A A

Pancia piatta: i segreti per averla

Cibo, sedentarietà e stress sono responsabili dei temuti rotolini sul girovita. Ecco cosa fare per combatterli e recuperare un addome sodo



0

di Marzia Nicolini

È l’ossessione di una su 2: secondo un sondaggio di Astra Ricerche su 1200 donne tra i 18 e i 54 anni, il 54% delle intervistate si dichiara stufa dei rotolini sul girovita, confessando di sentirsi spesso gonfia come un palloncino.

E non si tratta solo di alimentazione sbagliata o conformazione fisica: una recente ricerca condotta dal Karolinska Instituet e dal Norvegian Institute of Public Health ha evidenziato tra i fattori responsabili dell’inestetismo l’aumento del cortisolo, l’ormone dello stress.

Allora per combattere l’accumulo di adipe e recuperare un addome sodo, oltre ai trattamenti mirati e alle strategie degli esperti, ricorda di... prenderla con calma!

Fai la tua domanda ai nostri esperti

A CASA

USA PRODOTTI AD HOC

«La pancetta sporgente è un inestetismo difficile da ignorare, soprattutto per noi donne», esordisce il medico estetico Dvora Ancona. «Le cause possono essere molteplici, dalla cattiva alimentazione allo stress.

A seconda dei problemi che ne sono all’origine e della conformazione fisica, la pancia assume forme diverse: può essere sporgente o tendere pericolosamente verso il basso, può circondare completamente il busto formando una ciambella o creare delle pieghe».

Qualunque sia la tipologia del problema, la cosmesi offre oggi un ventaglio di prodotti. Preferisci le creme modellanti a base di caffeina, edera ed  estratti vegetali marini: accelerano il metabolismo dei grassi, con un effetto guaina che asciuga il ventre.

Bene anche quelle con formula caldofreddo: un passaggio di temperatura rapido che favorisce l’emersione del tessuto muscolare, stimolando la microcircolazione superficiale dell’epidermide. Ricorda: perché siano efficaci, questi prodotti vanno applicati senza fretta uno o due volte al giorno, ogni giorno.

FATTI FURBA A TAVOLA

«Gli accorgimenti per eliminare grasso e gonfiore addominale sono pochi e funzionano», rassicura la nutrizionista Sara Cordara, specialista in scienza dell’alimentazione (nutrizionismi.it). «Inizia la giornata con uno smoothie da sorseggiare a stomaco vuoto: frulla insieme due pesche, un cestino di lamponi e mezzo bicchiere d’acqua.

Un’alternativa è lo smoothie verde: mezzo mazzetto di spinaci, un ciuffo di prezzemolo, quattro gambi di sedano e quattro carote. Un mix che libera dalle scorie». La nutrizionista consiglia poi i cibi più adatti a ridurre la pancetta: «Mele, patate (da preferire al pane), uova abbinate a spinaci o zucchine, verdura a foglia larga, carne bianca e salmone.

Benissimo anche noci, nocciole, mandorle e pinoli. Per favorire la digestione aiutati con un profumato infuso ai semi di finocchio a fine pasto». Pollice verso, invece, per tutte le bevande zuccherate, che fermentando gonfiano lo stomaco. Meglio evitare anche quelle dietetiche, dolcificate con aspartame o saccarina dall’effetto lassativo.

«Gli zuccheri in generale vanno banditi, così come gli alcolici, calorici senza apportare nutrimento, le bevande gassate e i fritti. Mangia la frutta lontano dai pasti», raccomanda Sara Cordara. Infine, gli integratori: scegli quelli a base di vitamine C, B6 e B12 e olio di pesce. Un vero mix benefico ad azione antiossidante, che inoltre darà una sferzata al metabolismo dei grassi.

VAI DI SPORT

Per sconfiggere il grasso addominale è imprescindibile un buon allenamento fisico, ma proprio come con le creme, anche per lo sport dovrai adottare la regola d’oro della costanza.

Ritagliati un doppio appuntamento settimanale in piscina: 30 minuti di nuoto per ogni sessione e nel giro di un mese vedrai la silhouette affinata.

IN ISTITUTO

AGISCI SUL GRASSO

Stufa di sentirti appesantita nella zona del girovita? Puoi provare il trattamento Shape Perfection di Dibi Milano: ad azione snellente, permette in tempi brevi di restituire al corpo una silhouette leggera, agendo sui volumi grassi. L’azione combinata tra prodotti, tecnologie e intervento dell’estetista scioglie gli accumuli adiposi, arrivando a ridurre di 5 centimetri la circonferenza dell’addome.


Il protocollo può essere abbinato a tre macchinari con differente tecnologia per avere un risultato personalizzato. In particolare, Iposonic garantisce un’efficacia snellente che dinamizza il metabolismo dei grassi favorendone la riduzione. Per un’ora di trattamento spenderai 95 euro. Cerca il centro Dibi Milano più vicino sul sito dibimilano.it.

ELIMINA LE MANIGLIE DELL'AMORE

Il trattamento express LPG Vita & Addome lavora sugli accumuli adiposi addominali, permettendo di disfarsi delle maniglie dell’amore e sfoggiare in sei sedute un addome tonico. Il suo bello? Le sedute sono rapidissime! Della durata di 15 minuti l’una, si possono fare in cicli di 6 o 12.

Si utilizza la tecnica brevettata Endermologie, che aumenta del 70% l’eliminazione naturale degli accumuli adiposi resistenti.
L’attività cellulare è attivata da una stimolazione meccanica multi-dimensionale sulla superficie della pelle. In questo modo si riattiva la lipolisi naturale e la produzione di collagene e di elastina. Costo: 2 euro al minuto. Per trovare il centro LPG più vicino vai su lpgitalia.com.

RIMODELLATI CON GLI AROMI

Se lo stress è tra le cause della pancetta, combattilo con il rilassamento: Aromatherapy Wrap di Comfort Zone è un bendaggio aromaterapico rimodellante che in un’ora asciuga, donando una sensazione di immediata leggerezza.

Sfruttando la forza degli oli essenziali, questo trattamento serve a contrastare gli inestetismi della cellulite e il grasso sul ventre, migliorando la microcircolazione e stimolando l’attività lipolitica. Il costo varia tra i 55 e i 65 euro a seconda del centro: sul sito comfortzone.it trovi la Spa più vicina a casa tua.

UN OTTIMO ESERCIZIO?

Fai ogni giorno trenta addominali sdraiata su un tappetino. In posizione supina piega le gambe, porta i piedi al pavimento e le mani dietro la nuca. Sforzando i muscoli addominali, tieni i gomiti aperti e solleva le spalle di alcuni centimetri dal pavimento senza staccare la schiena.

Tieni la posizione per qualche secondo e abbassa lentamente le spalle senza toccare a terra con la testa e la parte superiore delle spalle fino al termine della ripetizione. Sì, è faticoso. Ma ripaga degli sforzi.

Articolo pubblicato sul n.31 di Starbene in edicola dal 19/07/2016

Leggi anche

Pancia piatta con 5 mosse anti-gonfiore

Obiettivo: pancia piatta!

Pancia: i cibi per sgonfiarla

Quali sono gli sport più efficaci per buttare giù la pancia?

Pole dance: pancia piatta e braccia toniche

Pubblica un commento