Dai fili alla radiofrequenza, la nuova medicina estetica per le braccia

Arrivano i trattamenti che te le “tirano su” fino al prossimo inverno: praticamente indolori, sono ok anche prima dell’esposizione al sole



di Claudia Bortolato

Impossibile nasconderle in estate: le braccia sono le prime a far capolino da abitini, top, canotte. Urge, dun­que, trovare un rimedio rapido almeno per il problema estetico numero uno, la perdita di tonicità. La soluzione più duratura? Gli esercizi specifici, da iniziare ora per vedere i risultati nel tempo. La più veloce? Quella offer­ta dalla medicina estetica: ecco i trattamenti che puoi programmare subito prima delle vacanze.

Per i cedimenti in fase iniziale
«Puoi provare i fili biostimolanti in PDO (polidiossanone), un materiale impiegato per i fili di sutura riassorbibili», spiega Giuseppe Sito, chirurgo estetico a Napoli, Milano e Torino. «I più efficaci sono quelli “bi” o “tridimensiona­li”, ossia corredati di piccoli “dentini”, che una volta posizionati con aghi sottilissimi (indolori), si “ancorano” sottopelle. Si ottiene un effetto tensore che, al tempo stesso, stimola la produzione di collagene ed elastina. I risultati si vedono dopo circa una settimana e durano fino a 8-10 mesi». Puoi andare al sole già il giorno dopo la seduta, proteggendo gli eventuali piccoli ematomi che si sono formati con un solare con Spf 50+. Il costo è di circa 800-1000 € per entrambe le braccia.

Per il “becco di pellicano”
Quando il cedimento è marcato, ai fili biostimolanti puoi associare altri trattamenti. Per esempio la radiofrequen­za monopolare, che rassoda la pelle per 4-5 mesi grazie a un flusso di calore che stimola i fibroblasti a produrre il collagene e ad “accorciare” le fibre della pelle. Così la parte appare subito più tonica. Anche in questo caso puoi andare al sole dopo pochi giorni dall’ultima seduta; costa circa 150 € a trattamento. «Un’altra tecnica effi­cace è la biorigenerazione con plasma ricco in piastrine (PRP) e fattori di crescita isolati dal tuo sangue (basta un prelievo), trattati e re-iniettati per ringiovanire i tessu­ti», consiglia il professor Sito. Con un’unica seduta ot­tieni un’evidente tonificazione che dura 6-7 mesi circa. Un trattamento che però richiede un po’ di pazienza: prima di esporti al sole devi aspettare almeno due set­timane. Costo: intorno ai 600 €

Articolo pubblicato sul n. 26 di Starbene in edicola dal 16/06/2015

Leggi anche

Antiage: con la scorza di limone combatti l’invecchiamento

Viso: il latte detergente allo zafferano

Come rallentare l’invecchiamento della pelle del viso?

Pelle rovinata: i nuovi rimedi

Invecchiamento cutaneo: quali sono i fattori responsabili?

Sorriso perfetto: cosa fare

Come rinforzare articolazioni e legamenti?

Unghie dei piedi: le cure ok

Il bagnodoccia fai da te iris e lavanda

Come curare la pelle del viso a 50 anni