A A
hero image

La manicure giusta per unghie sane

Per non rovinare le unghie, la manicure va fatta bene. Ecco i consigli di Starbene

credits: iStock



0

di Paola Oriunno

Le unghie curate ti fanno sentire sempre in ordine, anche in spiaggia. Ma se hai esagerato con smalti in gel e semipermanenti, prodotti di cattiva qualità (o una manicure fai-da-te un po’ troppo frettolosa), segui i consigli degli esperti.


FAI LO SCRUB
«Esfoliando le unghie stimoli la circolazione, levighi la superficie ed elimini macchie e tracce di vecchio smalto», dice Camilla Gardini, nail expert. «Puoi usare un buffer, cioè la lima a quattro facce, oppure un prodotto specifico. È importante farlo una volta ogni due settimane per avere unghie sempre lucide e sane, specialmente se si usano quelle finte che lasciano più residui», continua l’esperta.

PASSA LA LIMA
«Indispensabile per mantenere la lunghezza giusta, va usata sempre limando dai lati verso la punta per evitare che l’unghia si scheggi. Quelle di cartone sono igieniche, durano 2-3 manicure e poi si buttano via, mentre sono da evitare le lime di metallo, troppo aggressive. Infine quelle di vetro sono belle, pratiche e si possono usare anche in diverse direzioni senza rovinare l’unghia», spiega la nail expert Gardini.

ATTENTA AL SOLVENTE
I nemici sono due: acetone e metanolo, da evitare se vuoi avere unghie sane. Meglio scegliere solventi a base di acqua e oli emollienti. «I prodotti leggeri sono efficaci come quelli a base di acetone e sono adatti soprattutto a chi ha unghie fragili, secche e sensibili e ha bisogno di un solvente che faccia anche da trattamento. Ma sono indispensabili anche a chi ha unghie finte e ha bisogno di un levasmalto non aggressivo per rimuovere la colla», raccomanda l'esperta.

SISTEMA LE CUTICOLE
«Per far crescere più lentamente le cuticole, dopo aver tolto lo smalto passaci sopra un semplice disinfettante una volta alla settimana», consiglia la nail expert. «Ma non tagliarle mai!», avverte Leighton Denny, nail-guru delle star. «La loro funzione è di bloccare l’infiltrazione di batteri all’interno dell’unghia e tagliarle significa aprire la strada alle infezioni. Meglio ammorbidirle con un prodotto apposito o massaggiarle con poche gocce di olio di mandorle e spingerle delicatamente con un bastoncino d’arancio, senza insistere. Se lo fai ogni giorno avrai un contorno dell’unghia perfetto».

NON DIMENTICARE LA CREMA
«Usa un prodotto che nutre la pelle e in più rinforza le unghie fragili. Va usato prima di stendere lo smalto e dopo aver ammorbidito le cuticole con l’olio. Si lascia assorbire per qualche minuto prima di procedere con la manicure, altrimenti lo smalto non si fissa bene. Eventualmente rimuovi l’eccesso con una velina», consiglia l’esperta.

STENDI LA BASE
«Se applichi spesso le unghie finte è probabile che tu finisca per rovinare la superficie di quelle naturali, seccandola e rendendola più fragile», osserva Leighton Danny. «Inoltre, è importante che i colori delle lacche non siano mai a contatto con l’unghia. Per questo bisogna passare sempre una base rinforzante prima dello smalto». Ecco quindi la sequenza: pulisci l’unghia, lasciala respirare e tonificare per qualche ora, applica la base, passa due strati sottili di smalto e asciugalo all’aria fresca. Evita il phon: «L’aria calda asciuga solo la parte superiore mentre lo strato inferiore rimane fresco e alla lunga non tiene», precisa Camilla Gardini. Infine, passa il top coat. Così lo smalto sarà come sigillato tra due strati che ne assicurano la durata.

USA UN PRODOTTO AD HOC
Se hai le unghie rovinate da mesi di smalto semipermanente, ci vuole un trattamento d’urto. Per legare e rinforzare le lamine ungueali applica un prodotto a base di proteine del grano, vitamina A e vitamina E capaci di favorirne la ricostruzione, sigillandole e rinforzandole.


Fai la tua domanda ai nostri esperti


Articolo pubblicato sul numero 30 di Starbene in edicola dal 12 luglio

Le soluzioni beauty per unghie fragili e rovinate

Unghie: le dritte per non mangiarle

Pubblica un commento