A A
hero image

Teff, il super cereale gluten free

Ricco di vitamine, sali minerali e fibre è un ottimo integratore naturale. Scoprine tutte le virtù

credits: iStock



1

di Angela Altomare


Non solo quinoa e kamut. Tra i “nuovi” cibi da provare c’è il teff. Da poco è arrivato sugli scaffali dei nostri supermercati sotto forma di semi e di prodotti derivati (come farina, fiocchi, pasta, biscotti), ma in realtà questo cereale non è nuovo. La coltivazione e il consumo nel suo Paese d’origine, l’Etiopia, esistono ormai da millenni.


Il merito è delle eccezionali virtù nutritive di questo alimento, che lo rendono un ottimo integratore naturale. Tanto che, negli ultimi tempi, è riuscito a conquistare le celebrities di Hollywood più salutiste. Sono fan del teff le attrici Gwyneth Paltrow e Katie Holmes. E, ancora, la pop star MadonnaVictoria Beckham


INTEGRALE E VERSATILE


«Questo cereale ha un elevato contenuto di fibre e di carboidrati. È ricco, inoltre, di preziosi sali minerali come il ferro, il potassio, il magnesio e il calcio. Anche il suo contenuto vitaminico è elevato. È, infatti, un’eccellente riserva di B1 e B2, che intervengono nei processi di trasformazione del cibo in energia», spiega la biologa nutrizionista Silvana Cristino.


«Il teff ha anche un’altra qualità: è integrale. Anche se consumato sotto forma di farina, riesce a mantenere inalterate le sue proprietà nutrizionali. I suoi granelli, infatti, a causa delle loro dimensioni ridotte vengono macinati interi, senza togliere la parte più esterna», continua la nutrizionista.


Inoltre, il teff è un alimento gluten free, ossia senza glutine (vedi celiachia.it/dieta/Dieta.aspx.). In cucina può essere utilizzato crudo o cotto. I suoi semi possono essere aggiunti alle insalate o diventare un ingrediente delle zuppe, in particolare di quelle di legumi, come ceci e fagioli.


OTTIMO ANTI-FAME


Il teff contiene una parte di amido resistente, paragonabile a una fibra alimentare che aiuta a stabilizzare i livelli di glicemia nel sangue e, di conseguenza, a tenere a bada gli attacchi di fame. «Nell’organismo questo tipo di amido non viene trasformato in zucchero, ma fermenta nell’intestino formando acidi grassi a catena corta, che favoriscono l’assorbimento di acqua e di sodio, migliorando la funzionalità del colon», spiega la nutrizionista Silvana Cristino.


AMICO DI DONNE E SPORTIVI


Questo cereale è un valido aiuto per alleviare i dolori mestruali. Il merito è del suo elevato contenuto di fosforo, minerale che favorisce l’equilibrio degli estrogeni, gli ormoni femminili, e della sua ricchezza di rame, che aiuta a combattere stanchezza e spossatezza prima e durante il ciclo.


Inoltre, il teff è una buona fonte di calcio, fondamentale per prevenire l’osteoporosi, ossia la fragilità delle ossa durante la menopausa. Ma non solo. È un ottimo alleato anche per chi fa attività fisica. Infatti, è povero di grassi, ma ricco di carboidrati, che forniscono energia ai muscoli e permettono di migliorare le proprie prestazioni atletiche.


PER BISCOTTI RICCHI DI FIBRE


Un solo etto di teff ne fornisce ben 8 grammi. Tante se paragonate a quelle del riso (1 g) o del mais (2 g). I semini hanno un gusto delizioso che ricorda quello delle noci (e puoi mangiarli anche da soli). Ma l’ideale è utilizzare la farina per preparare dei biscotti golosi e sani.


Per esempio: mescolane 150 g con 100 g di quella bianca, unisci 50 g di nocciole tritate, un pizzico di lievito, 50 g di burro o 3 cucchiai di olio d’oliva, 50 g di zucchero e un po’ d’acqua o latte, fino a ottenere la giusta consistenza. Spiana l’impasto e taglialo a rombi. Inforna a 180 °C per una decina di minuti.


Fai la tua domanda ai nostri esperti


Articolo pubblicato sul n.16 di Starbene in edicola dal 05/04/2016

Articolo pubblicato sul n.16 di Starbene in edicola dal 05/04/2016

Celiachia: i nuovi test diagnostici

Celiachia: nei ristoranti sempre più piatti gourmet senza glutine

Soia: come gustarla al meglio

Semi di chia, piccoli e preziosi

Avocado, il nuovo pomodoro

Pubblica un commento