A A
hero image

Semi di quinoa & co: i supercibi per regolare gli zuccheri

Quinoa, amaranto, chia, ma anche ceci e lenticchie ti evitano pericolosi (e ingrassanti) sbalzi glicemici. Scopri la ricetta regola-zuccheri

Foto: iStock



0

Quale migliore stagione della primavera per farti un “tagliando” tutto naturale e mettere a punto il tuo organismo come un meccanismo ben oliato? Il mondo vegetale mette a tua disposizione molti supercibi benefici. Un esempio? I semi! Quinoa, amaranto e chia sono alimenti regolazuccheri, utili per evitarti pericolosi (e ingrassanti) sbalzi glicemici.

PERCHÉ I SEMI TI FANNO BENE
Stanno diffondendosi come alternativa gluten free alla solita pasta: si tratta di semi come la quinoa, l’amaranto, la chia, che vanno ad arricchire la varietà di scelta sulle nostre tavole, con risvolti positivi per l’organismo. «Rispetto ai soliti cereali, sono in grado di svolgere un’azione di controllo del livello degli zuccheri nel sangue, evitando repentini sbalzi glicemici dannosi per la salute e la linea», spiega la dietologa Diana Scatozza. Sono ricchi di proteine, proprio come le loro sorelle mediterranee, la farina di ceci e la farina di lenticchie, e ti consentono di fare il pieno di fibre e di minerali come fosforo, magnesio, calcio e ferro. Contengono inoltre quantità considerevoli di lisina, amminoacido essenziale di cui sono carenti quasi tutti i cereali. Li trovi nei negozi di alimentazione naturale, ma si vanno sempre più diffondendo anche nella grande distribuzione. «Sono consigliabili anche a chi, senza essere celiaco, soffre comunque di sensibilità al glutine», sottolinea l’esperta.


Ecco una delle ricette con barbabietole pubblicate sul ricettario
La cucina naturale di Starbene, realizzato in collaborazione con Olio Cuore, in allegato con il n° 16 del magazine in edicola il 5 aprile 2016. 


CASSERUOLA DI QUINOA E VERDURE - LA RICETTA
Ingredienti per 8 persone: 200 g di quinoa - 2 cipolle - 1 peperone rosso - 2 porri - 120 g di mais fresco sgranato (oppure surgelato) - 2 pomodori pelati - 1/2 cucchiaino di cumino in polvere - 1 cucchiaino di origano secco - peperoncino in polvere - 2 dischi grandi di pane carasau - 1 avocado maturo - 1 ciuffo di prezzemolo - 1 limone - olio extravergine d’oliva – sale
1) Sbuccia e affetta sottilmente le cipolle, taglia a dadini il peperone pulito e a rondelle la parte bianca dei porri, privata della radichetta. Salta le verdure con 2 cucchiai d’olio in una casseruola dai bordi bassi. Unisci il mais, il cumino, l’origano, i pelati spezzettati, sala, versa la quinoa e 5 dl d’acqua. Copri con alluminio e inforna a 180 °C per circa 25 minuti, finché la quinoa avrà assorbito tutto il liquido. Sforna e tieni in caldo, lasciando il recipiente coperto.
2) Spezzetta il pane carasau, distribuiscilo su una placca, salalo leggermente, condiscilo con un giro d’olio e passalo sotto il grill per 2 minuti. Intanto, sbuccia l’avocado, elimina il seme e taglia la polpa a dadi. Completa la quinoa con l’avocado, il succo del limone, le sfoglie croccanti, una spolverata di peperoncino e foglie di prezzemolo.


L'IDEA IN PIÙ: LA CANNELLA
Da una recente ricerca, è emerso che le persone che hanno aggiunto la cannella nella loro dieta hanno fatto registrare una riduzione dei livelli di glucosio a digiuno di quasi 25 mg per decilitro. E allora, dopo la casseruola di quinoa beviti un tazza di tisana di cannella, preparata con una stecca di cannella e acqua bollente.


Qui puoi scaricare il pdf del ricettario La cucina naturale di Starbene

La cucina naturale di Starbene

Funghi, il supercibo salvacuore

Barbabietole, il supercibo per depurarsi

Cavoli & co, la protezione contro il tumore

Semi di quinoa & co per regolare gli zuccheri

Leggi anche

Semi di chia, olio di cocco, spirulina: sono davvero cibi miracolosi?

Semi di chia, piccoli e preziosi

Pubblica un commento