A A
hero image

Metti mano ai piedi: le mosse per averli in forma

Chiusi in scarpe e stivali, d’autunno e d’inverno tendiamo a trascurarli. Ma è sbagliato. Ecco come curarli

credits: Corbis



0

Chiusi in scarpe e stivali, i piedi, nella stagione fredda, non sono certo il nostro primo pensiero e tendiamo a trascurarli. Errore: bisogna occuparsene sempre, a maggior ragione ora che soffrono il contatto stretto con calzini, collant e calzature chiuse, o peggio, strette. Ecco le mosse che dovresti seguire per averli in forma.


Il bagno quotidiano
La prima attenzione è la pulizia. Tutte le sere o, almeno a giorni alterni, concediti un pediluvio rigenerante di 10-15 minuti. All’acqua calda puoi aggiungere sali ammorbidenti (quello da cucina, ma anche i preparati con sale marino abbinato ora all’olio di oliva, ora agli estratti di camomilla ed erba di San Giovanni); oppure prodotti a base di oli vegetali emollienti. O ancora qualche goccia di olio essenziale: di limone e di lime per rinfrescare, di zenzero per stimolare la circolazione, di menta, antistanchezza e deodorante, di timo, per defatigare.
L'idea in più: se i tuoi piedi sono molto secchi e disidratati puoi immergerli nell’acqua di cottura del riso.

 

L'esfoliazione bisettimanale
Ogni due o tre giorni serve anche lo scrub, per eliminare gli ispessimenti cutanei che si formano soprattutto sui talloni, sotto le dita e persino sul dorso dei piedi. Massaggia questi punti con prodotti a base di sostanze naturale che non aggrediscono la pelle. Per esempio, quelli con i cristalli di zucchero (leviganti), con pietra pomice (efficace sulle callosità), con gusci di noce sminuzzati in olio di semi di girasole (ammorbidenti e rinvigorenti).
L'idea in più: in alternativa o anche in abbinamento, puoi usare un roll professionale per la pedicure: si tratta di un accessorio dotato di testina con microparticelle abrasive che, sfregata sotto il piede, rimuove le zone di pelle indurita e lascia i piedi morbidissimi.

 

L'idratazione giornaliera
Tutti i giorni bisognerebbe anche mettere la crema idratante perché i piedi sono una zona povera di ghiandole sebacee e, dunque, tendente alla secchezza. Anche in questo caso, non hai che l’imbarazzo della scelta: tra tante le formulazioni disponibili, sono ottime quelle a base di avocado che contiene sostanze grasse simili ai lipidi della pelle; quelle a base di urea e glicerina, iperidratanti; quelle con burro di karité, arnica e olio essenziale di lavanda, nutrienti e lenitivi.
L’idea in più: come prodotto S.O.S:, puoi indossare le calzine cosmetiche pronto uso che, a contatto con la pelle, rilasciano sostanze idratanti e nutrienti. O puoi usare un rimedio fai-da-te: scalda una tazza di olio, quando è tiepida massaggiala sui piedi e indossa per almeno 15 minuti, o tutta la notte, un paio di calzine di lana.

La coccola mensile
Una volta ogni due mesi, infine, il consiglio è di affidarsi a mani esperte e regalarti una pedicure professionale. Magari in una “Foot Spa”, vere e proprie beauty farm dei piedi, ormai diffuse anche in Italia. Qui, non solo puoi farti regolare le unghie senza correre il rischio che si incarnino, ma puoi sperimentare massaggi e trattamenti che mettono le ali ai piedi. Qualche esempio? La pedicure alla paraffina, che ammorbidisce la pelle e risveglia la circolazione; quella antifreddo, che prevede dopo il pediluvio l’applicazione di una maschera calda aromaterapeutica e un massaggio con oli essenziali; e, per le più coraggiose, la fish-pedicure. Di che si tratta? Immergi i piedi in una vasca piena di piccoli pesciolini di acqua dolce, i Garra rufa, che tramite un piacevole solletichio, effettuano un micromassaggio rigenerante e un peeling naturale che lascia la pelle liscissima.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Latte e miele, una ricetta per mani e piedi

Piedi come nuovi in 5 passi

Le dritte per piedi perfetti

Pubblica un commento