A A

Capelli secchi: le maschere fai da te

Cosa fare quando la chioma è spenta e sfibrata: cause e rimedi naturali per capigliature sane e splendenti



0

di Paola Toia

CAPELLI SECCHI E SFIBRATI

Il problema dei capelli secchi non è solo un inestetismo spiacevole, soprattutto per il gentil sesso, ma può diventare anche un problema di salute a livello del cuoio capelluto. Infatti si riscontra un’alta frequenza di casi in cui i capelli secchi si spezzano facilmente e sono soggetti a tricoptilosi o ad altre forme di danneggiamento del fusto. I capelli tendono a seccarsi quando l'attività secretiva delle ghiandole sebacee presenti nel cuoio capelluto viene drasticamente ridotta.

I principali sintomi-spia dei capelli secchi sono:
- le doppie punte;
- i capelli deboli, che si spezzano facilmente;
- la cute secca;
- la cute grassa;
- i capelli soggetti a caduta.

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

CAUSE DEI CAPELLI SECCHI

Le cause sono molteplici e si possono dividere fra endogene (interne al proprio organismo) ed esogene (dovute a fattori esterni).

Cause endogene:
- ormonali: quando gli ormoni inibiscono la produzione di sebo a livello dei follicoli capilliferi, la cui funzione è quella di idratare il cuoio capelluto;
- nutrizionali: i capelli si indeboliscono e assottigliano per carenze proteiche, vitaminiche, lipidiche o di minerali, che modificano il processo di cheratinizzazione;
- genetiche: fattori ereditari;
- patologiche: iper/ipotiroidismo o morbo di Hashimoto;
- produzione sebacea: alterazione della produzione per difetto (in questo caso non lavare frequentemente i capelli).

Cause esogene:
- trattamenti cosmetici: permanenti, tinture, colpi di sole, uso di piastra;
- trattamenti igienici: lavaggi troppo frequenti, uso di shampoo e balsamo aggressivi e di phon a temperature troppo elevate;
- fattori ambientali: eccessiva esposizione ai raggi solari, temperature molto rigide, sale marino, cloro delle piscine e inquinamento.

COME COMBATTERE I CAPELLI SECCHI?

Per rivitalizzare i capelli secchi o aridi è consigliabile adottare soluzioni che prevengano un’ulteriore degenerazione, come impacchi di oli vegetali (olio di mandorla, di oliva o di lino), maschere ristrutturanti, shampoo e balsami specifici. Da non disdegnare il cosiddetto ‘rimedio della nonna’ che consiste nell’usare olio extra vergine di oliva per proteggere e lubrificare i capelli. Nei casi più difficili è opportuno non farsi prendere dal panico, ma rivolgersi a un esperto (dermatologo, endocrinologo, tricologo).

CONSIGLI E TRUCCHI VELOCI

Cosa fare e non fare? Ecco qualche preziosa pillola per il benessere dei nostri capelli:
- evitare lavaggi frequenti per non aggredirli;
- applicarvi settimanalmente maschere biologiche a base di olio di palma o burro di karité (da tenere per 20 minuti, avvolgendo i capelli in un panno caldo);
- massaggiare il cuoio capelluto con la punta delle dita prima del risciacquo;
- risciacquare con acqua fredda per aumentare la tonicità dei capelli;
- evitare l’acqua troppo calda o calcarea per non seccarli;
- tamponarli con l’asciugamano prima di asciugarli (non strofinarli pesantemente);
- asciugarli con il phon evitando temperature troppo elevate;
- pettinarli e acconciarli con delicatezza senza tirarli, limitando l’uso di lacche e gel;
- al mare risciacquarli con l'acqua del rubinetto dopo ogni bagno per togliere la salsedine.

TRATTAMENTI NATURALI DA PROVARE

- Olio extra vergine di oliva: stendere l’olio su tutta la cute e la lunghezza dei capelli, lasciar riposare per 45 minuti prima del risciacquo.
- Aceto bianco: utilizzare 1 cucchiaino di aceto con acqua tiepida quando si risciacquano i capelli; se i capelli sono particolarmente sfibrati, usare 2 tazze di acqua e 1 di aceto e lasciare riposare per un’oretta.
- Polpa di avocado: unito alla maionese o alla banana, l’avocado darà vita a una maschera ristrutturante da tenere per 30 minuti – ingredienti: 1 albume d’uovo, 1/4 di tazza di yogurt bianco e 1/4 di tazza di maionese.
- Uova (ricche di lecitina e vitamine): da applicare sui capelli una volta al mese per 20 minuti – ingredienti: 1 tuorlo d’uovo, 1 cucchiaio di miele e 1/2 cucchiaino di olio di germe di grano o di oliva.
- Miele e yogurt (dalle proprietà emollienti e nutritive): fare impacchi di 30-45 minuti – ingredienti: 4 cucchiai di yogurt, 3 cucchiaini di miele, 2 cucchiai di olio.
- Basilico (dalle proprietà antinfiammatorie): preparare un impacco da strofinare sulla cute 1-2 volte la settimana senza risciacquare (30 grammi di prodotto) – ingredienti: 30 foglie di basilico, 400 grammi di acqua (in cui verrà fatto cuocere il basilico per 5 minuti e poi filtrato, eliminando le foglie).
- Olio di cocco (molto idratante): da aggiungere allo shampoo o da stendere direttamente sui capelli umidi per 30 minuti, 2-3 volte la settimana.

MASCHERE PER I CAPELLI SECCHI

Qualche consiglio in tema di maschere:
- Maschera all’aloe vera: prendere 2 foglie (3-4 se piccole) di aloe vera da tagliare in senso longitudinale per poter estrarre tutta la polpa, metterle in un recipiente e aggiungervi 3 cucchiai di balsamo, frullare il tutto per 5 minuti e applicarlo sul cuoio capelluto con massaggi circolari; lasciare agire per circa 30 minuti, rimuovere con acqua abbondante e lavare con shampoo (non aggressivo).
- Maschera all’olio di mandorla: scaldare alcuni cucchiai di olio di mandorla da applicare sulle punte dei capelli per 20 venti minuti, lavare poi come al solito.
- Maschera all’olio di oliva e all’olio di ricino: preparare una miscela con 2 cucchiaini di olio di ricino, 1 cucchiaio di olio di oliva e 1 tuorlo d’uovo, mescolare e dopo avere ottenuto una pasta fine, applicarla sui capelli coprendoli con la pellicola trasparente; lasciare agire per almeno 1 ora e infine risciacquare con una piccola quantità di shampoo e acqua tiepida.
- Maschera al miele e alla banana: schiacciare 1 banana e unirla a 3 cucchiai di miele, aggiungendo anche qualche goccia di olio di mandorle; applicare la maschera sui capelli per 30 minuti e poi sciacquare bene; lavare la chioma e asciugarla naturalmente.
- Maschera nutriente: mescolare 2 cucchiai d'olio vergine di ricino, 1 cucchiaio d'olio vergine d’Argan, 10 gocce d'olio essenziale di lavanda e 5 gocce d'olio essenziale di salvia; applicare la maschera per 1 ora, avvolgendo i capelli  prima nella pellicola per alimenti e poi in un asciugamano caldo; ripetere l’applicazione 1 volta alla settimana quando i capelli sono particolarmente stressati oppure ogni 15 giorni.

L’INFLUENZA DELL’ALIMENTAZIONE SULLA CHIOMA

Anche se non ci sono evidenze scientifiche dell’influenza del cibo sullo stato dei capelli, è abbastanza scontato che l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per il nostro organismo. È importante assumere tanta frutta e verdura fresche, ricche di antiossidanti come la vitamina C ed E. Inoltre è bene preferire alimenti ricchi di acidi grassi essenziali (omega 3 e 6), come il pesce (specialmente salmone, merluzzo, sardine e sgombro) o la frutta secca (noci, mandorle e arachidi).



Leggi anche

Corpo: le cure per gomiti, ginocchia, schiena e talloni

Gli integratori per proteggere la pelle dal sole

Lavanda, rituale di bellezza e benessere

Pubblica un commento