A A

Capelli: la beauty routine dopo l’estate

In pochi passaggi, restituiamo ai capelli la luminosità e il volume persi d’estate, a causa delle aggressioni atmosferiche e delle scarse cure



0

Trascurati, maltrattati, indifesi, i capelli urlano pietà al rientro dalle vacanze. Chi non ha preso le dovute precauzioni sia in spiaggia o piscina che alla sera, dopo la doccia, ora si ritrova con una chioma impoverita, opaca, sfibrata.

La lucentezza, la morbidezza e il volume della capigliatura dipendono in gran parte dall’integrità del fusto che in superficie è rivestito da piccole squame cornee disposte come le tegole di un tetto. Quando il fusto è alterato nella struttura, le squame si aprono ed ecco comparire doppie punte, fusti spaccati, nodi. I capelli, soprattutto quelli sottili, diventano elettrici e perdono densità, volume, resistenza. Ecco la beauty routine che li rimette in forma in poco tempo.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Lavarli con uno shampoo delicato

Basta con i maltrattamenti! I capelli vanno lavati non più di due o tre volte a settimana, anche se sono grassi e untuosi, scegliendo uno shampoo povero di tensioattivi e arricchito di attivi nutrienti e idratanti, per ristabilire l’equilibrio idrolipidico del cuoio capelluto e non stimolare troppo la produzione di sebo.

Ne basta un cucchiaino diluito in un bicchiere d’acqua tiepida, massaggiato con delicatezza su tutta la testa.

Applicare il balsamo

Crea una pellicola protettiva sul fusto e riduce lo stress da spazzolatura. Va usato dopo ogni lavaggio, applicandolo solo sulle lunghezze (non sulla cute) e avendo cura di risciacquarlo abbondantemente con acqua tiepida.

Per chi ha poco tempo ci sono i prodotti due-in-uno, che uniscono shampoo e balsamo in un solo gesto, e quelli senza risciacquo in spray, crema o fluidi, che si applicano sulle ciocche umide prima della messa in piega.

Asciugarli delicatamente

La prima asciugatura va fatta con un asciugamano di lino, avendo cura di districare la chioma con le dita, quindi procedere con un pettine in corno o legno a denti larghi (mai usare la spazzola sui capelli bagnati, si rischia di romperli!) e infine accendere il phon.

Questo va usato a distanza di almeno 15-20 centimetri dalla testa mantenendo una temperatura tiepida e terminando con un getto d’aria fredda, per riattivare la circolazione e rinfrescare la chioma.

Ogni sera, fare l’automassaggio del cuoio capelluto

Stimola l’irrorazione sanguigna a livello dei bulbi e delle papille, facilita la diffusione dei liquidi all’interno del derma (effetto “drenaggio”) e genera una sensazione di benessere che illumina la cute e i capelli.

Partire dalla nuca appoggiando i polpastrelli di entrambe le mani sul cuoio capelluto e compiendo lievi movimenti circolari, per fare in modo che la pelle “scivoli” sulla scatola cranica, distendendosi e sollevandosi ritmicamente. Dopo cinque minuti rilassare le braccia e poi proseguire su un’altra zona della testa.

Nel weekend, fare una maschera

Sostituisce il balsamo: ha gli stessi ingredienti e le stesse funzioni, ma necessita di un tempo di posa maggiore (almeno cinque minuti) e grazie agli attivi superconcentrati penetra in profondità e regala una chioma morbida e luminosa dopo una sola applicazione.

Per un effetto potenziato, dopo averlo steso sui capelli, si può ricoprire il capo con una salvietta di spugna calda o della carta stagnola e attendere almeno dieci minuti prima di risciacquare.

Leggi anche

Oli multiuso per viso, corpo e capelli

Capelli: tagli a bassa manutenzione

Capelli brillanti con il bicarbonato

Post-vacanze al top!

Sindrome da rientro? Si combatte a tavola

5 trucchi per tornare in forma dopo le vacanze

Le tisane per ritornare in forma dopo l'estate

Pubblica un commento