobionico o il gluconolattone, che idratano e stimolano la produzione del collagene; gli alfaidrossiadici, come il lattico e il glicolico a bassa concentrazione, che esfoliano e migliorano l’“architettura” dell’epidermide; l’elastina, l’echinacea e il collagene marino, che ridensificano la trama cutanea», suggerisce il professor Celleno.

Tecnica push up

Usa lo stesso massaggio del mattino ma, per potenziare l’effetto push up, termina con questa tecnica
che può persino aiutare ad aumentare leggermente il volume del seno. Prima “scalda” le mani strofinandole tra loro con energia, poi appoggiale sul petto e massaggia conmovimenti circolari dall’esterno verso l’interno. Continua per almeno 10 minuti. Eseguito regolarmente, il massaggio
può stimolare la produzione di prolattina, un ormone che a sua volta migliora il volume delle mammelle. 

Sonno antirughe

Evita di dormire a pancia in giù: il décolleté si comprime e la pelle tende a formare o peggiorare le “grinzette”. Togli il reggiseno, per lasciar traspirare la pelle.

Cure speciali: sieri e maschere

I sieri sono il perfetto complemento cosmetico per le cure intensive, da utilizzare per cicli di 1-2 mesi. Agiscono avvolgendo il seno con un film-guaina, una sorta di “reggiseno cosmetico”, e rilasciano principi attivi ad alta concentrazione.

«Fluidi e sieri concentrati spesso contengono polifenoli, isoflavoni ed estratti vegetali (alghe, centella asiatica, staminali vegetali) veicolati in liposomi e betaciclodestrine per rendere più assorbibili i principi funzionali e garantirne una prolungata cessione, a garanzia di un effetto tensore più evidente», dice il dermatologo Leonardo Celleno.


Per potenziare l’azione tonificante, 2-3 giorni alla settimana applica sul seno una maschera rassodante (va bene anche la stessa che usi sul viso), da tenere in posa per un quarto d’ora. Dopo averla tolta massaggia il siero o la crema.

Esercizi antigravità


La ghiandola mammaria poggia sui muscoli pettorali: se li mantieni tonici, anche il seno resterà alto e sodo. Ecco alcuni esercizi suggeriti da Silvia Pengo, laureata in scienze motorie. Eseguili con costanza per ottenere risultati apprezzabili.


1 In piedi, braccia in fuori (palme in basso): ruotale “disegnando” dei cerchi (10 volte).

2 Braccia in avanti, palme verso il basso, fai 20 sforbiciate veloci.

3 Mani giunte, gomiti in fuori: spingi i gomiti in alto premendo le mani una contro l’altra (ripeti 12 volte).

4 In piedi, schiena al muro. Spingi in alto il collo come per sollevare un peso sulla testa, senza contrarre i muscoli delle spalle (10 volte). Poi solleva lentamente le braccia in alto e in avanti, mantenendo il dorso aderente al muro e ritorno (10 volte).

5 A cavalcioni su una sedia, impugna lo schienale e tiralo verso di te, espirando, per 5 secondi (15 volte).

6 Piegamenti sulle braccia: mani in appoggio alla parete, ruotate un poco in dentro e larghe come le spalle. Piega i gomiti in fuori mantenendo l’allineamento del corpo, quindi ritorna in posizione a braccia estese. Ripeti per 10-12 volte, per arrivare a tre serie con una pausa tra l’una e l’altra.

Articolo pubblicato sul n.9 di Starbene in edicola dal 16/02/2016

Leggi anche

6 esercizi per i pettorali

In piscina per un corpo al top

Come allenare tutto il corpo in 6 minuti?

Idratante per il corpo: come sceglierlo

Oli multiuso per viso, corpo e capelli

Pubblica un commento