A A

Circolazione: gli alimenti per proteggerla

Rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e contrastano il colesterolo. Scopri i cibi ok



0

di Angela Altomare

Lo sapevi? Assumere vitamina C attraverso la dieta fa bene alla circolazione del sangue tanto quanto il movimento fisico perché riduce l’attività di una proteina (l’endotelina) coinvolta nel restringimento dei vasi sanguigni. La scoperta è merito di uno studio dell’Università del Colorado presentato all’ultimo Congresso internazionale dell’American Physiological Society. «Ma a proteggere cuore e arterie ci pensano anche i grassi sani, come gli Omega 3, i cibi ricchi di fibre e quelli fonti di potassio e magnesio», afferma la nutrizionista Chiara Manzi, autrice di Antiaging con gusto (Sperling & Kupfer, 18 €). Gira pagina e scopri, con l’aiuto della nostra esperta, su quali cibi puntare.


Fai la tua domanda ai nostri esperti


Arancia per prevenire capillari fragili e cellulite 

È ricca di vitamina C, che esercita un’azione vaso-protettiva. Regola, infatti, la resistenza e la permeabilità dei capillari, rafforzandoli. Questa vitamina impedisce anche il deposito di grassi in vene e arterie proteggendole dallo stress ossidativo. L’arancia contiene, inoltre, acido acetilsalicilico, che ha un’azione fluidificante e anticoagulante. Rende il sangue più “liquido” e lo fa circolare meglio.

Gustala così - Per beneficiare del suo contenuto in vitamina C, mangia l’arancia subito dopo averla sbucciata o spremuta. Poco utili, invece, i succhi confezionati pastorizzati e anche quelli che trovi al super, nel banco frigo: l’esposizione alla luce ne riduce fortemente il contenuto vitaminico.

Prova anche-  Il kiwi, come l’arancia, è una fonte importante di vitamina C.

Anacardi per ridurre il colesterolo 

Sono una miniera di magnesio che contribuisce alla regolazione della pressione sanguigna. Forniscono  anche grassi “buoni” e vitamina E (antiossidante), che riducono il deposito di colesterolo “cattivo” sulle pareti delle arterie. Grazie alle loro proprietà gli anacardi migliorano la circolazione periferica e mantengono “puliti” i vasi sanguigni. 

Gustali così - Sono ideali come snack per ricaricarsi di energia. Ma attenzione alle quantità (non superare i 20-30 g al giorno, che coprono circa il 20% del fabbisogno giornaliero di grassi). 

Prova anche - Le mandorle sono ricche di magnesio e Omega 6, amici del cuore e delle arterie.

Melagrana per combattere la pesantezza 

Costituito dall’80% di acqua, questo frutto di stagione è fonte di potassio, di vitamina C e di polifenoli, in particolare di antocianine (sostanze preziose per combattere l’invecchiamento delle cellule dei vasi sanguigni). Inoltre, la melagrana, grazie alle sue proprietà diuretiche, aiuta a ridurre l’accumulo di liquidi in eccesso e a contrastare il senso di gonfiore causato dalla cattiva circolazione.

Gustala così - Per potenziarne le sue proprietà drenanti, mangiala fresca o utilizzala per la preparazione di acque aromatiche da bere in qualunque momento della giornata. È importante ricordare però che la vitamina C si denatura facilmente a contatto con l’ossigeno. Quindi (come per l’arancia) meglio consumarla appena preparata.

Prova anche - Il mirtillo è altrettanto ricco di polifenoli, sostanze indispensabili per combattere l’invecchiamento cellulare. Li trovi sia nella buccia sia nella polpa.

Broccoli per sgonfiare le gambe

Oltre ad avere un’azione drenante dovuta alla presenza di potassio, questi ortaggi contengono molta vitamina C, che interviene nella produzione del collagene, una sostanza che rinforza e dona elasticità alle pareti dei vasi sanguigni. 

Gustali così - Per beneficiare della loro vitamina C, che tende facilmente a disperdersi in acqua e si disattiva con l’ossigeno, cuocili sottovuoto (non è complicato ma occorre avere lo specifico utensile). Questo tipo di cottura  permette di mantenerne inalterato ben il 99%. Anche la frittura è ok. La crosticina che si forma a contatto con l’olio protegge i broccoli dall’ossigeno e preserva fino all’80% della vitamina C che contengono.

Prova anche -  I cavoli appartengono alla stessa famiglia delle Crucifere e forniscono tanti antiossidanti.

 

Salmone per proteggere il cuore

Fornisce Omega 3, acidi grassi essenziali che aiutano a ridurre l’accumulo di colesterolo “cattivo” sulle pareti dei vasi sanguigni, responsabile principale di ictus e infarto. Questi grassi regolano anche la pressione arteriosa e fluidificano il sangue agevolandone la circolazione.

Gustalo così - Per conservarne intatte le proprietà, cuocilo al vapore o al cartoccio o comunque a temperature non superiori ai 150 °C. Ma attenzione al condimento. È molto importante non aggiungere altri grassi. Quelli contenuti in questo alimento sono oltre il 10% del peso. Inoltre meglio consumare il salmone fresco. Quello affumicato contiene molto sodio e pochi Omega 3. 

Prova anche - Lo sgombro, come il salmone, contiene grassi “buoni” che proteggono il sistema circolatorio e fanno bene al cuore.

Cacao amaro per abbassare la pressione

Il suo contenuto di polifenoli migliora la circolazione sanguigna riducendo l’aggregazione piastrinica che agevola la coagulazione del sangue. Diversi studi hanno dimostrato come aiuti a fare abbassare la pressione. Consumato in quantità di 5 g al giorno, riduce il colesterolo e la pressione sistolica (o massima). 

Gustalo così - Non abbinarlo a latte vaccino e derivati. Contengono caseina, una proteina che riduce l’assorbimento dei polifenoli. Meglio scioglierlo nell’acqua o in un latte vegetale (di soia, riso oppure di mandorle).

Prova anche - La farina di carruba ricorda il sapore del cacao, ma a differenza di quest’ultimo non contiene caffeina. È invece ricca di vitamine del gruppo B, magnesio e potassio che influiscono in maniera positiva sulla circolazione.

Banana per contrastare la ritenzione 

Grazie al potassio, questo frutto tropicale stimola adeguatamente l’attività contrattile delle cellule del cuore. Inoltre, aiuta a combattere la ritenzione idrica e favorisce l’eliminazione di scorie e tossine. 

Gustala così - È ideale a colazione o come spuntino spezzafame. Meglio mangiarla fresca piuttosto che sotto forma di succo di frutta per non rinunciare al suo contenuto di fibre. 

Prova anche - L’avocado, altro frutto tropicale, è ricco di grassi moninsaturi che proteggono la salute del sistema cardiocircolatorio.

Cipolla rossa per fortificare i vasi sanguigni

Contiene flavonoidi, che difendono le pareti dei vasi dai radicali liberi. Ne riducono l’invecchiamento e migliorano la fluidità del sangue.

Gustala così - I flavonoidi aumentano la loro biodisponibilità con la cottura. L’ideale è usare la cipolla per i soffritti, in una pentola antiaderente e con poco olio di oliva extravergine. 

Prova anche - L’aglio contiene composti solforati che gli conferiscono un’azione fluidificante simile a quella della cipolla rossa.

Articolo pubblicato sul n. 50 di Starbene in edicola dal 01/12/2015


Leggi anche

La dieta Mediterranea protegge il cuore

Cuore in salute: piante medicinali alleate nella prevenzione

5 buone ragioni per scegliere le banane

Sedano: le proprietà e i benefici

Più potassio e magnesio per stare bene

Alimentazione e salute

Tante fibre e pochi grassi? Mangia così

Olio, guida ai grassi vegetali

Omega 3 per una pelle sana

Sale, i consigli per ridurlo

Olio di pesce e fitness amici dei muscoli

Pubblica un commento