Ravanelli in vista della prova costume

Fanno bruciare più calorie e riducono l’assorbimento di grassi e zuccheri. A vantaggio della linea



di Valeria Ghitti

Spesso usati solo per guarnire, i ravanelli in realtà forniscono molte sostanze preziose e poche calorie.

Sceglili così
«Devono essere brillanti, sodi e profumati e con le foglie (se le hanno) di colore vivo e intenso», consiglia Lorenzo Bazzana, responsabile Ortofrutta di Coldiretti. «Preferiscili, inoltre, non troppo grandi, altrimenti rischiano di risultare legnosi. Lavali e spazzolali accuratamente sotto l’acqua corrente, rimuovendo le foglie (che puoi comunque consumare in insalata, crude o cotte) e la radichetta, ma non sbucciarli. Prima di usarli in insalata, tuffali in acqua fredda per qualche ora, così diventeranno più croccanti».

Sferzano il metabolismo
«Sono molto ricchi di iodio», spiega la dottoressa Anna D’Eugenio, medico nutrizionista a Roma. «Attenta però: come tutte le verdure della famiglia delle crucifere, i ravanelli non vanno consumati in eccesso (3-4 sono l’ideale), perché contengono sostanze che ostacolano l’assorbimento di questo oligoelemento. Contengono poi una discreta quantità di vitamine del gruppo B e vitamina C, ferro, potassio e fibre che, oltre ad avere un’azione leggermente lassativa, riducono l’assorbimento di colesterolo e zuccheri». Tutto a favore del mantenimento del peso forma.

Sono detox e digestivi
Mangiati crudi in pinzimonio, i ravanelli favoriscono il lavoro dello stomaco. «Il merito è delle sostanze aromatiche che contengono, responsabili del sapore leggermente piccante: provali come aperitivo in vista di un pasto abbondante», consiglia l’esperta. «E non dimenticare che grazie all’alta concentrazione di zolfo sono anche potenti antiossidanti e depurativi. Il loro succo, infine, è prezioso per stimolare il fegato e la colecisti, con un effetto disintossicante».

Tondo o allungato?
Cherry belle - tondo, ha la scorza di colore rosso carico, la polpa bianca croccante e leggermente piccante. da provare anche cotto.

Tabasso di Moncalieri - di forma cilindrica,con buccia rosso intenso, punta più chiara, radichetta bianca e lieve sapore aromatico. è ottimoin insalata.

Valori nutrizionali - un etto di ravanelli crudi fornisce 1,3 g di fibre, 1,8 g di zuccheri, 95,6 g di acqua, 240 mg di potassio e 11 calorie


Articolo pubblicato sul n.23 di Starbene del 26/05/2015 ora in edicola

Leggi anche

Quiche di pasta fillo con asparagi e cipollotto – La video ricetta

Grassi saturi: dove si nascondono

La zuppa messicana di fagioli neri

I cibi più ricchi di grassi buoni

Per dimagrire prova il latte d’asina

Grassi: non sempre fanno male

Gli alimenti per idratare la pelle

Abitudini alimentari degli italiani: 5 cose che non sapevi

Risotto agli agrumi – La video ricetta

Detox: la macedonia anti-tossine