hero image

Pane di segale: come si prepara

Ecco la ricetta per farlo in casa. Questo cereale, ricco di vitamine, sali minerali e fibre, migliora le funzionalità dell’intestino

credits: iStock



di Claudia Zanella


COSA TI SERVE

- 300 g di farina di segale
- 150 g di farina di grano 0
- 15 g di lievito fresco di birra e un pizzico di sale e acqua tiepida
- un cucchiaio di malto di orzo
- un cucchiaio di olio extra vergine di oliva


COME SI PREPARA

In un recipiente, fai sciogliere 15 grammi di lievito fresco di birra (o 80 grammi di lievito madre) in acqua tiepida, aggiungendo un cucchiaio di malto di orzo. Fai riposare per 10 minuti.
Versa il tutto in una ciotola dove avrai già messo 300 grammi di farina di segale e 150 grammi di farina di grano 0 e un pizzico di sale.

Mescola con un mestolo di legno, unendo altra acqua (q.b.), dove avrai aggiunto un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Lavora l’impasto su una spianatoia infarinata. Quando sarà compatto, forma una palla e lascialo riposare per un’ora e mezzo circa sotto un panno umido.

Quindi, lavoralo bene (sarà raddoppiato di volume), dandogli la forma che vuoi e ricordandoti di fare dei taglietti in superficie. Mettilo in forno ventilato seguendo le indicazioni che trovi qui sotto.


PERCHÉ FA BENE

La segale è un cereale che cresce in alta quota. Ricchissimo di vitamine e sali minerali, migliora anche la funzionalità dell’intestino, grazie al suo apporto di fibre.

I chicchi possono essere cucinati direttamente oppure macinati per ricavare una saporita farina fresca (basta avere un macinino casalingo), in sostituzione di quella già pronta da acquistare nei negozi biologici.


PER NON SBAGLIARE 

Per fare il pane in casa, servono 3 ore di lievitazione se usi il lievito di birra e 10 ore per il lievito madre. L’impasto va coperto con un panno umido, in un luogo senza sbalzi di temperatura. Per cuocerlo in modo uniforme, non deve essere troppo morbido (nel caso aggiungi un po’ di farina)  La temperatura va impostata a 250 °C per 5 minuti, a 180 °C per 25 minuti e a 160 °C per gli ultimi 30. 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 10 di Starbene in edicola dal 21/02/2017


Leggi anche

Porridge di avena: una colazione energizzante

Patate ripiene veg: come si preparano

Le regole per una frittura perfetta

Il budino di cachi, la ricetta

Pane al carbone vegetale: fa davvero bene?